Vai al contenuto

8 buoni propositi per dimagrire destinati a fallire, come rimediare?

dimagrire

8 buoni propositi per dimagrire

Liquidate le feste natalizie, anche se abbiamo provato la regola del 5, ci siamo accorti che non entriamo comodamente nei nostri abiti. Per carità! Io avevo detto che non mi sarei pesata fino al 31 di gennaio, ma i miei vestiti mi tradiscono. E così, penso a fare una dieta che, frettolosamente, mi porti alla mia solita taglia. Sbaglio? Probabilmente sì, perché i miracoli non esistono. Esistono gli accorgimenti e forse, se sto attenta, entro il 31 riuscirò a raggiungere il mio obiettivo.

In questo post vi raccontiamo perché tanti buoni propositi per dimagrire in fretta (noi abbiamo scelto 8) sono destinati a fallire, se non fate qualcosa per trasformarli. Volete sapere quali? Venite con noi!

dimagrire

Per approfondire:

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Dimagrire con l’aceto? Si può e non è una leggenda metropolitana!

OMS, “i dolcificanti non fanno dimagrire”, 10 curiosità e 5 ricette di torte senza zucchero!

Se non vuoi ingrassare a Natale, prova la regola del 5 e questa ricetta detox

Molti propositi per dimagrire hanno una breve durata

Spesso, dopo avere accertato qualche cambiamento nel nostro corpo, o dopo esserci convinte che vogliamo essere come quella attrice sempre sorridente che buca lo schermo, ci attacchiamo al web per cercare ricette mirabolanti che possano aiutarci a raggiungere il nostro obiettivo nel giro di qualche giorno. Alt! Niente di più sbagliato! Ognuno di noi ha un proprio metabolismo, una struttura ossea diversa dalle altre e un bisogno di assumere proprietà nutrizionali del tutto individuale. E accade che, nonostante i nostri migliori propositi, i chili persi vadano recuperati così velocemente come li abbiamo eliminati. Allora, come dovremmo comportarci?

Intanto, dovremmo evitare alcuni atteggiamenti frettolosi che non portano buoi consigli. E poi, trasformarli in una risorsa che può adattarsi perfettamente al nostro obiettivo. Vediamo come fare.

dimagrire
dimagrire

I propositi per dimagrire che non funzioneranno

1) Pesarsi ogni mattina

Pesarsi tutti i giorni diventerà un’ ossessione e non sarà alla fine un riferimento corretto per indicarvi i progressi che avete fatto. Succede spesso che ci sono oscillazioni di peso durante la giornata; se vi pesate al momento sbagliato il numero della bilancia potrebbe essere lontano dalla realtà; potrebbe anche accadere, se iniziate a fare sport, che il peso sia maggiore di quello che pensate, ma perché avete acquisito muscolatura (che pesa più del grasso).

Se volete pesarvi, e contate con la bilancia come alleato, fatelo una volta alla settimana, sempre nello stesso giorno, meglio se a metà settimana: ad esempio, mercoledì o giovedì. Questo perché spesso durante il weekend si fanno attività diverse e si partecipa a cene o celebrazioni; pertanto, il peso potrebbe essere viziato da attività del tutto straordinaria.

Uno studio pubblicato su PLoS One (nota rivista scientifica) dimostra che nel weekend si mette su peso che poi viene smaltito nei giorni lavorativi.

perdere peso
perdere peso

2) Decidere di diventare vegetariani

La decisione di diventare vegetariani è individuale e deve essere fatta in maniera consapevole, non frettolosamente. Tuttavia, dobbiamo sottolineare che ogni tipo di dieta vegetariana ha i suoi vantaggi e svantaggi, e richiede una certa attenzione per evitare carenze nutrizionali. Per esempio, i vegetariani devono prestare attenzione ai livelli di vitamina B12, ferro, calcio e omega 3, che sono più facilmente reperibili negli alimenti di origine animale. In alcuni casi, può essere necessario integrare questi nutrienti con supplementi o alimenti fortificati.

Se volete dimagrire seguendo una dieta vegetariana, seguite queste indicazioni:

  • Sostituite le proteine della carne con quelle di origine vegetale, come i legumi, i cereali, il tofu, le noci e i semi.
  • Non esagerate con i cereali raffinati, lo zucchero e i dolci, che sono fonti di calorie vuote e non saziano.
  • Preferite i grassi insaturi, come quelli presenti nell’olio d’oliva, nell’avocado, nei semi di lino e nelle noci, che sono benefici per il cuore e il cervello.
  • Mangiate molta frutta e verdura, che sono ricche di fibre, vitamine, minerali e antiossidanti, e aiutano a regolare la digestione e il senso di fame.
  • Non scordatevi di bere almeno 2 litri di acqua al giorno, che aiuta a eliminare le tossine e a mantenere l’idratazione.
  • Fate attività fisica regolare, almeno 30 minuti al giorno, che aumenta il metabolismo e favorisce il consumo di calorie e grassi.

3) Fare la fame ogni giorno

Naturalmente, limitare l’apporto calorico vi farà andare giù di peso sicuramente, ma non riuscirete ad ottenere il vostro obiettivo così facilmente come pensate perché rischiate l’effetto yo-yo; cioè, una volta finito il periodo di dieta, avrete voglia di mangiare tutto quello che la ristrettezza vi ha vietato e ricupererete con gli interessi i chili persi. Se volete seguire un piano alimentare efficace, non rinunciate a mangiare! Fatelo prescrivere da un/una nutrizionista e vedrete che funziona. Seguitelo per qualche mese e imparate a mangiare meglio, introducendo un po’ di tutto nella vostra dieta, limitando il consumo di grassi insaturi e di dolciumi e introducendo verdure (dal potere saziante) e frutta, depurativa.

4) Un caffè a colazione

Se pensate che bere soltanto un caffè a colazione vi aiuterà a dimagrire, sbagliate di brutto. Una ricerca condotta in Giappone e pubblicata su Appetite ha mostrato che i grassi a colazione risultavano davvero importanti rispetto a carboidrati e proteine nel ridurre l’assunzione di calorie negli altri pasti. Chi fa regolarmente una buona e sana colazione è meno predisposto al sovrappeso. E’ molto meglio introdurre qualche caloria in più al mattino che alla sera, quando il metabolismo rallenta.

caffe

5) Fare molto sport

Sicuramente, l’attività fisica aiuta l‘organismo; non è soltanto una questione di calorie, ma di benessere: lo sport aiuta a tonificare il corpo, ad aumentare il metabolismo, a migliorare la circolazione del sangue, e fa migliorare, spesso, anche la nostra vita sociale, oltre al nostro corpo e il nostro benessere. Tuttavia, niente esagerazioni! La parola chiave è “gradualità”: Un improvviso bisogno di fare sport potrebbe incrementare la nostra sensazione di fame e portarci a recuperare nella giornate le calorie bruciate .

Tenete sempre presente che l’attività sportiva deve essere di vostro gradimento, per non farvi mollare dopo un mese. Se non avete hobby, inventatevi qualcosa d’altro che possa sostituire la pallavolo, il tennis o l’eventuale attività in palestra: una passeggiata in più potrà aiutarvi! Da domani niente scale se abitate al 5° piano!

6) Come va con il cibo spazzatura? Meglio evitare

Sarebbe meraviglioso sospendere per un mese l’assunzione di cibo spazzatura se foste davvero convinti che è la scelta giusta. Il problema è riprendere con gli interessi, tenuto conto il potere “convincente” del cibo che sta in quella “comfort zone”. E allora, se volete evitare di riprendere le brutte abitudini, tentate di mangiare in questo mese pezzi di polentina fatta in casa, yogurt con miele o frutta, e fate strisce di pollo nella friggitrice ad aria piuttosto che hamburger in panini imbottiti farciti con salse improbabili. Utilizzate spezie per condire.

Forse, sapori e risultati riusciranno a convincervi!

bulimia

7) Menù ipercalorico al ristorante

Vi hanno invitati gli amici al ristorante e non potete dire di no? Infatti, anche se siete a dieta, non dovete dire di no,. Anzi, quando avrete finito la vostra dieta DOVETE andare in ristorante con i vostri amici. Non andarci non risolverà i vostri problemi di peso. Tuttavia, se decidete di andarci, dovrete stare attenti a ciò che consumate. Non buttatevi sul bufffet se vi viene presentato. Anzi, fate prima un giro per controllare tutti i prodotti che vengono serviti. Non iniziate a riempirvi il piatto fin dal primo vassoio! Scegliete consapevolmente.

Se non c’è un buffet, ordinate un’insalata per primo. Vi toglierà la sensazione di fame senza riempirvi lo stomaco di calorie vuote. Inoltre, vi fornirà vitamine fondamentali per il vostro benessere. E se potete, bevete un bicchiere d’acqua prima del pasto. Ridurrà il vostro appetito.

8) Piatto del mangiar sano anziché diete di celebrità

Sul web (spesso sui social) troverete celebrità con fisici da urlo; in alcune occasioni vi faranno vedere come i vostri miti sono dimagriti. Ultimamente, gira sul web la fotografia di Katia Ricciarelli con moli chili in meno. Vi tenteranno di convincere che la dieta del vip è perfetta per voi. In realtà, non è così, per i motivi già spegati prima: ogni fisico è diverso dall’altro.

Il nostro consiglio, per evitare di arrecare danni al vostro fisico o al vostro metabolismo, è che mangiate secondo quanto consigliato dagli esperti dell’Università di Harvard, che hanno presentato il piatto del mangiare sano, che consiste nel mangiare ortaggi, cereali, proteine, frutta, oli sani e bere acqua. Vi va?

piayyo del mangiar sano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *