Vai al contenuto

Snack al formaggio e cracker richiamati. All’interno un ingrediente proibito

prodotti richiamati

Due nuovi prodotti proveniente dall’Asia non hanno superato i controlli italiani e sono stati richiamati. Si tratta di uno snack al formaggio e cracker al gusto pesce. Scoprite nome e lotto degli articoli incriminati.

I prodotti richiamati

Molti snack di origine asiatica stanno impazzando nei market internazionali, ma non sempre sono legali. Il Ministero della Salute ne ha appena richiamati due in quanto contenenti un colorante non autorizzato. Parliamo dei cracker al gusto pesce e snack di mais al formaggio.

Per quanto riguarda i cracker, ne esistono tantissime varianti (classico, piccante (sweet chili) e sale e aceto (salt and vinegar)) e tutte interessate dal richiamo. Il marchio riportato è LaLa Chips. Le confezioni coinvolte sono quelle da 50 g (solo gusto classico) e 100 g, con tutti i numeri di lotto e i termini minimi di conservazione. I cracker provengono dalle Filippine dall’azienda Newton Food Products Mfg. Co. Inc. e distribuiti in Italia tramite l’azienda Fresh Tropical Srl by Jawad.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

lala chips cracker di pesce

Stessa causa anche per le palline di mais al formaggio, ovvero uso di colorante alimentare non autorizzato. Il nome commercializzato è ‘Chiz Curls‘, di Jack & Jill. In confezioni da 55 g, con il numero di lotto 06/09/2024, corrispondente al termine minimo di conservazione. Anche questi snack provengono dalle Filippine, prodotti dall’azienda Universal Robina e distribuiti in Italia attraverso l’azienda Fresh Tropical Srl by Jawad.

chiz curls

Chi avesse acquistato i prodotti è pregato di restituirli al punto vendita più vicino in modo da rivedere un rimborso o una sostituzione equivalente.

Attenzione all’acquisto online, entrambe le opzioni sono disponibili anche su Amazon.

Cosa provocano i coloranti?

Un colorante alimentare non autorizzato potrebbe avere effetti nocivi sull’organismo. I termini di legge sono chiari e tutti i prodotti devono rispettare delle norme ben precise. In caso contrario, l’ingerimento di un alimento che ha all’interno un colorante tossico potrebbe portare a una reazione allergica inaspettata, come l’orticaria, macchie sulla pelle o difficoltà respiratorie.

Altri sintomi sono i disturbi del sonno come l’insonnia, un improvviso abbassamento della vista, ipersensibilità o tremore, alterazioni del comportamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *