Vai al contenuto

Terremoto di magnitudo 5.0 al largo della Croazia, paura a Trieste

Terremoto di forte intensità

La terra continua a tremare. Da quando è iniziato il 2023, l’INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) ha registrato numerosissimi sismi di forte intensità (magnitudo +4.5). E non solo. In Italia soprattutto le coste marchigiane sono state testimoni diverse volte di scosse di magnitudo +3.5. L‘Ingv monitora costantemente la situazione delle faglie e dei vulcani per prevenire eventuali disastri naturali. Nella giornata odierna, 16 febbraio del 2023, si sono verificate diverse scosse sismiche fino alle ore 12.00. Una ha interessato particolarmente l’Italia. Un terremoto di magnitudo 5.0 si è registrato al largo della costa croata settentrionale, a pochi chilometri da Fiume.

Le scosse

La scossa più intensa (magnitudo 5.0) si è prodotta alle ore 10:47: l’epicentro si trovava in Croazia, sull’Isola di Veglia, a una cinquantina di chilometri da Trieste. L’ipocentro è stato registrato a 9 km di profondità. Le coordinate che ha comunicato l’Ingv sono: latitudine 44.9680 e longitudine 14.7480. Altre scosse di assestamento sono seguite a breve distanza. Alle ore 10:53 si è verificata una scossa di magnitudo 3.3 e alle 11:04 una di magnitudo 2.6. Infine, alle 12:06, un’altra di magnitudo 2.4.

Paura a Trieste

La scossa è stata avvertita soprattutto nella zona del Quarnaro, all’interno della Croazia e in Slovenia. Anche il Friuli Venezia Giulia ha avvertito nitidamente il sisma. A Trieste molte persone hanno abbandonato le case e gli uffici e si sono precipitate in strada. Alcune scuole hanno fatto sgomberare le aule; i bambini, impauriti, sono rimasti fuori dagli edifici in attesa per circa mezz’ora. Anche altre città come Verona e Bologna hanno avvertito il movimento della terra. Alcuni residenti nell’area del sisma hanno dichiarato al Centro sismologico Euro-Mediterraneo di avere percepito la scossa con chiarezza. Stanti le testimonianze, il tremore sarebbe durato circa cinque secondi.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Continua dopo gli annunci...

L’attività di prevenzione della Protezione Civile

La Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia sta verificando eventuali danni a cose o persone. Per ora non si registrano interventi urgenti. Al fine precauzionale i vigili del Fuoco hanno fatto sgomberare due palazzi della Regione. I territori interessati dal sisma sono quattro Paesi dell’area del Mediterraneo: Bosnia ed Erzegovina, Slovenia, Croazia e Italia.

Autore

Ana nasce in Spagna, si laurea a 22 anni in Scienze Liguistiche e della Comunicazione. Dopo un'esperienza nel Regno Unito si trasferisce a Trieste, dove vive tuttora. Ha maturato esperienza come consulente aziendale e collaborato con diverse case editrici. Ha pubblicato cinque libri ed è copyrighter e Search Quality Rater.View Author posts

Lascia un commento