Vai al contenuto

Notte di San Lorenzo 2023 e la magia delle stelle

notte-di-san-lorenzo

Notte di San Lorenzo

La notte di San Lorenzo è una tradizione molto antica e romantica, che si celebra ogni anno il 10 agosto, giorno in cui cade l’onomastico del Santo. In questa notte, si possono osservare le stelle cadenti, che in realtà sono frammenti di una cometa, la Swift-Tuttle, che attraversano l’atmosfera terrestre e si disintegrano, creando scie luminose. Non è detto che il maggiore numero di stelle cadenti si possa percepire quella notte, anche se lo spettacolo è garantito. Nei giorni precedenti o successivi potrebbero verificarsi maggiori eventi di luce.

image 67

Il picco delle Perseidi

La notte di San Lorenzo è anche il momento in cui si raggiunge il picco delle Perseidi, lo sciame meteorico associato alla cometa Swift-Tuttle. Quest’anno, il picco si avrà nella notte tra il 12 e il 13 agosto, quando si potranno vedere fino a 100 meteore all’ora. Per potere visualizzare al meglio lo spettacolo, è consigliabile scegliere un luogo lontano dall’inquinamento luminoso delle città, magari in montagna o al mare.

Per approfondire:

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Le vacanze più costose di sempre… Ferragosto in controtendenza? 26 euro per una puccia

Il lavoro degli influencer nell’estate 2023, una vera sfida!

Chi era San Lorenzo e perché le stelle cadenti in suo onore?

Il nome della notte di San Lorenzo deriva dal santo martire cristiano, che fu arso vivo su una graticola nell’anno 258 dai soldati romani su ordine dell‘Imperatore Valeriano. Secondo la leggenda, le stelle cadenti sarebbero le lacrime del santo o i tizzoni della graticola. Poiché l’evento astronomico (che dura diversi giorni) si verifica intorno al 10 agosto, ecco la scelta di abbinare il nome del santo alle rocce infuocate.

Esprimere i desideri

Si dice che in questa notte si possano esprimere dei desideri, guardando il cielo e sperando che una stella cadente li realizzi. Perché? Si tratta di un’usanza molto antica: infatti, la parola desiderio deriva dal latino “desiderium“, che significa proprio “mancanza di stelle“. Se pensiamo che secoli fa gli astri nel cielo erano una guida preziosa per viandanti e navigatori, e che ad essi ci si affidava per ritrovare la via di casa o la meta desiderata, ecco che il “desiderio” è servito.

Celebrare la notte di San Lorenzo, eventi ed idee

In Italia ci sono molti eventi organizzati per la notte di San Lorenzo, come serate astronomiche, grigliate sotto le stelle o concerti all’aperto. Potete anche organizzarvi in autonomia e scegliere un luogo lontano dalle città per una notte col naso all’insù in buona compagnia. Organizzate un picnic o un apericena all’aperto, in mezzo alla natura. Sarà un modo simpatico per incontrare gli amici e esprimere dei desideri assieme.

In alternativa, potete partecipare ai tanti eventi collettivi che vengono organizzati da una parte all’altra d’Italia, dal parco dei divertimenti Cinecittà World alle porte di Roma che ha in programma una serata speciale per questo evento alla serata astronomica al Comune di Semivicoli in Abruzzo il 13 agosto, passando per le Grigliate Astronomiche al Castello di Petroia a Gubbio e l’evento al telescopio alla Cantina Mesa a Porto Pino, in Sardegna.

Porto Pino

La spiaggia di Porto Pino vista dalle dune poste all’estremità orientale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *