Vai al contenuto

iPhone ricondizionato, risparmio garantito ma attenzione alle truffe! 5 consigli per l’acquisto

iphone ricondizionato

iphone ricondizionato

iPhone ricondizionato, in cosa consiste?

Volete un telefono nuovo? Vi stuzzica l’idea di prendere un iPhone ma il prezzo è troppo elevato per le vostre finanze? Nessun problema. Potete prenderne uno ricondizionato e risparmierete un bel po’. Certo, forse dovrete acquistare un modello non di ultima moda, ma le prestazioni saranno praticamente pari a uno nuovo di zecca. Di fatto, i telefoni ricondizionati sono dispositivi che sono stati riparati, testati e igienizzati per essere riportati alle condizioni di un prodotto nuovo.

cellulare ricondizionato

Per approfondire:

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

La funzione dell’iPhone che ti aiuta a dormire: è gratuita!

6 funzioni evolute di Android che l’iPhone (iOS) non ha!

Problemi di surriscaldamento di un recente modello di iPhone: in 30 minuti ha superato la temperatura di 46 gradi!

Vantaggi di acquistare un telefono ricondizionato

Acquistare un telefono ricondizionato ha diversi vantaggi, e non si tratta soltanto di una questione economica. Anzitutto, sì, è vero che potrete risparmiare, dato che i telefoni ricondizionati hanno prezzi inferiori rispetto ai modelli nuovi con le stesse prestazioni e funzionalità. Si può risparmiare fino al 40% o più in funzione del grado di ricondizionamento, del modello e della marca. Ma non solo: i telefoni ricondizionati riducono lo spreco elettronico e l’impatto ambientale della produzione di nuovi dispositivi. Riutilizzare un telefono ricondizionato significa dare una seconda vita al telefono ed evitare che finisca in discarica, mentre si contribuisce a risparmiare energia e risorse naturali.

Come se ciò non bastasse, i telefoni ricondizionati sono venduti da aziende specializzate che offrono una garanzia minima di 3 mesi, una spedizione gratuita e un reso gratuito entro 30 giorni. Inoltre, sono controllati da tecnici certificati che ne verificano il funzionamento e la sicurezza.

I gradi dei telefoni rigenerati o ricondizionati

Per capire i motivi di assegnare un prezzo e una garanzia i telefoni che non sono nuovi di zecca, bisogna tenere conto di tre gradi di ricondizionamento:

  • Grado A e AA

Riguarda prodotti semi-nuovi completi di scatola originale, accessori e manuale d’uso. Il device è in perfette condizioni estetiche, hardware e software. In questo caso, la garanzia di solito è di 12 mesi. Con il grado AA, invece, vengono indicati cellulari con piccoli graffi.

  • Grado B

Riguarda i prodotti che vengono consegnati con accessori e confezione neutra. Sono prodotti in buone condizioni che possono presentare delle ammaccature. Il telefono funziona perfettamente, ma non rientra nella garanzia del costruttore. La garanzia può essere offerta solo dal venditore ed è solitamente di 6 mesi.

  • Grado C

Riguarda cellulari rigenerati con evidenti segni di utilizzo. Prodotti di questo tipo hanno la minima garanzia di 3 mesi. Da tenere presente che spesso non hanno né la confezione originale né gli accessori come le cuffie on-ear o over-ear. In più, possono avere qualche difetto all’hardware o al software.

I venditori più noti di telefoni ricondizionati

Se volete acquistare un telefono ricondizionato, consultate le offerte online di diversi siti web, come Back Market Italia, Certideal IT, Refurbed o Swappie. Troverete una vasta scelta di telefoni ricondizionati delle migliori marche, come Apple, Samsung, Huawei, Xiaomi e molti altri. Potete anche filtrare i prodotti in base al prezzo, alla memoria, al colore, alla fotocamera e ad altri criteri.

Ad esempio, questo Xiaomi Redmi 12c è venduto su refurbed a 108,99 euro, con 12 mesi di garanzia e diritto di recesso entro 30 giorni

xiaomi redmi note 12 ricondizionato

Le regole di Apple per acquistare in sicurezza

Apple domina il mercato degli smartphone ricondizionati, grazie alla qualità e alla durata dei suoi iPhone. Tuttavia, l’azienda di Cupertino consiglia di stare molto attenti prima acquistare un iPhone ricondizionato online. Vediamo a che cosa dovremmo fare attenzione:

1. Informatevi sul venditore e sulle condizioni del modello

Prima di tutto, è necessario che l’iPhone si trovi presso un rivenditore affidabile, che abbia una corretta politica di restituzione (30 giorni). Dovete inoltre verificare se esiste un sistema di certificazione per i dispositivi ricondizionati. Assicurtevi che l’iPhone non sia bloccato.

2. Provate l’iPhone

Dopo aver ricevuto e controllato l’aspetto esterno dell’iPhone ricondizionato, accendetelo. Se l’iPhone mostra la schermata “Hello”, significa che è stato ripristinato e dovete attivarlo per testare il suo funzionamento. Se invece il dispositivo è bloccato con un codice o un ID Apple, chiedete al venditore di sbloccarlo e di ripristinarlo nuovamente.

3. Diffidata dalla schermata “bloccato dal proprietario

Qualora l’iPhone mostrasse la schermata “bloccato dal proprietario”, si tratta di un dispositivo sicuramente rubato o smarrito. Restituitelo e fatevi rimborsare.

4. Controllate le riparazioni che sono state eseguite

Controllate lo stato dell’iPhone su iOS. Su alcuni modelli, è possibile verificare se le parti sono già state sostituite e se sono state sostituite con parti originali Apple. Per farlo, basta andare su Impostazioni > Generali > Informazioni. Nella sezione Cronologia parti e riparazioni è possibile vedere quali riparazioni sono già state effettuate e se queste sono state effettuate con parti originali o con parti “sconosciute”. Come promemoria, l’uso di parti “sconosciute” può causare il malfunzionamento dell’iPhone.

Poi controllate lo stato della batteria in Impostazioni > Batteria > Stato della batteria e carica. “È possibile visualizzare la capacità massima della batteria e l’eventuale presenza di messaggi importanti sulla batteria, tra cui l’eventuale degrado delle condizioni della batteria“, spiega Apple. Oltre alla batteria, assicuratevi che l’iPhone non sia bloccato da un operatore. Per fare questo, andate in Impostazioni > Generali > Informazioni, quindi verificate che accanto a Blocco operatore sia visualizzato il messaggio ‘Nessuna restrizione SIM’. Infine, Apple consiglia di verificare che il WiFi dell’iPhone funzioni correttamente.

5. Pulsanti, schermo, ecc.

Testate anche il funzionamento dei pulsanti fisici, della fotocamera, degli altoparlanti e del microfono. Inoltre, per assicurarsi che lo schermo non abbia difetti, andate su Impostazioni > Luminosità e display e regolate il cursore per verificare che la luminosità cambi in base a questa impostazione.

Se tutto funziona, avrete fatto un affare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *