Vai al contenuto

Le uscite musicali di giugno 2023: ecco cosa devi ascoltare

uscite musicali di giugno

Giugno è un mese che trascina molte nuove uscite musicali, complice l’arrivo della bella estate. Noi ti presentiamo una selezione di artisti da non perdere.

“White Jesus Black Problems” Fantastic Negrito (3 giugno)

L’album di Fantastic Negrito è molto di più, un vero progetto ambizioso che trascina l’ascoltatore in un’altra epoca. Protagonista una serva bianca che si innamora di un uomo di colore, nel periodo dello schiavismo. È il 4 lavoro in studio dell’artista che ha deciso di omaggiare la storia dei suoi antenati in un viaggio di musica e parole. C’è spazio per il blues, il rock, ma anche atmosfere più cupe. Fantastic Negrito ha anche in cantiere un tour italiano che toccherà queste tappe:

  • Mercoledì 15 febbraio – Torino, Cinema Massimo
  • Giovedì 16 febbraio – Prato, Il Garibaldi
  • Venerdì 17 febbraio – Napoli, Teatro Bolivar
  • Sabato 18 febbraio – Bari, Teatro Kismet
  • Domenica 19 febbraio – Cesena, Teatro Verdi / acielocoperto

“Hustle Mixtape” Capo Plaza (3 giugno)

I fan lo stavano aspettando da quando hanno visto diversi banner attaccati per Milano con la sua immagine e la scritta “New Season is coming”. Dopo Plaza, che non ha raccolto il consenso aspettato, Hustle sembra aver alzato l’asticella e recuperato quella grinta e quel mordente di cui l’artista aveva bisogno. Ed è proprio lui a raccontarlo come una “spinta” ad andare avanti. Sono 3 le date al momento:

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

  • Venerdì 30 giugno Milano Ippodromo SNAI La Maura TRAVIS SCOTT – I-Days Milano Coca-Cola
  • Mercoledì 5 luglio Roma Ippodromo delle Capannelle
  • Domenica 23 luglio Gallipoli Arena Parco Gondar Capo Plaza + Bresh Live – Sottosopra Fest 

Uscite musicali raccomandate: “Scacco al maestro Volume 1” Calibro 35 (10 giugno)

Bisognerebbe acquistarlo già solo per la copertina. L’album dei Calibro 35 è un omaggio al maestro Ennio Morricone, scomparso nel 2020. Al suo interno due feat. imperdibili: Matt Bellamy in “Arena” e Diodato in “C’era una volta il West”. L’intera tracklist è da ascoltare in assoluto silenzio per poter apprezzare il lavoro che c’è dietro: anni di studio e approfondimenti che hanno portato a un capolavoro incommensurabile.

Le date al momento sono:

  • 22 luglio 2022, Fortezza Medicea – Siena
  • 23 luglio 2022 TenerAmente, Festival del Vittoriale – Gardone Riviera (BS)
  • 24 luglio 2022, Apolide Festival – Vialfrè (TO)
  • 29 luglio 2022, Transatlantica – Genova
  • 17 settembre 2022, Spring Attitude Festival – Roma

“Seven Psalms” Nick Cave (17 giugno)

Non è un album canonico quello pubblicato da Nick Cave, quanto più un lavoro riflessivo. All’interno ci sono 7 salmi scritti dall’artista, durante il periodo della quarantena, e musicati da Warren Ellis. L’obiettivo è parlare di fede, riflettere e utilizzare Seven Psalms come strumento per pensare alla vita e tutto ciò che ci sarà dopo. Sicuramente un’esperienza diversa dalle altre.

“The Storm Before the Calm” Alanis Morissette (17 giugno)

Simile a Nick Cave, anche Alanis Morissette ha scritto questo album durante il periodo della quarantena. Il suo intento non era scrivere un disco di canzoni ma un meditation record, come lo ha chiamato lei. Il risultato è un disco profondo, diverso dai brani commerciali a cui Alanis ci aveva abituato negli ultimi anni. Lo stile, per fortuna, è sempre il suo, ma con l’aiuto di Dave Harrington dei Darkside.

“Ferro del mestiere” Jake La Furia (17 giugno)

Terzo album da solista per Jake La Furia, il rapper torna con la voglia di raccontare la sua Milano senza peli sulla lingua. Lo stile è inconfondibile: tristezza e grinta, rime graffianti ma con un significato intriso di malinconia. Una rima pubblicata dal Jake suoi suoi social? “Se mi tagliassi le vene uscirebbe aria con lo smog, artista pazzo come Van Gogh, ho usato la voce più della Glock”. Un ottimo disco, prodotto da uno stuolo di grandi nomi della scena rap italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *