Vai al contenuto

Bollette dell’energia elettrica e del gas in aumento: come prepararsi e gestire l’impatto economico

Secondo le recenti dichiarazioni del presidente di AEEGSI, Guido Bortoni, entro la fine del 2022 ci si aspetta un aumento delle bollette dell’energia elettrica del 25% per gli utenti domestici e del 20% per gli utenti industriali. Questo aumento è dovuto principalmente all’aumento dei costi delle fonti di energia rinnovabile, come il solare e il vento, che hanno contribuito alla riduzione della dipendenza dalle fonti di energia fossile, ma che sono anche più costose da produrre e distribuire.

I modi per gestire l’aumento delle bollette dell’energia elettrica e del gas

Inoltre, il presidente di AEEGSI ha affermato che l’aumento delle bollette sarà anche dovuto all’incremento dei costi delle infrastrutture necessarie per garantire la distribuzione dell’energia elettrica, come la costruzione di nuove linee elettriche e la manutenzione delle esistenti.

Per quanto riguarda le bollette del gas, si prevede un aumento del 20% per gli utenti domestici e del 15% per gli utenti industriali. Anche in questo caso, l’aumento è principalmente dovuto all’aumento dei costi delle fonti di energia rinnovabile utilizzate per la produzione del gas, come il biogas ottenuto dai rifiuti organici.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

È importante notare che questi aumenti delle bollette non sono stati ancora confermati dal governo, che dovrà valutare se e in quale misura saranno applicati. Tuttavia, è probabile che gli utenti domestici e industriali dovranno prepararsi a un aumento delle proprie bollette dell’energia elettrica e del gas nei prossimi mesi.

Per alleggerire il carico economico delle bollette, gli utenti possono prendere in considerazione alcune soluzioni come l’installazione di pannelli solari o di altre fonti di energia rinnovabile per produrre energia elettrica o il passaggio a fonti di energia meno costose. Inoltre, è importante prestare attenzione all’efficienza energetica della propria abitazione o attività commerciale, adottando misure come l’isolamento termico o l’utilizzo di apparecchiature elettroniche a basso consumo energetico.

Inoltre, è sempre possibile confrontare le offerte di diverse compagnie elettriche e gas per trovare quella più conveniente, anche se gli aumenti previsti potrebbero influire sulla scelta finale.

In ogni caso, è importante tenere presente che l’utilizzo di fonti di energia rinnovabile e l’efficienza energetica non solo contribuiscono a ridurre il carico economico delle bollette, ma anche a preservare l’ambiente e a ridurre le emissioni di gas serra. Pertanto, anche se può essere difficile affrontare gli aumenti delle bollette, è importante considerare anche i benefici a lungo termine dell’adozione di pratiche più sostenibili per l’utilizzo dell’energia.

Inoltre, il governo potrebbe decidere di implementare misure di sostegno per aiutare le famiglie e le aziende a gestire gli aumenti delle bollette, come ad esempio l’istituzione di fondi di emergenza o la riduzione delle tasse sull’energia. È importante rimanere informati su queste possibili misure e su come possono essere utilizzate per ottenere un sollievo finanziario.

Continua dopo gli annunci...

Conclusione

In definitiva, è probabile che le bollette dell’energia elettrica e del gas aumenteranno entro la fine del 2022, ma ci sono ancora modi per gestire questo aumento e per ridurre il proprio consumo energetico. Adottando misure di efficienza energetica e sfruttando le fonti di energia rinnovabile, gli utenti possono aiutare a ridurre il carico economico delle bollette e contribuire a un futuro più sostenibile.

Autore

Lascia un commento