Vai al contenuto

Oscar 2024: Oppenheimer distrugge tutti. Garrone a mani vuote

oscar 2024

Gli Oscar 2024 hanno confermato tutti i pronostici, consacrando Oppenheimer come film cult. Il nostro Matteo Garrone invece torna a casa a bocca asciutta, nonostante il suo sia un titolo che merita davvero. Vediamo tutti i vincitori!

Oscar 2024: tanti vincitori che ci aspettavamo, ma una piccola polemica


La novantaseiesima edizione dei premi Oscar si è chiusa e ha confermato ciò che i bookmaker pronosticavano da molto. Alla fine di tutto è stato Oppenheimer come il Miglior Film dell’anno. Il lungometraggio di Nolan aveva ben tredici nomination e per lui erano previste un minimo di 8 statuette. Ne ha vinte 7, tra cui quelli per Miglior Regia, Miglior Attore Protagonista e Non Protagonista, oltre a vari riconoscimenti tecnici.

oscar 2024

Emma Stone ha ricevuto la statuetta come Miglior Attrice Protagonista per la sua interpretazione in Povere Creature!, sconfiggendo le colleghe Lily Gladstone, Sandra Hüller, Carey Mulligan e Annette Bening. Il popolo di internet non era d’accordo, scatenando un fiume di commenti negativi.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

La categoria Miglior Attrice Non Protagonista ha visto trionfare Da’vine Joy Randolph per il suo ruolo in The Holdovers – Lezioni di Vita, superando Emily Blunt, Danielle Brooks, America Ferrera e Jodie Foster. Robert Downey Jr. ha conquistato il premio come Miglior Attore Non Protagonista per il suo contributo a Oppenheimer, celebrato sul palco insieme ad altri cinque divi vincitori di Oscar nella stessa categoria.

oscar 2024

La colonna sonora di Oppenheimer, realizzata da Ludwig Goransson, ha ottenuto il premio per la Miglior Colonna Sonora, mentre la Miglior Canzone Originale è stata assegnata a “What Was I Made For?” di Finneas O’Connell e Billie Eilish, inserita nella colonna sonora di Barbie. Il documentario “20 Days in Mariupol” ha conquistato l’Oscar come Miglior Documentario, mentre Jennifer Lame ha ricevuto il premio per il Miglior Montaggio per Oppenheimer.

Hoyte van Hoytema ha vinto il premio per la Miglior Fotografia per Oppenheimer, mentre i Migliori Effetti Speciali sono stati attribuiti a “Godzilla Minus One”. Il Miglior Film d’Animazione è stato “Il Ragazzo e l’Airone” di Hayao Miyazaki e Toshio Suzuki. “War is Over!”, firmato da Dave Mullins e Brad Booker, ha vinto come Miglior Corto d’Animazione, mentre i Migliori Trucco e Acconciature e Migliori Costumi sono stati realizzati per Povere Creature!

Matteo Garrone non ha vinto e Ceccherini dice frasi razziste

Il premio per il Miglior Film Straniero è stato assegnato a La Zona d’Interesse di Jonathan Glazer, battendo il nostro Matteo Garrone con “Io, capitano”.

E a proposito, Massimo Ceccherini durante un’intervista con Francesca Fialdini ha detto: “Matteo Garrone non vince, vincono gli ebrei. La solita allusione alle lobby ebraiche, concettualmente non diversa dalla propaganda che in qualsiasi stagione storica e a qualsiasi latitudine ha preceduto persecuzioni e violenze nei confronti delle nostre comunità“.

coverlg home

Una frase che in molti hanno percepito come razzista, ma che l’attore si è affrettato a ridimensionare: «La colpa è mia che sono un “imbianchino”. Mi sono spiegato male, io intendevo il film degli ebrei, l’argomento, non è la prima volta che un film con quel tema vince. Posso chiedere scusa se qualcuno ha capito male. Io intendevo parlare di film, stavo giocando, stavo parlando di scommesse per scherzare e di film con quell’argomento , ma ammetto che forse se non dicevo niente era meglio. Chi mi ha sgridato più di tutti è mia moglie».

Tutto un fraintendimento quindi, forse dettato dalla delusione di aver perso la massima aspirazione per un regista e attore?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *