Vai al contenuto

OMS, “i dolcificanti non fanno dimagrire”, 10 curiosità e 5 ricette di torte senza zucchero!

OMS

OMS, i dolcificanti non fanno dimagrire

Chi di voi non tenta di avere un’alimentazione corretta con un corpo da “Bond girl“? Beh, a volte non si può avere tutto; dovendo farne una scelta, si deve optare per ciò che ci fa sentire meglio, con tanto di compromesso. Capiamoci: se in giugno abbiamo un evento dove ci propongono la pizza fritta, gli arancini di riso, le melanzane impanate, le lasagne, la frittura di pesce e, per chiudere, una bella fetta di tiramisù, forse è il caso di farne una scelta. Il cibo proposto è buono, ma l’estate incombe. E’ solo una questione di trovare una via di mezzo. Si può mangiare un po’ di tutto, ma senza eccessi. Un minimo di attività fisica aiuterà!

image 340

E per chi avesse pensato che dopo un lauto pasto bastasse mettere un po’ di saccarina nel caffè per risparmiarsi le calorie, ci sono brutte notizie. Perché la nuova linea guida che l’OMS ha pubblicato recentemente sconsiglia l’uso dei dolcificanti per controllare il peso. Di fatto, usare i Nss (Non-sugar sweeteners) non aiuterebbe il fisico. Della categoria fanno parte: aspartame, acesulfame K, advantame, ciclamati, neotame, saccarina, sucralosio, stevia e derivati della stevia.

Per approfondire:

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Cibi brucia grassi per la prova costume: alimenti e consigli per rimettersi in forma

15 alimenti da evitare se sei diabetico: la lista che ti aiuterà a gestire la glicemia!

La guida OMS, i criteri principali

Il documento che ha predisposto l’Organizzazione mondale della sanità e che trovate qui tiene conto di 500 studi scientifici per concludere che l’utilizzo dei dolcificanti al posto dello zucchero non conferisce alcun beneficio a lungo termine nella riduzione del grasso corporeo negli adulti o nei bambini. Questa conclusione sarebbe valida per tutti ad eccezione delle persone diabetiche, ma non per problemi di peso, bensì di salute.

Se i dolcificanti sull’organismo producono effetti del tutto simili a quelli dello zucchero che sostituiscono, la soluzione per migliorare la propria salute non può essere quella di tornare ad assumere zuccheri. Infatti, lo zucchero crea picchi di glicemia e provoca dipendenza, e, oltretutto fa ingrassare, favorendo la comparsa di diversi tipi di tumore, il diabete e le malattie cardiovascolari.

La raccomandazione da parte di Francesco Branca, direttore dell’Oms per la nutrizione e la sicurezza alimentare è “Le persone devono prendere in considerazione altri modi per ridurre l’assunzione di zuccheri liberi, come il consumo di alimenti con zuccheri naturali, come la frutta, o cibi e bevande non zuccherati“.

Le curiosità sullo zucchero

  1. Ne mangiamo 3 volte quanto dovremmo; la quantità massima dovrebbe attestarsi intorno a 25 grammi, ma in Italia ne mangiamo almeno 80 al giorno;
  2. Non ci sono zuccheri soltanto nei dolci: se ne trovano spesso nel pancarrè, nel ketchup e nelle salse in generale, nei sughi pronti e in tutti i prodotti da colazione (yogurt, succhi di frutta, cereali);
  3. E’ un prodotto che ha almeno 8.000 anni di vita; la canna da zucchero si coltivava nell’anno 6.000 a.C.;
  4. E’ stato introdotto in Europa dopo la scoperta di America; Cristoforo Colombo introdusse, nel 1493, la coltivazione della canna da zucchero nel Nuovo Mondo, 
  5. Lo zucchero grezzo è più sano di quello bianco; l’ultimo contiene  piccole quantità di melassa (quel liquido scuro che si separa dallo zucchero durante la sua centrifugazione). In essa sono presenti minerali e vitamine, ma il consumo è troppo basso per notare i benefici;
  6. Una bibita è molto più dannosa per l’organismo di una fetta di torta: lo zucchero in forma liquida non attiva i meccanismi fisiologici legati al senso di sazietà che ci fanno sentire “pieni”. Inoltre, in una lattina può essere contenuto l’equivalente di 10 cucchiaini di zucchero, pari a 38 g (abbiamo detto che il massimo dovrebbe essere pari a 25 g);
  7. Le bustine di zucchero sono nate nel 1909: grazie al francese Ernest Picard, che voleva proteggere lo zucchero dalle mosche e dai microbi della polvere. Nei ristoranti, si diffusero nel 1917. Negli Stati Uniti pesano fra i 2 e i 3 grammi; in Italia fra i 4 e 5; in Spagna 7, mentre in alcuni Paesi nordici anche 10;
  8. Non è l’unico responsabile dell’obesità; secondo gli esperti gli zuccheri “semplici” in sé non fanno ingrassare più di altri nutrienti, a parità di calorie fornite: il problema è che chi mangia molti cibi zuccherati tende ad assumere più calorie in complesso, quindi ingrassa;
  9. Da dove proviene lo zucchero che consumiamo? Principalmente da canna da zucchero (per il 65-70%) o da barbabietola da zucchero (il 30% circa);
  10. Chimicamente tra zucchero bianco, zucchero di canna e zucchero integrale non c’è alcuna differenza. La molecola dello zucchero bianco e dello zucchero grezzo di canna è, infatti, esattamente la stessa, ovvero il saccarosio.

5 ricette di torte senza zucchero per non sentirvi in colpa

Torta alle ciliegie senza burro e senza zucchero

Questa torta alle ciliegie è senza burro e senza zucchero. E’ la torta perfetta per chi ama i dolci ma contemporaneamente ama stare in linea. Il suo punto di forza è che, oltre a essere ipocalorica, è anche VELOCISSIMA.

image 341

CROSTATA AI CACHI CON FROLLA SENZA BURRO NÉ ZUCCHERO

Per questo dolce non serve lo zucchero, perché il caco ne contiene a volontà! E’ una crostata profumata e delicata. I cachi sono un frutto speciale, dolcissimo, morbido, dal sapore delicato e zuccherino (naturale).

image 342

Nuvola al cioccolato delle uova di Pasqua, Bimby e non (senza zucchero, ma dolce al punto giusto)

Questa è una torta leggera come una nuvola. Non si capisce come una torta senza burro, olio e soprattutto SENZA ZUCCHERO possa essere così buona; Fatela! E’ fenomenale. Non avrete paura di salire sulla bilancia dopo averne fatto una scorpacciata

image 343

TORTA DI MELE SENZA ZUCCHERO

Una torta naturale, fatta senza zuccheri aggiunti, dove la mela e lo yogurt sono protagonisti assoluti. Può essere preparata anche con i bambini. I tempi di realizzazione sono molto brevi.

image 344

Torta 3 ingredienti

Avete mai provato a realizzare una torta con soli 3 ingredienti? Senza zucchero? Vero che non pare possibile? Eppure, questo è un dolce elaborato con soli 3 ingredienti che potete decorare con quello che vi piace di più. Azzardatevi! il risultato non vi deluderà!

image 345

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *