Vai al contenuto

Iva Zanicchi è distrutta: “un tumore incurabile…”

iva zanicchi

È un’Iva Zanicchi al massimo della sincerità quella che si è presentata da Verissimo e ha raccontato una vicenda spiacevole della sua vita attuale. Un cancro incurabile che, però, lascia della speranza nella cantante.

Iva Zanicchi e il compagno di una vita

Fausto ‘Pippi’ Pinna è il compagno di Iva Zanicchi dal 1987, un rapporto talmente solido che la cantante lo considera suo marito a tutti gli effetti. I due si sono conosciuti sul lavoro, essendo Pinna un produttore musicale, e non si sono mai lasciati.  “Sono andato per fare dei controlli cardiologici e mi hanno trovato un tumore ai polmoni – ha detto Iva Zanicchi – Lì è crollato tutto. È lui che faceva coraggio a me. Io con Pippi mi sono divertita veramente tanto e ci divertiremo ancora”.

Già nel 2019 al produttore avevano diagnosticato un tumore al polmone, dandogli due mesi di vita. Eppure così non è stato, in quanto sta ancora lottando per la sua vita. Ci sono periodi, però, in cui sta molto male e quello attuale è uno di questi. “I medici sono pessimisti perché il tumore contro cui sta combattendo Pippi non è operabile. Malgrado questo, sono certa che lui ce la farà anche questa volta perché è uno che non demorde, è un sardo di fibra fortissima: insieme lotteremo e vinceremo ancora. Non cedo un millimetro e nemmeno Fausto ha intenzione di arrendersi alla malattia, all’ospedale, al destino”. 

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

“90 sigarette al giorno”

Durante una delle giornate in ospedale, Fausto stava particolarmente male e ciò ha spinto Iva Zanicchi a cercare di smorzare lo stress e l’ansia con una sigaretta. Un gesto comune a milioni di italiani, ma che in determinati casi potrebbe essere accolto con fastidio. È il caso del marito, che ha sentito puzza di fumo una volta che lei è rientrata nella stanza e che lo ha fatto arrabbiare.

Lui non vuole che fumi – raccontato Iva – lui ha fumato 90 sigarette al giorno. Il tumore purtroppo è da fumo. Poi io ho due nipoti che fumano, che dispiacere. Non ce lo aspettavamo, sembrava stesse bene, invece dopo quella terribile diagnosi gli hanno dato solo due mesi perché sembrava che non si potesse fare più nulla. Io ho fatto di tutto per non fargli pesare quel dramma, lo incoraggiavo nelle cure, gli sono sempre stata vicino per cercare di allungargli la vita fino a quando, quasi per miracolo, un po’ alla volta, ha iniziato a stare meglio…”.

Ma “purtroppo poco tempo fa si è rotto una vertebra è stato nuovamente ricoverato e dalle analisi che ha fatto abbiamo scoperto che il tumore è tornato all’attacco”.

Iva Zanicchi, però, non si arrende mai ed è sicura che il suo Fausto continuerà a lottare come un leone, come ha fatto in questi ultimi anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *