Vai al contenuto

Cervicalgia? Non è perché l’età avanza: ne soffrono tutti. Ecco cosa fare per stare meglio

Perché si manifesta il dolore alla cervicale? Quali sono le principali cause?

La cervicalgia: con questo nome si intende quel dolore che coinvolge il primo tratto della colonna vertebrale. Essa ha spesso cause differenti, alcune delle quali possono essere modificate grazie al comportamento del paziente.

Infatti, non di rado questa infiammazione è causata dalla scorretta postura assunta da chi ne soffre, e non a caso principalmente a soffrirne sono persone che trascorrono molto tempo seduti alla scrivania.

Altre volte, è causata da una scorretta posizione durante il sonno o all’uso di cuscini sbagliati. Inoltre, a contribuire ai dolori cervicali, anche forte stress che porta schiena e collo a rimanere rigidi a lungo durante la giornata e gli sbalzi di temperatura.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Una minore percentuale delle cervicalgie è poi causata da malocclusioni dentali e problemi alla mandibola

Come fare a prevenire il dolore cervicale?

Innanzitutto è necessario mantenere durante le ore di lavoro una corretta postura. Mai stare curvi sulla postazione pc, ma mantenere busto e collo allineati. Ad aiutarci in questo compito, possiamo indossare fasce e tutori appositi sotto i vestiti che mantengono dritte le spalle.

Inoltre, è opportuno usare poltrone e sedie ergonomiche, o posizionare dietro alla schiena dei cuscini che supportino la parte alta della schiena.

Stessa cosa per la posizione durante il sonno: meglio usare cuscini che supportino adeguatamente la regione cervicale.

Attenzione anche agli sbalzi di temperatura. Per esempio, in auto o a casa, è meglio non programmare mai il condizionatore a una temperatura tale da avere una enorme differenza con l’esterno, sia in estate che in inverno. L’ideale, infatti, sarebbe mantenerlo sempre a una temperatura di circa 25 gradi.

Continua dopo gli annunci...

Cosa fare in fase acuta

In fase acuta di dolore, meglio assumere analgesici e antifiammatori ma solo per previ periodi. Inoltre, massaggiare leggermente può aiutare a distendere i muscoli, così come il getto diretto dell’acqua calda sotto la doccia.

Autore

Lascia un commento