Vai al contenuto

Sanremo 2024, Amadeus sceglie tra 400 canzoni. Tutte le novità della kermesse canora più importante dell’anno

sanremo 2024

Sanremo 2024 in arrivo con alcune novità

Forse direte “ma non siamo nemmeno a Natale e GIA parliamo di Sanremo!” Eh sì, perché non c’è tempo da perdere. Soprattutto per la musica. Anche se recentemente vi abbiamo svelato la tracklist di Natale di Amazon, come si suol dire “anno nuovo, musica nuova”. E tutti sappiamo che le potenzialità di Sanremo sono infinite. Ed è per questo che per il nuovo anno si sono presentate 1.000 canzoni per Sanremo Giovani e 400 per Sanremo Big. Ma non anticipiamo gli argomenti. Leggete questo post. Vi spoileriamo tutto.

sanremo 2024

Per approfondire:

Amazon Music svela i nuovi brani Original della tracklist natalizia, ascoltane 7 in anteprima!!

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Come sfruttare il Black Friday per acquisti di Natale, 8 idee originali e innovative

“Il punto più caldo” di Sanremo 2024, parla Amadeus

Nell’ambito nel Milano Music Week, che si chiude domani, 26 di novembre, Amadeus parla di Sanremo 2024 durante l’incontro “Il Sanremo che verrà: Amadeus racconta il prossimo Festival”. Intervistato dalla giornalista Marta Cagnola di Radio 24, il prossimo presentatore della kermesse canora più famosa dell’anno dichiara: “Siamo al punto più caldo, si stanno chiudendo sia la parte musicale, sia quella artistica del Festival. E domenica 3 dicembre nel tg delle 13.30 daremo i nomi dei cantanti protagonisti della 74ma edizione del Festival di Sanremo”.

Quale canzone scegliere per attirare il pubblico e vincere la sfida dell’Auditel? Difficile da dire. Sono arrivate una valanga di canzoni e la scelta è difficile.

Sanremo è la musica in gara. Tutto il resto sta lievitando

Amadeus racconta: “abbiamo superato le 400 proposte tra i big in gara, più di 1000 tra Sanremo giovani e Area Sanremo. Io ascolto tutto, è la parte divertente ma anche quella di maggiore responsabilità. Dal primo anno io sono partito dalla musica, per me Sanremo è la musica in gara. Tutto il resto sta lievitando”.

I criteri di selezione dei brani

Sui criteri di selezione, il direttore artistico spiega che “sono arrivato ad almeno 50 canzoni quest’anno che mi piacciono, il problema non è chi portare a Sanremo, ma chi togliere. È faticoso, difficile. Ne arrivano ancora di canzoni questo è l’ultimo week end poi si chiude”.

Alla domanda di quale metodo usi per scegliere le canzoni più adatte a partecipare alla gara canora più seguita dell’anno, Amadeus risponde: “le canzoni le ascolto da mattina a sera, nei viaggi in auto. Ho le mie tattiche, la strategia date dalla radio che ho fatto per tanti anni. Immagino se andrà alla radio piacerà? Io ho il gusto pop, le canzoni devono funzionare sulle radio e in streaming

Le novità della kermesse: Prima Festival affidato a Paola e Chiara, cambiano le giurie

La prima notizia è la conduzione di Prima Festival: “E uno spazio importante, che è diventato sempre più giovane come il festival ho scelto 4 nomi, 2 mie carissime amiche da tanti anni, Paola e Chiara, e due inviati fortissimi, Mattia Stanga e Daniele Cabras, star sui social che mi ha fatto scoprire mio figlio. I social sono un serbatoio pazzesco per la musica, guardo tutto con attenzione”.

sanremo2024

Il voto della radio

La seconda novità è che cambiano le giurie. Nella 74esima edizione ci sarà il voto delle radio che sostituirà la Giuria demoscopica, mentre resteranno giuria sala stampa e web e televoto.

E anche in merito al ruolo della radio il conduttore è preciso: “ho voluto che le radio fossero almeno 100 perché il voto deve essere vasto – aggiunge -. La radio resta perché è immediatezza, trasmettono tutti i brani del Festival cosa che non era mai accaduta. E’ aumentato anche il web negli anni, una forza che penetra con immediatezza

Ospiti, l’unica sicurezza Marco Mengoni

Quando il direttore artistico di Sanremo parla degli ospiti stranieri lo fa con aplomb (come da dire ok, sì, ci sono sempre, ma chi se ne importa?) e riconosce il valore della canzone italiana:

I miei superospiti sono i cantanti in gara. Se un cantante vuole venire a Sanremo deve venire in gara. Quest’anno non ci saranno superospiti italiani, ma i miei superospiti in gara che sono fortissimi. Gli stranieri? Non sono necessari, se i costi ragionevoli e le cose combaciano va bene, ma non più di due. Ho chiesto a Marco Mengoni di essere mio compagno di avventura nella prima serata, naturale che diventerà un superospite musicale, canterà “Due vite” e un medley musicale

mengoni
Marco Mengoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *