Vai al contenuto

Come essiccare i fiori: molto più di un hobby

come essiccare i fiori

Se ti stai chiedendo come essiccare i fiori per creare delle composizioni personali oppure solo per il piacere di conservarli a tempo indeterminato, puoi continuare la lettura di questo articolo e scoprire come fare.

L’essiccazione dei fiori non è un hobby o un gioco, si tratta di un’antica arte atta a conservare l’aroma e la bellezza delle fioriture a tempo indeterminato. Questi metodi hanno secoli di età e sono il risultato di tantissimi esperimenti e studi approfonditi di cui oggi possiamo godere e creare composizioni floreali secche, souvenir o decorazioni per casa. Continua a leggere per scoprire come essiccare i fiori.

Strumenti necessari

Iniziamo con l’elencare gli strumenti che ti serviranno per essiccare i fiori e partiamo col dire che serviranno necessariamente dei fiori freschi: scegli i tuoi fiori preferiti, ma stai attento/a a prenderli integri e in piena fioritura. Ti saranno utili un taglierino o delle forbici per poter tagliare gli steli in modo ottimale, inoltre un filo da pesca o un elastico si rivelerà perfetto per legare insieme alcuni mazzetti di fiori. Carte da giornale o carta velina potranno tornarti utili in quanto possono rappresentare la base sulla quale essiccare i fiori.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Il processo di essiccazione dei fiori è molto delicato e necessita di una protezione per i fiori in quanto potrebbero danneggiarsi, per questo procurati delle scatole di cartone proprio per proteggere i fiori. Assicurati di trovare un luogo fresco, asciutto e buio in quanto i fiori hanno bisogno di questa tipologia di habitat per potersi essiccare in modo perfetto.

come essiccare i fiori

Istruzioni su come essiccare i fiori

Le tappe per questo lavoro sono diverse e la prima riguarda proprio la raccolta dei fiori, fallo nelle prime ore del mattino in quanto i fiori sono più freschi e ricchi di rugiada. A questo punto rimuovi le foglie e gli steli alla lunghezza che desideri, infine assicurati che il tutto sia perfettamente asciutto e privo di umidità. Il prossimo passo prevede il raggruppamento dei fiori in piccoli mazzetti, una volta fatto dovrai legarli con un elastico o il filo da pesca.

Ora arriva uno dei momenti più delicati, ovvero l’applicazione della pressione che serve a conservare i fiori nella posizione desiderata, per farlo dovrai prendere i mazzetti e porli tra due fogli di giornale o carta velina, in seguito ponili in una scatola di cartone. Prendi poi la scatola e riponila in un luogo asciutto e buio per un periodo di almeno due settimane, tuttavia è meglio controllare periodicamente il processo in modo da verificare l’uniformità del processo. Quando il tutto sarà essiccato, rimuovili delicatamente dalla carta velina, poi usa i tuoi fiori per creare una composizione floreale secca, o un qualsiasi altro progetto che la tua fantasia possa elaborare.

Come essiccare i fiori: alcuni consigli

Ricorda che i fiori dovranno essere completamente asciutti prima di essere messi a essiccare in quanto potrebbero creare muffe e rendersi quindi inutilizzabili. Il sole potrebbe essere un nemico per il processo in quanto i suoi raggi porterebbero uno sbiadimento dei colori accesi propri dei fiori scelti. Se decidi di operare su fiori come margherite e rose, ricorda che essiccheranno meglio a testa in giù. In ultimo prova a utilizzare fiori di ogni genere per variare l’estetica del tuo progetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *