Vai al contenuto

Frigorifero senza corrente: esiste davvero e può essere una manna dal cielo

frigo senza corrente

Frigorifero senza corrente: fino a oggi accadeva solo quando si era rotto o nel caso di interruzioni di energia elettrica.

Ma da oggi in poi non sarà più cosi: il frigorifero senza corrente sta per arrivare, e potrebbe essere un elettrodomestico che potrebbe riuscire a dare un taglio netto a bollette oltremodo salate.

Frigorifero senza corrente: una scelta ecosostenibile

Esistono diversi tipi di frigorifero senza corrente, vediamo insieme quali sono.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Bio Cooler

ll Bio Cooler è indubbiamente il modello di frigo senza corrente più diffuso.

Realizzato da Leo Burnett Colombia, è stato prodotto da Coca Cola. Questo dispositivo somiglia ad un mobile su cui stono state apposte delle  piccole piante.

Sono le piante a favorire, attraverso l’irradiazione solare, l’energia necessaria per fare funzionare il frigo, tramite l’evaporazione dell’acqua.

L’acqua evaporata viene infatti raccolta tramite un sistema sofisticato e immessa nella parte inferiore del frigo.

Qui sono presenti alcune lattine che vengono raffreddate. Più è alta la temperatura nell’ambiente, maggiore è l’evaporazione.

I produttori hanno dichiarato di avere un altro fine, oltre alla conservazione del cibo, quello della conservazione dei vaccini. Tale dispositivo è dunque molto utile ai fini della salute pubblica.

Freejis

Questo prototipo di frigo fai da te è stato ideato dall’italiana Caterina Falleni.

Freejis è formato da una parte esterna in ceramica a pasta porosa appositamente studiata per assorbire calore ed energia provenienti dall’irraggiamento solare.

L’energia termica viene trasformata in energia cinetica, e attraverso un complesso processo termico il frigo è in grado di refrigerare.

Zeer

E’ il prototipo di frigo senza elettricità più datato, si parla di più di vent’anni fa, e venne ideato dal nigeriano Mohammed Bah Abba, che progettò il frigorifero senza energia elettrica nel deserto.

Il frigo si guadagnò, per la sua inventiva, una citazione sul Time, e vinse il premio tra le migliori invenzioni dell’anno.

Funziona inserendo due recipienti uno dentro l’altro e riempendo lo spazio con sabbia bagnata.

Quando la sabbia asciuga, il calore del recipiente a contatto con l’aria del deserto, viene disperso e così si mantiene fresco il contenuto.

Questa invenzione divenne molto popolare in Africa, e vennero venduti centinaia di migliaia di modelli.

Anche questo frigo venne usato da Medici Senza Frontiere per conservare farmaci antimalarici destinati ai bambini.

Da leggere: Come conservare le uova in frigo: il trucco che non tutti conoscono

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *