Vai al contenuto

Assegno di Inclusione: domande anticipate a dicembre 2023?

assegno di inclusione

Hai già preparato i documenti necessari a presentare la domanda per l’Assegno di Inclusione? Fai in fretta perché potresti dover presentare la domanda in anticipo rispetto a quanto di pensava. Scopri quando!

Assegno di Inclusione: domande anticipate!

Un nuovo supporto economico, denominato Assegno di Inclusione, si unirà al sistema di aiuti sociali a partire dal 2024. Questo sostegno è stato ideato per assistere coloro che si trovano in difficoltà economica e per facilitarne il reinserimento nel mondo del lavoro.

L’ufficialità dell’Assegno di Inclusione è fissata per il 1° gennaio 2024. Tuttavia, c’è la possibilità che le domande vengano aperte in anticipo, potenzialmente già a dicembre.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Questo significa che, entro dicembre 2023, potrebbe essere attiva la piattaforma online per presentare le richieste. Le domande potrebbero essere avviate prima del previsto per evitare sovraccarichi del sistema e per garantire un funzionamento stabile del portale. Ricorda però che prima di presentare qualsiasi domanda devi necessariamente controllare e verificare l’intera documentazione per evitare di fornire dati errati o incompleti in quanto potrebbero inficiare il risultato della pratica. Inoltre cerca di non fornire dati volutamente falsi in quanto potresti incorrere in denunce penali, con conseguenze anche gravi.

assegno di inclusione

Assegno di Inclusione: alcune informazioni

Per poter richiedere questo sostegno, è necessario soddisfare alcuni requisiti. Iniziamo col dire che bisogna essere necessariamente cittadini italiani o appartenenti all’Unione Europea, ma anche familiari con diritto di soggiorno permanente. Inoltre si può anche essere cittadini di terzi Paesi con un permesso di soggiorno di lungo periodo. Si deve aver vissuto in Italia per almeno 5 anni, di cui gli ultimi due in modo continuativo. Il reddito familiare, calcolato con la formula ISEE non deve superare i 9360 euro. Nessun membro della famiglia può possedere auto o moto di una certa cilindrata, barche, o avere un patrimonio immobiliare con un valore superiore a 150000 euro.

L’Assegno di Inclusione mira a sostenere le famiglie che hanno almeno un componente in situazioni particolari, come disabilità, minori, anziani o persone in condizioni svantaggiate.

Questo sostegno offre un aiuto economico annuale che può variare da 6.000 a 7.560 euro, a seconda delle situazioni specifiche. Chi ne ha diritto, però, dovrà impegnarsi a partecipare a programmi che favoriscono il reinserimento lavorativo e sociale. Bisognerà anche sottoscrivere un patto di attivazione digitale e aggiornare regolarmente la propria situazione presso i servizi sociali.

In sintesi, l’Assegno di Inclusione è un supporto economico introdotto per assistere coloro che affrontano difficoltà economiche e sociali. La possibilità di presentare le domande già a dicembre potrebbe rappresentare un’opportunità per coloro che necessitano urgentemente di questo aiuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *