Vai al contenuto

Che cos’è lo Snus? La sostanza illegale amata dai calciatori

snus

Lo Snus è al centro delle ultime polemiche nonostante non sia ancora considerato doping, eppure è una sostanza illegale amatissima dai calciatori.

Snus: la sostanza che impazza tra i calciatori

Lo Snus è anche noto come tabacco da succhiare e si tratta di un’altra forma di tabacco per uso orale che viene maggiormente consumata in Paesi come Norvegia e Svezia. Nella maggior parte dei casi si tratta di sacchetti che vanno posti tra la guancia e la gengiva e succhiati fino alla loro completa usura. Essendo un prodotto basato sul tabacco, il suo contenuto di nicotina è molto elevato e, come tutto ciò che contiene nicotina, può provocare una certa dipendenza.

La dipendenza da nicotina è può arrivare in pochissimo tempo, bastano pochi giorni di consumo per arrivare alla dipendenza. Inoltre altre sostanze che sono contenute all’interno dello Snus possono provocare il cancro ed essere particolarmente nocivi per la salute generale e in particolare per i problemi cardiovascolari. Ciò che invece può rappresentare gli effetti “positivi” della droga è che la nicotina stimola il rilascio di dopamina e di altri neurotrasmettitori, questi provocano diversi effetti psicologici e fisici come la stimolazione, l’aumento delle percezioni, della memoria e la diminuzione dell’appetito.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

snus

L’ultimo caso che ha scatenato la polemica

L’associazione dei calciatori professionisti del Regno Unito ha dato vita a uno studio per evidenziare gli effetti negativi derivati dal consumo di Snus. Questa sostanza viene regolarmente consumata da moltissimi giocatori della Premiere League e il fatto che non viene considerata come doping, in quanto non inserita nella lista Wada, fa sì che nessuno di loro si crei il problema di utilizzarla alla luce del sole. Nonostante questo, però, la vendita di questo tabacco è vietata nella maggior parte dei Paesi in quanto è considerata altamente cancerogena.

Gli effetti negativi possono destabilizzare qualsiasi persona in qualsiasi momento, è pronto a giurarlo Gary Likener, uno tra i più grandi calciatori del Regno Unito che oggi, alla veneranda età di 62 anni, ha dichiarato che non molto tempo fa è stato convinto a provare lo Snus e la sua reazione è stata estremamente negativa, preoccupante e spaventosa.

Ho vissuto sette ore di assoluto inferno. Mi sono seduto sul letto completamente nudo e ho sputato quelle palline masticabili, gettandole nella spazzatura: “Che diavolo è questa cosa?”, ho pensato. “Stavo sudando e congelando. Non riuscivo più a muovermi, avevo una nausea terribile ma non riuscivo ad alzarmi a causa delle vertigini. Alla fine mi sono sdraiato sul pavimento e mi sono messo a strisciare fino al bagno come un serpente, scivolando.”

Era l’unico modo per arrivarci. Prima di arrivarci, ho vomitato ovunque. Sono stato malissimo. Alla fine mi sono messo a letto e ho guardato l’ora. Erano giù le 7 del mattino“, queste le esatte parole di Gary Likener riguardo la sua pessima esperienza con la sostanza a base di tabacco. Tutto questo dovrebbe far aprire gli occhi sulle possibili conseguenze derivate dal consumo di queste sostanze che, anche se non sono considerate droghe vere e proprie, hanno la capacità di far stare male i consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *