Vai al contenuto

I droni, le sentinelle dell’ordine, 8 funzioni utili

droni

I droni, che cosa sono?

Gli ultimi giorni sono stati caratterizzati dalla presenza di incendi, da una parte, e di maltempo dall’altra. Spesso, ai telegiornali abbiamo sentito parlare della funzione dei droni, che avrebbero individuato in alcui casi i responsabili degli incendi dolosi che si sono verificati al Sud del nostro Paese. E che sono stati utilizzati per individuare i focolari. Sentiamo spesso nominare i droni quando vediamo le notizie sulla guerra in Ucraina. Ma, che cosa sono i droni, come funzionano e qual’è la loro utilità?

Per approfondire:

Guerra Ucraina: decollano da Sigonella i primi droni

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Corea del Nord testa drone tsunami radiottivo a 150 m di profondità

Funzionalità dei droni

I droni sono dei dispositivi volanti che possono essere controllati a distanza da un telecomando o da un computer. Sono usati per vari scopi, come la fotografia, il trasporto, la sorveglianza, la ricerca, l’agricoltura e il divertimento. Esistono diverse tipologie a seconda delle dimensioni, delle forme, delle funzioni e delle prestazioni. Scopriamo quali sono i più comuni e quali sono le loro prestazioni.

Esempi di droni

Vi proponiamo alcuni esempi di dispositivi usati regolarmente; tuttavia, la tecnologia fa passi da gigante e ce ne sono tanti altri che potrebbero essere utili per i vostri scopi, se siete interessati ad utilizzarne uno. Intanto, vediamo le loro caratteristiche e potenzialità

  1. DJI Mini 3: è un dispositivo compatto e leggero, con una fotocamera da 12 MP che registra video in 4K HDR. Ha un’autonomia di volo di 38 minuti e diverse funzioni intelligenti. È considerato tra i migliori dispositivi per prendere confidenza con il mezzo;
  2. DJI Air 2S: è pieghevole e potente, con una fotocamera da 20 MP che registra video in 5.4K. Ha un’autonomia di volo di 31 minuti e una trasmissione video fino a 12 km. Ha un’ottima qualità delle immagini ed è ottimo per la fotografia e per i soccorritori;
  3. DJI FPV: èinnovativo e veloce, con una fotocamera da 12 MP che registra video in 4K a 60 fps. Ha un’autonomia di volo di 20 minuti e una velocità massima di 140 km/h. È considerato uno dei imgliori apparecchi per l’esperienza di volo immersivo;
  4. PowerEGG X: è multifunzionale e resistente, con una fotocamera da 12 MP che registra video in 4K a 60 fps. Ha un’autonomia di volo di 30 minuti e può trasformarsi in una videocamera o in un drone impermeabile. È uno dei migliori dispositivi per le condizioni meteo avverse.
image 245

Drone PowerEGG X

In quali settori si utilizzano i droni? 8 funzioni utili

Come abbiamo visto, questi dispositivi si utilizzano in molti settori, sia professionali che ricreativi. Alcuni altri settori dove potrebbero rivelarsi essenziali (quello delle consegne), stanno valutando le modalità di gestione delle loro potenzialità. Vediamo come si utilizzano nei principali settori:

  1. In fotografia e cinema: questi piccoli oggetti volanti permettono di catturare immagini e video spettacolari da angolazioni insolite o difficili da raggiungere con altri mezzi. Sono molto usati per documentari, pubblicità, eventi sportivi e matrimoni;
  2. In agricoltura: i droni possono aiutare gli agricoltori a monitorare le colture, il bestiame, il terreno e le condizioni climatiche. Possono anche effettuare operazioni di semina, irrigazione, fertilizzazione e diserbo;
  3. In sicurezza e sorveglianza: i droni possono essere impiegati per prevenire e contrastare attività criminali, terroristiche o illegali.
  4. In ricerca e il soccorso: possono essere utilizzati per localizzare persone o animali dispersi o in pericolo, per fornire assistenza medica o materiale, per valutare i danni causati da calamità naturali o incidenti;
  5. In attività di mappatura e topografia: possono raccogliere dati geografici, geologici e ambientali con elevata precisione e risoluzione. Possono anche creare mappe tridimensionali del territorio o di edifici;
  6. Nella gestione dei magazzini: la tecnologia dei droni per la gestione professionale dei magazzini va a migliorare il lavoro, ridurre i costi e ottimizzare l’efficienza della gestione;
  7. Nella viticoltura di precisione: negli ultimi anni, sempre più agricoltori si affidano alla viticoltura di precisione per garantire la qualità del loro prodotto. I droni sono diventati uno strumento essenziale in questo tipo di strategie;
  8. Nelle consegne: potrebbero rappresentare una valida alternativa, specialmente per quanto riguarda “l’ultimo miglio”, cioè la tappa più vicina alla destinazione finale.

Questi sono solo alcuni esempi dei settori in cui i droni si utilizzano, ma ce ne sono molti altri. Trattandosi di una tecnologia in continua evoluzione, ci sono grandi opportunità e sfide per il futuro.

Le regole per volare con i droni

Le regole per volare con i droni in Italia sono stabilite dal Regolamento UAS-IT (ENAC) e dai Regolamenti EASA. In generale, le regole dipendono dalla categoria di operazione (Open, Specifica o Certificata), dal peso e dalle caratteristiche del drone, dallo scopo e dal luogo del volo. Alcune regole comuni sono:

  • Registrare il drone presso l’ENAC, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, compilando e inviando il modulo online;
  • Avere una polizza assicurativa valida per il volo del drone;
  • Non volare di notte o in condizioni meteorologiche avverse;
  • Mantenere il contatto visivo diretto con il drone e non superare i 500 metri di distanza operativa;
  • Non volare sopra i 120 metri di altezza nella categoria Open e sopra i 150 metri nella categoria Specifica;
  • Non volare vicino a persone, animali, edifici, veicoli, strutture militari, siti archeologici o aree protette senza il loro consenso;
  • Non volare in spazi aerei controllati o vicino a aeroporti o eliporti senza autorizzazione;
  • Non volare con più di un drone alla volta;
  • Munirsi di un attestato di competenza per operare con droni di massa superiore a 249 grammi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *