Vai al contenuto

4 idee per antipasti di pesce, sfiziosi e golosi

antipasti di pesce

A corto di idee per i tuoi antipasti? Eccone qui 4 tra cui poter scegliere e che, indubbiamente, non deluderanno le aspettative di nessuno dei tuoi commensali. Anzi, al contrario, sarà il modo migliore per preparare il palato alle portate che verranno, stuzzicando l’appetito e solleticando la gola.

Antipasti di pesce sfiziosi e golosi? Piano con le dosi, o mangeranno solo quelli

L’unico rischio è che questi antipasti di pesce sfiziosi e golosi siano un po’ troppo tentatori e, quindi, si finisca con il rimpinzarsi prima ancora di mettersi a tavola sul serio.

Il segreto, allora, diventano le quantità: più sono invitanti gli antipasti, meno bisogna servirne.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Cocktail di avocado e gamberetti alla curcuma

L’antipasto di avocado e gamberetti è una pietanza dal gusto esotico, perfetto per aprire una cena a base di pesce.

La lista della spesa è piuttosto contenuta: basteranno un mango, un avocado, dei gamberetti e due arance, una per l’insalata e una per la citronette. Il resto è tutta roba che dovremo avere già in casa: olio EVO, un limone, un bicchiere di vino bianco, della curcuma e, se si vorrà, la menta fresca.

E anche la preparazione è davvero sbrigativa: tagliati a fettine il mango e l’avocado, bisogna sbucciare l’arancia, privando anche gli spicchi della pellicina e tagliandoli a tocchi. A questo punto, per preparare la citronette con cui condiremo la nostra insalata di mango e avocado, bisogna spremere la seconda arancia e unire al succo ottenuto anche un paio di cucchiai di olio EVO e mezzo limone spremuto. Aggiustare di sale e di pepe e amalgamare tutto, sbattendo il condimento energicamente con le fruste, per alcuni minuti.

Fatto questo, bisogna lavare  e sgusciare i gamberetti, privandoli dell’intestino. In una capiente padella antiaderente facciamo riscaldare un po’ d’olio con mezzo cucchiaino di curcuma e amalgamiamo i due ingredienti mescolandoli ben bene. Aggiungiamo i gamberi ed alziamo la fiamma, cuocendoli per pochissimi minuti (3 o 4 al massimo, in base alla loro grandezza) e aggiustando di sale.

Ora passiamo a condire l’insalata di avocado, mango e arancia con la citronette e riempiamo i bicchieri da cocktail per non più dei 2/3. Ora appoggiamo i gamberetti sull’insalata e irrorariamo tutto con il fondo di cottura alla curcuma. Per un colpo da maestro, una fogliolina di menta fresca ed è il momento di portare in tavola il vostro fantastico antipasto.

Alici fritte, le regine degli antipasti di pesce golosi e sfiziosi

Tra tutti gli antipasti di pesce, non potevano mancare loro: le alici fritte. Protagoniste indiscusse della tradizione italiana ma soprattutto partenopea, sono considerate nella tradizione un piatto “povero”, perché decisamente più economico ma, fidatevi, sono assolutamente prelibate.

Per prepararle, è necessario pulirle, immergendole in acqua e ghiaccio per pochi minuti, scolandole e rimuovendone le squame. Dopo essere rimaste a mollo nell’acqua ghiacciata, sarà un’operazione che richiederà davvero pochi secondi. Successivamente eliminate la testa delle alici, posizionando le dita tra questa e le branchie e facendo una leggera pressione. Inserendo un cucchiaino nella cavità, che abbiamo creato rimuovendo la testa, eliminiamo le interiora, quindi tagliamo con le forbici le minuscole pinne. A questo punto, inseriamo il coltello per sfilettare all’altezza del ventre e facciamo scorrere la lama verso la testa, aprendole a libro. Leviamo la lisca e laviamo le alici sotto l’acqua corrente.

Se, però, tutto questo procedimento vi sembra troppo lungo e complicato, pregate il vostro pescivendolo di farlo per voi: è una pratica abituale.

A questo punto, fate scaldare dell’olio d’arachidi in una pentola, e infarinate le alici. Quando l’olio avrà raggiunto una adeguata temperatura, friggete i pesci pochi per volta. Aiutatevi con una schiumarola per scolarle, mettetele su un piatto rivestito di carta assorbente, salate e pepate a piacere e aggiungete un filo di succo di limone. E questi sono i veri antipasti di pesce last minute, perché si devono preparare praticamente subito prima di mangiare.

Carpaccio di pesce spada con pepe verde e rosa

Un antipasto estremamente raffinato e facilissimo da preparare è il carpaccio di pesce spada.

Acquistate del pesce spada affumicato tagliato a fette molto sottili e mettetelo a marinare in una ciotola in cui avrete versato abbondante olio EVO, amalgamato con il succo di un limone, un pizzico di sale ed una manciata di pepe verde e rosa in grani. Lasciate riposare il pesce spada nella marinatura per almeno 6 ore in frigorifero, dopo aver coperto la ciotola con la pellicola trasparente.

Tirate fuori tutto dal frigo almeno un’ora prima di servire e mettete il pesce spada su un piatto coperto con la carta assorbente, in modo da far rilasciare tutto l’olio in eccesso. Tamponatelo ben bene e, al momento di servire, disponete il carpaccio su un piatto da porta ed irrorate con un po’ della marinatura. Accompagnate con uno spicchio di limone per ogni commensale e servite

Tartine alla crema al tonno, l’ultimo dei nostri antipasti di pesce.

Ecco un antipasto veramente formidabile, cremoso e saporito. Procuratevi un paio di lattine di tonno al naturale, della robiola, della panna fresca o, in alternativa, del mascarpone (sostituisce sia la robiola sia la panna), erba cipollina in abbondanza e il succo di un limone spremuto.

Sgocciolate e sminuzzate il tonno dentro una ciotola. In un altro contenitore, unite la robiola,  l’erba cipollina e 2 cucchiai di panna fresca. Mescolate tutto per amalgamare bene e, quando la crema sarà pronta, aggiungete il tonno sbriciolato ed il succo di limone, gradualmente e assaggiando, in modo da non esagerare.

Mescolate tutto energicamente, aggiustate di sale e di pepe e  condite con un filo d’olio.

Se non volete comprare i crostini di pane già pronti, basta tagliarne alcune fette di quello più raffermo che vi è rimasto a casa e farle dorare in una padella antiaderente che avrete, prima, tamponato con olio EVO.

Spalmate la crema di tonno sui crostini di pane croccanti e servite. Il suggerimento è di preparare i crostini per tempo, in modo da farli completamente raffreddare a temperatura ambiente. La crema di tonno sarà migliore se servita fredda.

Avete capito, adesso, perché dovete andarci piano con le dosi? Se metterete in tavola questi antipasti di pesce, solo il fatto – certo – che finiscano subito, potrà evitare che i vostri ospiti arrivino già sazi alla prima portata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *