Le Associazioni a tutela del consumatore nella sua giornata

giornata mondiale del consumatore

La giornata dedicata alla transizione ecologica

Oggi, 15 marzo del 2023, si celebra la giornata mondiale per i diritti dei consumatori. Siamo alla 37a edizione e le associazioni dei consumatori rendono omaggio alla ricorrenza. Quest’anno la giornata è dedicata alla transizione ecologica verso l‘energia pulita. L’obiettivo è sensibilizzare la popolazione sull’ambizioso obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra del 55% entro il 2030 e di raggiungere la neutralità climatica entro il 2050.

Linee guida per evitare le truffe

In occasione della ricorrenza, il Mise ha elaborato delle linee guida per aiutare i consumatori a vivere serenamente e a non incappare in alcune delle truffe più comuni ai danni del consumo. Di seguito vi proponiamo le principali:

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Quando si richiedono dati sensibili, riconoscere la provenienza di email, Sms e telefonate fraudolente.

Nel nostro articolo su Vishing, Phishing e Smishing riconoscerete le caratteristiche delle truffe telematiche (telefonate, email e Sms). Verificate sempre la provenienza delle comunicazioni, non cliccate sui link e non forniti PIN né password.

Non avere fretta

Diffidate sempre dal tono frettoloso con cui vi viene chiesto di agire per un servizio in scadenza, una promozione o un pagamento non andato a buon fine. E ricordate che avete sempre tempo per cambiare idea. Controllate prima di “lanciarvi”.

Dubitare delle promozioni a prezzi stracciati

Valutate bene le offerte a prezzi stracciati. Potrebbero riguardare prodotti contraffatti o trattarsi semplicemente di tentativi di appropriarsi dei vostri denari. State attenti anche agli operatori che vi propongono al telefono contratti vantaggiosi, ma non vi fanno vedere alcuna bozza. Gli operatori dei call center appoggiati alle utilities spesso buttano un’esca che materialmente non troverà riscontro reale. Chiedete sempre di vedere per scritto quello che vi presentano a voce.

Verificare le pagine web su cui si effettuano gli acquisti

Controllate bene che le pagine web su cui fate acquisti vi sia l’indirizzo “https”, la presenza del lucchetto nella barra di indirizzo e i dati del venditore. Controllate, all’occorrenza, i dati sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Cercate eventuali feedback sul venditore.

Attenzione alla gestione di dati, informazioni e documenti personali

Inviate dati sensibili solo se siete certi dell’identità dell’interlocutore. Come già detto, non inviate mai PIN o password

Rivolgersi alle associazioni dei consumatori o alla polizia postale

Se comunque rimanete vittime di una truffa potete denunciare quanto accaduto alla Polizia Postale Inoltre, a tutela del consumatore ci sono molte associazioni che aiutano le persone a difendersi dalle truffe. Vi proponiamo le principali

Associazione consumatori

Condividi con i tuoi amici…

Lascia un commento