Vai al contenuto

Zaki, Von der Lyen, Marco Mengoni tra le nostre 7 pillole di martedì

zaki

Zaki, nuova udienza, ma il giudice non si presenta, e Bologna sta con lui

Oggi era stata programmata la decima udienza in tribunale a Mansoura per il processo di Patrick Zaki, rimandata al 18 di luglio per assenza del giudice. E Bologna è tornata a mobilitarsi per il 31 enne egiziano, attivista e studente dell’Alma mater, incarcerato per 22 mesi ma ancora sotto processo da altri 16. Ieri, alla manifestazione organizzata in piazza del Nettuno da Amnesty international hanno partecipato Università e Comune di Bologna, associazioni e artisti.

image 188

Patrick Zaki

Per approfondire:

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Giornata mondiale dei blogger, 500 milioni di blog

Cagliari, sindaco polacco cade dalla finestra e muore

Tragedia la scorsa notte a Cagliari: un sindaco polacco di 44 anni, che si trovava in Sardegna insieme ad altri colleghi connazionali per alcuni impegni del proprio ruolo, è stato vittima di un incidente. L’uomo si trovava in albergo all’hotel Due Colonne, in centro storico, con un collega quando, alle due del mattino è caduto dal quarto piano ed è morto. L’episodio è avvenuto alle 2 di notte. Il primo cittadino era seduto sul davanzale della finestra e avrebbe perso l’equilibrio, cadendo nel vuoto per diverse decine di metri.

image 189

Hotel Due Colonne

Ursula Von der Leyen a Kiev

A Mosca, sulla Piazza Rossa, è il giorno della parata per l’anniversario della vittoria sul nazismo. Ursula Von der Leyen con l’occasione è tornata a Kiev: “Qui i nostri valori vengono difesi ogni giorno“. Von der Leyen ha reso omaggio ai soldati ucraini uccisi dal 2014 e successivamente ha visitato la mostra all’aperto dedicata al materiale bellico russo raccolto durante la guerra.

image 190

La Piazza Rossa

Migranti, centinaia di soldati USA sul confine con il Messico

Gli Usa hanno iniziato a prepararsi per affrontre l’emergenza migranti, che potrebbe esplodere da giovedì 11 di maggio, quando scadrà il titolo 42, la misura introdotta da Donald Trump per respingere i richiedenti asilo a causa della pandemia del Covid 19. Finita l’emergenza ufficialmente, il dispositivo andrà in esaurimento. Il governatore repubblicano del Texas, Gregg Abbott, ha inviato centinaia di soldati della guardia nazionale al confine con il Messico per timore ai conflitti con i migranti in frontiera. Come vi abbiamo raccontato ultimamente, non sono pochi i problemi con i migranti nel territorio di confine americano. Il presidente Joe Biden, aveva già mandato 1.500 militari alla frontiera sud per far fronte alle stesse preoccupazioni.

image 191

Gregg Abbott

Per approfondire:

Strage in Texas, un SUV uccide 7 migranti dopo la sparatoria al centro commerciale

Messico, 39 migranti uccisi dalle fiamme, il video della verità

Premi Pulitzer del 2023

Sono stati assegnati oggi i premi Pulitzer del 2023, famosi soprattutto per il giornalismo ma che riguardano anche la musica e la letteratura. Il premio Pulitzer fu istituito nel 1917 in memoria del giornalista Joseph Pulitzer. L’assegnazione dei premi è curata dalla Columbia University di New York. Le categorie premiate (15 in tutto) riguardano soprattutto il giornalismo, ma ce ne sono anche per ambiti come letteratura, musica e teatro. Tra i media che hanno vinto due premi ci sono Associated Press, Washington Post, New York Times e Los Angeles Times, e quattro premi sono andati a giornali e giornalisti locali.

image 192

Joseph Pulitzer

Pescara, cade dal secondo piano di una scuola, grave una ragazzina di 13 anni

Questa mattina del 9 di maggio, verso le ore 9:20, una ragazzina di 13 anni è caduta dalla finestra della scuola “11 Febbraio ’44” , che si trova in strada Colle pineta, a Pescara. L’adolescente ha detto all’insegnante che voleva prendere una boccata d’aria ed è andata verso la finestra della classe; dopo qualche minuto, l’incidente. La giovanissima ha fatto un volo di 5 metri; sul posto l’ambulanza del 118, che l’ha trasportata in ospedale in codice rosso. Non sarebbe in pericolo di vita.

image 193

Marco Mengoni all’Eurofestival, “mi sarebbe piaciuto andare in Ucraina”

Marco Mengoni si prepara al Festival della munsica più importante di Europa. La sua Due vite  (appena certificata come terzo disco di platino) sarà ascoltata da Liverpool dal vivo: “Oggi sono più grande, ho avuto l’opportunità di fare tantissima esperienza“, racconta Marco, ripensando a 10 anni fa, dopo aver vinto per la prima volta all’Ariston. La vittoria dello scorso anno, a Torino, è stata dell’Ucraina con la Kalush Orchestra ma a causa del conflitto l’Eurovision di quest’anno non è stato organizzato a Kiev: “Mi sarebbe molto piaciuto, andrei domani“, ha detto Mengoni: “La pace è ciò che ci auguriamo tutti, la cosa più importante”. 

image 194

Marco Mengoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *