Vai al contenuto

La Cina svela il 1° robot con emozioni al mondo

robot cina

I robot stanno arrivando e a quanto pare hanno anche dei sentimenti. La novità dalla Cina!

robot

Il robot di ultima generazione

La Cina ha recentemente presentato un innovativo robot umanoide in grado di provare e mostrare emozioni come felicità, tristezza, rabbia e gioia. Questo automa, chiamato Guanghua No 1, è stato esibito durante la Conferenza Mondiale sull’Intelligenza Artificiale del 2024, dove ha dimostrato la sua capacità di esprimere una varietà di emozioni attraverso diverse espressioni facciali.

Guanghua No 1, sviluppato dalla Fudan University di Shanghai, è alto circa 165 cm e pesa 62 kg; è stato progettato con 45 giunti intelligenti che permettono movimenti fluidi e realistici, consentendogli di muovere le mani in modo preciso e di camminare in posizione eretta. Questi giunti sono controllati da un sofisticato modello cerebrale generativo gerarchico, che permette al robot di simulare movimenti umani naturali.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

robot

Le motivazioni dietro la creazione

L’androide è stato creato per rispondere alle crescenti esigenze della popolazione anziana in Cina, dove si prevede un aumento significativo del numero di anziani nei prossimi decenni. Il robot è stato progettato per fornire compagnia emotiva e assistenza pratica agli anziani, aiutandoli nelle attività quotidiane e fornendo un supporto emotivo che un automa privo di emozioni non potrebbe offrire. Questo aspetto è particolarmente importante, poiché la solitudine e l’isolamento sono problemi comuni tra gli anziani.

Il team di sviluppo ha lavorato per due anni per perfezionare Guanghua No 1, combinando conoscenze di meccanica, biologia, ingegneria, informatica e big data. Il robot è stato dotato di un sistema di intelligenza artificiale avanzato che utilizza algoritmi di incentivazione coordinata multilivello, ispirati ai meccanismi di motivazione e ricompensa della dopamina nel cervello umano. Questo permette all’androide di rispondere in modo appropriato a diverse situazioni, adattando il suo comportamento alle esigenze dell’utente.

robot

Il progetto è attualmente in fase di test in diverse province cinesi, tra cui Jiangsu e Zhejiang, dove viene valutato per la sua precisione e sicurezza nell’assistere gli anziani. I test includono la verifica delle sue capacità di aiutare gli anziani a rialzarsi dal letto, accompagnarli al bagno e svolgere altre attività quotidiane. Questi test sono fondamentali per garantire che l’automa possa fornire un’assistenza sicura ed efficace in contesti reali.

Il lancio di una versione di prova è previsto entro la fine del 2024. Gli sviluppatori sperano che Guanghua No 1 possa diventare un compagno di assistenza prezioso per gli anziani, migliorando la loro qualità della vita e fornendo il supporto emotivo e pratico di cui hanno bisogno. Il progetto rappresenta un passo importante verso l’integrazione di automi umanoidi nella società, offrendo soluzioni innovative per affrontare le sfide dell’invecchiamento della popolazione.