Vai al contenuto

Incremento dell’uso del Botox (75%) nella generazione Z, cosa comporta e quali sono i rischi e i costi

Incremento dell’uso del Botox nei giovani

Anche se vi abbiamo parlato del segreto giapponese della giovinezza, che supera gli effetti del Botox, i giovani sembrano non essersi accorti. E sarebbe giusto svegliarli, perché l’utilizzo di questo esilir della giovinezza in età giovanile può comportare dei problemi psico-fisici che potrebbero creare dipendenze in età adulta. E, soprattutto, quello che si deve considerare è l’importanza dell’accettazione di se stessi. Rughe o non rughe. In questo post vi presentiamo alcune statistiche che fanno riflettere. Sempre di più i giovani (le giovani piuttosto, anche se non solo) utilizzano questa sostanza in maniera preventiva. Perché? Non perdetevi statistiche, costi e motivazioni!

botox

Botox

Per approfondire:

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Il segreto giapponese della giovinezza, meglio del botox, scoprilo!

Ariana Grande: a 17 anni il botox, a 30 il divorzio

La nascita del Botox

Sono passati più di 20 anni da quando il Botox è stato approvato per uso cosmetico dalla Food and Drug Administration statunitense. Questa procedura poco invasiva ha offerto nel tempo a milioni di persone con la fronte corrugata l’opportunità di ritrovare un aspetto più giovane. Sebbene la maggior parte dei soggetti che ricevono trattamenti di Botox siano di mezza età, dermatologi e chirurghi plastici affermano che ora si rivolgono a un nuovo gruppo di pazienti: la Gen Z (coloro nati nei medio-tardi anni novanta del XX secolo e i primi anni duemiladieci).

Che cosa è esattamente il Botox?

Santagostino ci spiega che cosa è il Botox e come agisce:

Botox è il nome del farmaco a base di tossina botulinica (nota anche come botulino), una proteina prodotta dal clostridium botulinum, il batterio che è responsabile del botulismo, una grave intossicazione alimentare causata dal consumo di cibi contaminati quali conserve e cibi in scatola.

La tossina botulinica agisce come muscolo rilassante. Bloccando il rilascio, da parte dell’organismo, della sostanza (acetilcolina) che, normalmente, invia impulsi nervosi ai muscoli (e li porta a contrarsi) fa sì che questa contrazione si arresti e si produca un rilassamento o paralisi muscolare. Mentre dosi massicce di botulino possono causare conseguenze fatali (come avviene nel botulismo), piccole quantità possono essere iniettate per trattare disturbi di diversa natura o inestetismi.

cliomakeup botox rughe espressione
Foto tratta da Clio MakeUp

L’età media dei pazienti che usano Botox diminuisce in maniera drastica

La dottoressa Shereene Idriss, una dermatologa che lavora a New York City, afferma che l’età media della sua clientela diminuisce ogni anno. Alcuni pazienti sono venuti nel suo studio cercando il Botox per le rughe che non esistono: “Arrivano senza linee o segni del tempo sulla loro pelle (…) e anche con la paura di invecchiare“. Ma non è solo lei ad affermarlo: secondo l’American Society of Plastic Surgeons, un numero crescente di persone sotto i 30 anni sta sborsando migliaia di dollari per procedure cosmetiche tra cui filler, trattamenti di resurfacing della pelle e iniezioni di neuromodulatori come il Botox.

shereene Idriss
dott.ssa Shereene Idriss

#Sephora kids, che cosa significa e cosa rappresenta?

Questa attenzione all’aspetto “perfetto” si sta estendendo anche ai bambini in età di scuola elementare e media sui social media, dicono gli esperti, poiché i “bambini Sephora” si prestano ad acquistare prodotti per la cura della pelle pensati per le persone anziane. Di fatto, come ci racconta Clio Makeupda qualche giorno è scoppiata una nuova polemica sui social, riguardante l’acquisto di creme e altri cosmetici da parte di bambine dai 10 ai 12 anni. Prendono di assalto i negozi beauty e comprano prodotti costosi e non adatti alla loro pelle. È scoppiato il caso, e l’hashtag, Sephora Kids“. 

A tale proposito, il dottor Steven Williams, chirurgo plastico in California e presidente dell’American Society of Plastic Surgeons afferma che “i social media sono incredibilmente potenti e hanno davvero fatto breccia nella coscienza di tutti, ma in particolare delle donne più giovani“. Di fatto, secondo il chirurgo, non si può dire che ci sia qualcosa di sbagliato nel sottoporsi a procedure cosmetiche e nell’utilizzare cure preventive per la pelle, ma conoscere i rischi ad esse associati può aiutare le persone a usarle in modo più responsabile: “È importante rendersi conto del valore commerciale di ciò che vi viene venduto (…) siamo stati un po’ usati“.

Aumento del Botox “preventivo”.

Le iniezioni di neuromodulatori come Botox, Dysport, Xeomin e Jeuveau coinvolgono la tossina botulinica, una neurotossina spesso chiamata “veleno miracoloso” per le sue proprietà rilassanti sulle rughe. Può trattare due tipi di rughe: statiche e dinamiche.

  1. Le rughe statiche rimangono visibili sulla pelle mentre il viso è a riposo e sono il risultato di una perdita di elasticità e di collagene nella pelle;
  2. Le rughe dinamiche sono quelle che compaiono sul viso a causa di espressioni come accigliarsi o sorridere.

Nel tempo, le rughe dinamiche possono trasformarsi in rughe statiche a causa del movimento ripetuto e della perdita di elasticità.

Le persone di età compresa tra 40 e 54 anni rappresentavano la percentuale maggiore di coloro che hanno ricevuto iniezioni di neuromodulatori nel 2022, pari al 57%, con quasi 5 milioni di persone in questa fascia di età che hanno ricevuto iniezioni, secondo le statistiche procedurali dell’American Society of Plastic Surgeons. Si tratta di procedure eseguite da chirurghi membri della società e sono certificati dall‘American Board of Plastic Surgery.

Ma tra il 2019 e il 2022, il numero di persone di età pari o inferiore a 19 anni che hanno ricevuto iniezioni di neuromodulatori è aumentato del 75%, mostrano i dati. E il loro utilizzo è aumentato anche del 71% negli adulti dai 20 ai 29 anni. Williams afferma che l’aumento è guidato principalmente dal Botox preventivo, soprannominato “baby”: si tratta di iniettare Botox in un’area del viso che non presenta rughe definite, con l’obiettivo di impedirne la formazione.

Sebbene il Botox sia approvato dalla FDA per l’uso nelle persone di età pari o superiore a 18 anni, Idriss sconsiglia le iniezioni a chiunque abbia meno di 21 anni e non abbia rughe visibili. Il suo consiglio per i più giovani? “Risparmia i soldi e vai in Europa, goditela e torna quando i primi segni del tempo si saranno stampati sul tuo viso e non scompariranno con il riposo.”

tossina botulinica

Il costo delle iniezioni di Botox

Secondo le statistiche dell’American Society of Plastic Surgeons, il costo medio delle iniezioni di Botox è di circa 530 dollari: una singola unità di tossina botulinica costa in media tra i 15 e i 20 dollari, secondo Idriss. Il numero di unità utilizzate su una persona dipende da quanto sono significative le rughe e dall’aggressività con cui si desidera trattare l’area. Ad esempio, qualcuno che si sottopone al “baby Botox” potrebbe ricevere 10 unità per area. Per il Botox standard, vengono generalmente utilizzate da 20 a 40 unità per area.

In media, i risultati dell’iniezione durano tre o quattro mesi, quindi sono necessarie ulteriori iniezioni per tenere lontane rughe e linee sottili. Tali costi si sommano a quelli precedenti. Williams concorda sul fatto che alcuni giovani adulti che cercano procedure preventive stanno potenzialmente investendo denaro per un problema che non esiste: “stai dando per scontato dove avrai le rughe, e forse le avrai, ma forse no“, ha detto. “A volte ci vuole un po’ di maturità per pensare anche a questo, invece di dire: ‘Non voglio avere nemmeno una ruga.’ È una questione complicata”.

Troppo Botox può invecchiare

Le iniezioni di Botox sono generalmente sicure, ma Williams afferma che farsi iniezioni per un periodo prolungato può portare all’atrofia, in cui un muscolo diminuisce di dimensioni e si consuma a causa del mancato utilizzo. Se qualcuno si sottopone al Botox ogni tre o quattro mesi per decenni, i suoi muscoli facciali possono iniziare ad apparire più sottili e rilassati in giovane età, ha detto Idriss. Questa è la reazione naturale del corpo alle iniezioni di neuromodulatori: “la scienza è chiara: se si blocca l’azione muscolare e il muscolo non funziona, si atrofizza e diventa più piccolo nel tempo. Che sia una cosa positiva o meno è un argomento completamente diverso”.

Idriss consiglia ai suoi pazienti di fare delle pause tra le iniezioni per dare ai loro muscoli la possibilità di ricostruirsi. Detto ciò, se un paziente interrompe le iniezioni, la funzione muscolare dovrebbe ritornare alla normalità. Per arrivare a questo risultato si possono attendere settimane o mesi a seconda della frequenza con cui si ricevono le iniezioni.

Altri rischi associati alle iniezioni di neuromodulatori comprendono lividi, dolore e arrossamento nel sito dell’iniezione, nonché sintomi simil-influenzali, mal di testa, nausea e debolezza facciale temporanea.

botox 5615079 1280

La mania anti-invecchiamento non riguarda solo i giovani adulti. Si possono trovare preadolescenti come quelli che abbiamo indicato prima, i “bambini Sephora” che corrono lungo i corridoi dei negozi di cosmetici alla ricerca dei prodotti alla moda per la cura della pelle che hanno visto online. Il motivo per cui alcuni adolescenti sono iperfissati specificamente sui prodotti di bellezza non è semplice, ma il dottor Mitch Prinstein, direttore scientifico dell’American Psychological Association, afferma che i social media stanno sicuramente alimentando questo fenomeno.

Molti preadolescenti consumano grandi quantità di contenuti poiché una parte del loro cervello chiamata corteccia prefrontale inizia a svilupparsi e maturare più rapidamente. “È un’area che crea più recettori della dopamina e dell’ossitocina nelle regioni sociali del cervello, e improvvisamente diventiamo molto interessati all’attenzione e al feedback positivo dei coetanei. Abbiamo preso un normale processo biologico e lo abbiamo sottoposto a steroidi“.

I preadolescenti che cercano disperatamente di adattarsi possono danneggiare involontariamente la loro barriera cutanea (lo strato più esterno) utilizzando prodotti per la cura della pelle che non sono pensati per loro. Di fatto, tale barriera ha lo scopo di proteggere da sostanze irritanti come l’inquinamento, gli acari della polvere e le fragranze nei prodotti per la cura della pelle. A 9 o 10 anni, la barriera cutanea non è completamente formata e viene facilmente danneggiata dai prodotti con principi attivi come le vitamine A e C.

mitch prinstein
dr Mitch Prinstein

Prevenire l’invecchiamento in età adulta

I giovani preoccupati di invecchiare dovrebbero investire in una semplice routine di cura della pelle, dicono i dermatologi: un detergente per il viso, una crema idratante e una crema solare quotidiana. Seguire una dieta sana ricca di antiossidanti come frutta e verdura può migliorare la produzione di collagene, così come ridurre al minimo gli alimenti trasformati e lo zucchero. Per quanto riguarda la cura della pelle, Idriss afferma che gli adulti dovrebbero iniziare a usare i sieri di vitamina C e AHA tra i 25 ei 25 anni. Tuttavia, i derivati ​​della vitamina A come il retinolo dovrebbero essere evitati almeno fino ai 30 anni.

Continua dopo gli annunci...

Non credo che il processo di invecchiamento debba essere temuto. Se non altro, è davvero una benedizione se riesci a invecchiare (…) Il processo di invecchiamento dovrebbe essere affrontato con gli occhi ben aperti.”

Autore

Ana nasce in Spagna, si laurea a 22 anni in Scienze Liguistiche e della Comunicazione. Dopo un'esperienza nel Regno Unito si trasferisce a Trieste, dove vive tuttora. Ha maturato esperienza come consulente aziendale e collaborato con diverse case editrici. Ha pubblicato cinque libri ed è copyrighter e Search Quality Rater.View Author posts

Lascia un commento