Vai al contenuto

I folli rincari Telepass e le alternative più economiche

telepass

Telepass ha annunciato dei rincari a luglio che stanno spingendo gli automobilisti ad abbandonare la nave prima che sia troppo tardi. Ma perché i nuovi costi e come cambiare?

Di quanto ha aumentato Telepass?

Con l’inizio di luglio, gli automobilisti Telepass subiranno un rincaro mensile per il servizio base che passerà da 1,83 euro a 3,90 euro, con un incremento superiore al 113%. E il Telepass Plus non è esente dall’aumento dei costi: il canone mensile attuale di 3 euro passerà a 4,90 euro a partire dal 1° luglio per i nuovi abbonati iscritti dopo il 15 aprile 2024. Per coloro che si sono abbonati prima di questa data, il costo aumenterà ulteriormente, raggiungendo i 5,14 euro al mese.

Qual è la motivazione di Telepass? Un nuovo posizionamento nel mercato consumer, ovvero il proposito di diventare la compagnia più importante nel settore e ciò comporta oneri, costi e investimenti necessari per migliorare la qualità e i servizi offerti. Questo comporta delle spese aumentate che pagheranno i consumatori.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

telepass

A questo punto gli automobilisti hanno due scelte: restare con Telepass e usufruire dei nuovi servizi o cercare delle alternative più economiche.

Le nuove promozioni per i clienti Telepass Plus entro il 2 maggio 2024 offre oltre 25 servizi di pagamento, tra cui skipass, trasporto pubblico e treni, rispetto ai 6 servizi offerti dal piano base. Inoltre, sempre per i Plus, sarà possibile associare due targhe a ogni dispositivo, permettendo quindi una maggiore flessibilità economica.

Per chi lo usa poco, c’è la formula “Pay per use” di Telepass che comporta un costo di 1 euro al giorno, sostituendo il precedente 2,50 euro al mese per lo stesso servizio.

Chi passa dal servizio Base al Plus, avrà un vantaggio: effettuando il cambio entro il 3 giugno 2024, sarà esentato dal pagamento del canone di Telepass Plus per 20 mesi e riceverà il 10% di cashback sui pedaggi autostradali per i mesi di giugno e agosto. Chi invece attiva Base o Plus come nuovo utente entro il 3 giugno 2024 avrà diritto al 10% di cashback sui pedaggi tra giugno e agosto, oltre a 12 mesi di esenzione dal canone.

Cosa fare per recedere?

Per coloro che non desiderano accettare i nuovi termini, è possibile rescindere il contratto Telepass Family senza penali o costi di disattivazione entro il 30 giugno 2024. In caso di recesso, i clienti hanno sei mesi di tempo per restituire il dispositivo. La disdetta viene fatta tramite:

  • Online o via email/PEC: dal sito di Telepass vengono specificati i passaggi da seguire.
  • Telefonicamente: è possibile comunicare la volontà di recedere dal contratto chiamando il numero verde 800 904940, disponibile dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 17:00.
  • Fisicamente: Restituendo il dispositivo presso uno dei punti di assistenza Telepass distribuiti sul territorio, la disdetta sarà considerata valida.

Chi decide di non recedere dal servizio non dovrà compiere alcuna azione; le modifiche entreranno automaticamente in vigore a partire dal 1° luglio 2024.

Quali sono le alternative economiche a Telepass?

unipolmove

I servizi di telepedaggio in Italia sono tre: Telepass, UnipolMove e MooneyGo, ciascuno con le proprie offerte e tariffe.

Tutti e tre permettono il pagamento del pedaggio autostradale in Italia, inclusi i caselli transfrontalieri, i parcheggi convenzionati, l’Area C di Milano e il biglietto per il traghetto sullo Stretto di Messina. Le loro app permettono anche di pagare altri servizi legati alla mobilità, come noleggio di veicoli, taxi, bollettini PagoPA, bollo auto, tagliando auto e mezzi pubblici.

La differenza è nei costi, oltre al fatto che Telepass è il più famoso e ha dei servizi aggiuntivi.

UnipolMove ha un costo di 1,50 euro al mese e senza costi di attivazione, risulta il più economico, specialmente per chi usa poco le autostrade e desidera un servizio semplice senza sacrificare il portafogli. La formula “Pay per use” di UnipolMove ha un costo di 50 centesimi al giorno di utilizzo, più un costo di attivazione di 10 euro.

MooneyGo

MooneyGo costa 1,50 euro al mese con un costo di attivazione di 5 euro, mentre la modalità “Pay per use” a 2,20 euro per tutto il mese di utilizzo, con un costo di attivazione di 10 euro. Rispetto al precedente permette di associare due targhe al dispositivo, risultando conveniente per aziende e famiglie con più auto.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *