Vai al contenuto

Morta Sandra Milo, grande attrice dagli anni Cinquanta. Ispirò Fellini e recitò accanto a grandi attori come Toto e Vittorio De Sica

Morte Sandra Milo

Sandra Milo, grande attrice dagli anni cinquanta
Dagli anni cinquanta, protagonista femminile tra cinema e televisione

Si è spenta Sandra Milo, nel 2023 aveva compiuto ben novant’anni. Il decesso nella sua abitazione e vicino ai suoi cari. I giornali la ricordano per essere stata la musa di Federico Fellini che scherzosamente la chiamava anche Sandrocchia. Il regista, nonostante diciassette anni di storia clandestina, era affiatato alla moglie Giulietta, aveva un rapporto speciale con le donne, i set li riempiva di “maggiorate”, lanciò nel cinema tanti talenti e, tra i nomi delle attrici non bisogna dimenticare Claudia Cardinale e Anita Ekberg.

Settanta film e la storia con Bettino Craxi

Il nome anagrafico di Sandra Milo è Salvatrice Elena Greco, marzo 1933. Ha interpretato ben settanta film lavorando con i registi più importanti del cinema italiano. Li elenchiamo: Roberto Rossellini, Antonio Pietrangeli, Sergio Corbucci, Luigi Zampa, Dino Risi, Luciano Salce, Duccio Tessari, Pupo Avati, Gabriele Salvatore, Gabriele Muccino, infine Federico Fellini.

Frequentò per due anni Bettino Craxi, fu socialista e appoggiò le campagne del politico. Confessò i suoi diciassette anni come amante di Federico Fellini, dichiarazione del 2009, a sedici anni dalla morte del regista. Sandra Milo finì nelle cronache anche per per il matrimonio durato 21 giorni, con il marchese Cesare Rodighiero, nozze avvenute solo a quindici anni. L’attrice ha avuto anche dei figli, Deborha dalla relazione di undici anni con Moris Ergas, Ciro e Azzurra con Ottavio De Lollis.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

I film che ha interpretato

La donna che venne dal mare 1957 De Sica e Milo
Wikipedia: Francesco De Robertis (director), Enzo Serafin, Carlo Carlini (cinematographers), Film Costellazione Produzione, Tellus Films (production) – Screenshot taken by Spinoziano from the film Vittorio De Sica e Sandra Milo in una scena del film La donna che venne dal mare (1957). Come indicato nei titoli di testa del film: “Interni e riprese sonore realizzati negli stabilimenti di CINECITTÀ” [Roma].

Lo Scapolo è un film del 1955, regia di Antonio Pietrangeli, la prima pellicola dove ha recitato Sandra Milo. Nella sceneggiatura troviamo anche Ettore Scola. Gabriella è il personaggio interpretato, nel set Alberto Sordi nel ruolo di Paolo Anselmi e Nino Manfredi nel ruolo di Peppino. Gabriella è la giovane hostess di una piccola pensione che riuscirà a conquistare Paolo Anselmi, scapolo convinto per tenersi stretta la libertà.

Le avventure di Arsenio Lupin, un film del 1957, regia di Jacques Becker e tratto dai romanzi di Maurice Leblanc. Sandra Milo interpreta Mathilde Duchamp. Questa volta, il ladro gentiluomo è impegnato in furti importanti e in particolare a danno del Kaiser Gugliermo II.

Di Francesco De Robertis, regista, troviamo La donna che venne dal mare, una delle ultime pellicole in bianco e nero di De Robertis. Sandra Milo che interpreta Danae Niebel è protagonista con Vittorio De Sica, nel ruolo del console Bordogin. Un film di spionaggio ambientato nella Seconda Guerra Mondiale.

Tra i tanti film, la pellicola di Steno, Totò nella luna, anno 1958. Steno partecipò anche alla sceneggiatura e ritroviamo Ettore Scola insieme a Sandro Continenza. Produttore: Mario Cecchi Gori. Sandra Milo Interpreta Tatiana, Totò è il cavalier Pasquale da Poggio Mirteto e nel set c’è anche Ugo Tognazzi nel ruolo di Achille Paoloni.

Vanina Vanini è un film del 1961 di Roberto Rossellini, un soggetto drammatico ripreso dagli scritti di Stendhal. Nelle sceneggiatura Rossellini non lavorò da solo, tra i nomi importanti troviamo Franco Solinas, Diego Fabbri e Antonello Trombadori. Le musiche invece sono di Renzo Rossellini, il fratello. Vanina Vanini, interpretata da Milo, è una giovane donna aristocratica che si innamora di un affiliato alla Carboneria.

Questi sono alcuni dei film interpretati, ma l’elenco è lunghissimo, per l’attrice si può contare una o più partecipazioni all’anno. Nel 2023, Il più bel secolo della mia vita e il documentario di Daniele Cipri, “Roma, santa e dannata”.

Presenza televisiva

Vanity Fair ha dedicato un articolo sull’ultima intervista rilasciata per la rivista. Le apparizioni dell’attrice, che nella sua carriera ha ricevuto tanti premi e riconoscimenti (David di Donatello, Nastro d’argento, globo d’oro e Taormina Film Fest) sono tante tra programmi, partecipazioni, spot pubblicitari e programmi radiofonici. Primo programma televisivo Studio Uno, anno 1966 e prosegue don Ci Vediamo Stasera e poi A modo mio, su Rete 1, 1977. Nel 2023 è stata concorrente del Cantante Mascherato, nel 2022 è stata giudice ospite a Drag Race Italia su Real Time ma anche qui l’elenco di programmi televisivi continua.

Continua dopo gli annunci...

Autore

Mi chiamo Iole Di Cristofalo e mi piace scrivere, svolgo come lavoro quella del web content editor, ho aggiornato le mie competenze imparando a creare video e grafiche online. In rete mi occupo di attualità, cronaca, scienze, ambiente e cultura, fotografia e video. Ultimi corsi professionali seguiti: comunicazione multimediale, web copywriting, scrittura d'impresa.View Author posts

Lascia un commento