Vai al contenuto

Giornata dell’amicizia: classifica dei 10 film più belli sui BF

amicizia

Quale migliore modo di festeggiare e celebrare la giornata mondiale dell’amicizia se non guardare tutti insieme un bel film su questa tematica? La lista potrebbe essere estremamente lunga, per questo motivo abbiamo scelto di scremarla e il risultato sono questi fantastici 10 film, da non perdere assolutamente!

E.T. l’extraterrestre

Un grande classico degli anni ’80 che racconta la storia dell’amicizia tra un bambino e un alieno. Un’occasione per tornare piccoli, ma anche per far conoscere questo film ai bambini delle nuove generazioni. Insegnerà loro quanto sia importante essere gentili e, soprattutto, fedeli all’amicizia.

Harry Potter

Il film per antonomasia sull’amicizia. Il povero Harry cresce da solo, non sa cosa significhi amore e affetto ma tutto cambia quando scopre di essere un mago e di dover frequentare una scuola apposita. A Hogwarts incontrerà due amici, in particolare, che lo salveranno dalla solitudine e saranno per lui quella famiglia che non ha mai avuto. Una saga che ha scritto la storia del cinema.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Il bambino con il pigiama a righe

Titolo strappalacrime, consigliato a un pubblico adulto. È la storia di un’amicizia tra il figlio di un nazista e un bambino ebreo rinchiuso in un campo di concentramento. L’affetto nascerà in maniera pura e spontanea, tanto da oltrepassare la rete di recinzione del lager. Purtroppo il finale è disperato. Non ve lo spoileriamo, ma noi siamo ancora scioccati.

Quasi amici

Commedia che fa ridere (ma anche commuovere), è il classico film che non ti stanchi mai di rivedere. Racconta del rapporto tra un badante di colore, povero in canna, e un ricco francese costretto alla sedia a rotelle. Una coppia che più mal assortita non si può, eppure diventano talmente amici da cambiare in meglio le loro rispettive vite.

Papà, ho trovato un amico

Questo film se lo ricorderà chi ha 30-40 anni, questa fascia di età è rimasta praticamente traumatizzata da quel che sembrava un’altra commedia di Macaulay Culkin. Il tono, invece, non è da “Mamma ho perso l’aereo”, ma una pellicola che spiega la bellezza di un’amicizia, anche nelle sue sfumature peggiori. Se lo trovi, devi assolutamente guardarlo (e piangere).

Belle e Sebastien

Il cane è il migliore amico dell’uomo, ancor di più di un bambino. È il caso di Belle e Sebastien, film del 2013 e cartone della nostra infanzia. Un piccolo orfanello fa amicizia con un grosso cane. I due diventano subito amici, tanto da proteggersi a vicenda, anche quando subentrano minacce ben più grandi e spaventose.

Una notte da leoni

Una commedia tutta da ridere? Quella di Una Notte Da Leoni! Le folle gesta di un gruppo di amici all’indomani di un importante matrimonio sono diventate parte integrante di una saga cinematografica. Non è la classica amicizia tutta cuori e sentimenti, ma c’è spazio anche per dei bei insegnamenti (ma sono molte di più le risate).

Il signore degli anelli

Impossibile non citare Il Signore Degli Anelli, la compagnia che accompagnerà Frodo nella sua avventura, rischiando la propria vita pur di permettere all’hobbit di distruggere l’anello del potere. La pellicola dura tantissimo, ci sarà ampio spazio per battaglie epiche, dialoghi fantasy, ma tutto sarà legato al sacro valore dell’amicizia. E, alla fine, c’è anche una morale: con gli amici giusti, è possibile compiere qualsiasi impresa.

Hachico

Ancora un altro film con protagonista un cane, in questo caso però è più un esempio di fedeltà assoluta. Hachico è una leggenda nel suo paese di origine, il Giappone, e la sua fama ha valicato i confini fino ad approdare a Hollywood, con Richard Gere nelle vesti del padrone di Hachico. La pellicola cinematografica è splendida, dall’inizio alla fine, perciò è da assaporare in ogni sua piccola sfumatura.

Il grande freddo

Considerato un cult degli anni ’80, Il Grande Freddo racconta di una comitiva di persone che si ritrova, dopo 15 anni, a causa del funerale di uno di loro (morto per suicidio). In poco tempo verranno fuori tutte le aspirazioni non raggiunte, i sogni infranti e quella vita adulta così diversa da quanto si aspettavano. È un titolo ideale per riflettere sugli amici, sul fermarsi nel momento giusto e sulla contestazione giovanile, essendoci dei richiami alla generazione del Sessantotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *