Vai al contenuto

Patatine fritte che non fanno male? Ecco la ricetta

patatine fritte

Le patatine fritte sono tra gli sfizi più golosi al mondo, ma fanno anche terribilmente male. Giusto? Aspettate prima di dirlo. Vi proponiamo una ricetta ottimale per renderle più salutari e sentirvi meno in colpa.

Le patatine fritte fanno meno male delle verdure (fritte)

Il settore della salute si è preoccupato del potenziale cancerogeno delle patatine surgelate, suggerendo quindi di prepararle a casa per diminuire il rischio di conseguenze a lungo termine. Un’analisi del potere di assorbimento di olio delle patate ha svelato come riescano ad assorbire solo il 5%, un tasso molto più basso rispetto al 30% di melanzane e zucchine. Non c’è quindi un particolare danno, a patto però di usare olio di semi o di oliva, ed evitare quelle pietanze prefritte che risultano più pesanti e ricche di conservanti.

La differenza la fa tutto l’amido, capace di sigillare la patata e permettergli di assorbire meno olio possibile. L’amido delle patate con granuli grossi e ricco di amilopectina è particolarmente efficace. Ovviamente, nel caso dei prodotti prefritti, non solo c’è già stata una prima frittura, ma anche l’amido si è volatilizzato, comportando un assorbimento più alto di olio.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Ricetta patatine fritte che non fanno male

Ingredienti per 2 persone:

  • 2 patate;
  • acqua;
  • olio extravergine di oliva o di semi;
  • sale.

Procedimento

Sbucciate le patate e tagliatele sottili e lunghe. Mettetele in una bacinella d’acqua così da far perdere un po’ di amido e renderle super croccanti al momento della frittura. Dopo circa 30 minuti, asciugatele con della carta assorbente. A questo punto, versate due cucchiai di olio in una padella antiaderente e, quando sarà ben caldo, friggete le patatine in modo omogeneo. Meglio versarne un po’ alla volta, così da evitare l’effetto “bianco/marrone” sui lati.

Al termine, asciugate l’olio in eccesso e salate il tutto. Un’altra variante è utilizzare una friggitrice ad aria. Questo dispositivo elettrico è una sorta di forno ventilato, capace di cuocere a temperature elevatissime, facendo passare l’aria anche al di sotto. In molti stanno optando per questo elettrodomestico, in quanto simula i risultati di una frittura, rendendo le pietanze croccanti e gustose. Ci vuole meno olio e più tempo di cottura, ma a guadagnarne sarà la salute e la casa che non puzzerà più di fritto.

In questo caso, basterà girare molto bene le patate in una ciotola con dell’olio, in modo che quest’ultimo riesca a ungere tutte le parti. Il risultato sarà sano, buono e adatto anche ai più piccoli. Provare per credere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *