Vai al contenuto

Burocrazia più semplice, dall’istruzione alla sanità. Cosa c’è in arrivo in questo 2024?

Sembra sia arrivato il momento di snellire un po’ la burocrazia in modo da rendere più semplice l’iter per diversi settori. Ecco le novità!

burocrazia

Addio burocrazia infinita?

Il governo ha dato il via libera a una serie di semplificazioni della burocrazia che renderanno la nostra vita più facile e fluida, toccando diversi settori. Paolo Zangrillo, il ministro della Pubblica Amministrazione, ci tiene a sottolineare che l’obiettivo è rendere la macchina statale un’opportunità per i cittadini, snellendo la burocrazia senza compromettere l’efficacia dei servizi.

Partiamo dalla sanità, dove le farmacie diventeranno veri e propri centri di servizio polifunzionali. Oltre a erogare farmaci, potranno somministrare i principali vaccini agli over 12 ed effettuare analisi cliniche di base, come la misurazione della glicemia e del colesterolo. Un’altra novità interessante è la possibilità di scegliere il proprio medico di famiglia o pediatra tra quelli convenzionati con il Servizio Sanitario Regionale, offrendo così una maggiore libertà di scelta ai cittadini.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

burocrazia1

Passando al turismo, diventare guida alpina sarà un percorso più accessibile. Si semplificherà l’ottenimento del primo grado della professione, consentendo alle aspiranti guide di mantenere il titolo nel tempo senza scadenze rigide. Inoltre, le strutture alberghiere potranno usufruire temporaneamente di porzioni di strade pubbliche per parcheggio e carico/scarico bagagli, contribuendo a migliorare l’esperienza dei turisti. Con l’arrivo del Giubileo del 2025, verranno potenziati i controlli sanitari in entrata, assicurando la sicurezza di tutti i visitatori grazie all’assunzione di personale specializzato.

Istruzione, immobili e altro

burocrazia2

Nel campo dell’istruzione, l’iscrizione alle scuole diventerà più semplice grazie alla nuova piattaforma unica ‘Famiglie e studenti’. Questo sistema permetterà alle istituzioni scolastiche di acquisire direttamente i documenti necessari, eliminando la necessità per i genitori di produrre certificati cartacei degli anni precedenti. Inoltre, si limiterà il recupero degli anni scolastici a massimo due esami, anziché tre, semplificando il percorso degli studenti. Anche all’università ci saranno cambiamenti, con la possibilità di ottenere il titolo di professore emerito tramite un decreto del rettore dopo il pensionamento.

Per quanto riguarda gli immobili vincolati, il percorso per intervenire su di essi sarà semplificato. L’applicazione del silenzio-assenso accelera il processo per il rilascio del permesso di costruire, riducendo i tempi di attesa e permettendo di avviare i lavori più rapidamente. Le traduzioni giurate diventeranno digitali, eliminando la necessità per i traduttori di recarsi fisicamente presso il Tribunale. Basterà inviare la traduzione con firma digitale, semplificando notevolmente il processo. Inoltre, verranno introdotte misure per digitalizzare le autorizzazioni riguardanti l’inumazione, la tumulazione, la cremazione e l’affido o dispersione delle ceneri, riducendo i tempi burocratici.

Continua dopo gli annunci...
burocrazia3

Infine, un aiuto importante verrà offerto alle imprese che si occupano di giardinaggio privato, semplificando lo smaltimento dei rifiuti ‘verdi’ e rendendo il processo più efficiente. Insomma, queste semplificazioni promettono di rendere la nostra vita più facile e meno gravata dalla burocrazia, offrendo opportunità e migliorando l’accesso ai servizi essenziali per tutti i cittadini. Non ci reta che attendere che entrino in vigore e sperimentare sulla pelle tutte queste novità!

Autore

Copywriter per passione dal 2014, amo l'arte in tutte le sue forme e potrei perdermi nei corridoi di un museo per ore. Laureata in infermieristica, ho finito con l'aprire uno studio fotografico. La coerenza? In fondo, non è tutto nella vita.View Author posts

Lascia un commento