Vai al contenuto

Mogol candidato a premio Nobel! Una vita fatta di parole

mogol

Le sue parole hanno accompagnato intere generazioni, restando impresse nella mente come uno stampo su carne viva. Oggi Mogol potrebbe vincere il premio Nobel per la letteratura. Ne ha parlato lui stesso, ecco cosa ha detto.

Mogol, tra musica e parole

A 87 anni compiuti, Mogol, celebre autore italiano, ha recentemente ricevuto l’ennesima conferma del suo prestigio culturale: la sua candidatura al Nobel per la Letteratura è stata annunciata dal Ministero della Cultura, dalla SIAE e da altre istituzioni. La notizia è stata condivisa direttamente da Mogol durante la sua partecipazione alla Fiera “Più libri, più liberi” a Roma, dove ha condiviso il palco nella presentazione del libro “Il potere dei morti” di Giulio Caporaso.

mogol

Giulio Rapetti Mogol, questo il tuo nome intero, ha dedicato decenni alla valorizzazione della cultura popolare, un impegno che si riflette anche nel suo ruolo chiave alla guida del Cet, il Centro Europeo di Toscolano. Questa accademia musicale di prestigio ha plasmato numerosi talenti nel panorama musicale italiano, contribuendo in modo significativo alla crescita della musica leggera nel paese.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

La sua “poetica” personale si è evoluta con intuizione, sia attraverso la prolifica collaborazione con Lucio Battisti, che con decine di canzoni di grande rilevanza interpretate da artisti di spicco come Mina, Ornella Vanoni e altri.

omaggio a lucio battisti

Oltre a essere un autore di successo, la figura di Mogol si inserisce anche nel contesto della sua biografia, contraddistinta da una costante dedizione alla promozione della musica italiana. Oggi, rappresenta non solo un punto di riferimento per numerosi artisti, ma anche una figura di rilevanza storica nell’ambito della canzone d’autore italiana.

Chi ha vinto l’ultimo Nobel per la letteratura?

Nell’ottobre 2023 si è svolta l’ultima rassegna dei premi Nobel, Jon Fosse ha vinto il Premio Nobel per la Letteratura 2023, che gli è stato assegnato dall’Accademia Svedese per «la drammaturgia e la prosa innovative che danno voce all’indicibile». In Italia Jon Fosse non è molto popolare, questo ci aiuta a capire che non è essenziale essere famosi in tutto il mondo per essere insigniti da questo riconoscimento internazionale.

Se la candidatura fosse accettata, potrebbe concorrere con altri scrittori e poeti, conferendogli ulteriore stima e visibilità. Mogol ha detto: “Preferisco ritenerla un’eventualità eccezionale (si riferisce alla probabilità di vincere ndr) e ora come ora non voglio arrovellarmi a pensare a come andrà, solo il fatto di essere stato candidato è una cosa molto bella”. La prima candidatura è stata fatta nel 2016, sempre in Letteratura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *