Vai al contenuto

20 oggetti fuori moda destinati a scomparire in breve, hai qualcuno in casa? Non buttarlo via!

20 oggetti fuori moda che scompariranno presto

Da ultimedalweb Vi parliamo spesso dell’IA (intelligenza artificiale) e di tecnologia. I migliori apparecchi che trovate nelle nostre classifiche sono spesso performanti e molto moderni. Ma spesso non ci rendiamo conto che acquistare nuovi prodotti significa mandare nell’oblio i vecchi. Ed è che non possiamo rinunciare al passo del tempo. Tuttavia, ci sono tantissimi oggetti che, una volta andati “in pensione” risultano molto interessanti per i collezionisti. Se avete gli oggetti che vi proponiamo nel nostro post, non buttateli via! In particolare, se sono integri. Potrebbero essere un domani oggetti ricercati dai collezionisti.

Nel nostro post vi parliamo di 20 oggetti che hanno accompagnato la nostra crescita e che stanno per scomparire. Quali sono? Guardate qui!

polaroid

Per approfondire:

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

I barattoli di vetro, 5 idee facilissime per creare oggetti bellissimi e molto pratici (anche per l’autunno!)

80enni vendono maschera africana a 150 euro, ne valeva 4 milioni

20 oggetti amati diventati obsoleti

Gli oggetti che vi mostriamo di seguito sono diventati obsoleti, sostituiti implacabilmente da altri prodotti più moderni e performanti. Ma non per questo perdono il loro fascino! Impariamo a salutarli apprezzando i loro “giorni felici” e teniamoli d’acconto per un domani tecnologico che meccanicamente ci invidierà!

1) La cabina telefonica

In molte città sono scomparse le cabine telefoniche. Oramai, una cabina telefonica non serve più a nulla: tutti hanno un telefono cellulare o un apparecchio che possono chiedere in prestito a un famigliare o al vicino di casa. Non serve avere una rubrica scritta e non si deve uscire di casa con la pioggia per chiamare una persona cara.

2) I giornali stampati

Sempre di più, quando la notizia ci arriva dalla carta stampata, è ormai vecchia. Solo al mattino i giornali vengono adocchiati in compagnia di un caffè. Dopo le 10.00 le notizie stampate non fanno più “notizia”. Anche se il giornalismo resta tale (non confondibile con le notizie da blog), la velocità del web imperversa ed è logico supporre che prima o poi, sia per una questione ecologica che per una di praticità, i giornali stampati spariranno.

7 giorni in 1 click
7 giorni in 1 click

3) Le fotocamere

Smartphone e iphone integrano sempre di più telecamere performanti. Le fotografie che si fanno con il cellulare a volte sono difficili da replicare con una camera fotografica, specie se non ha una tecnologia aggiornata. Inoltre, le possibilità di salvataggio e condivisione sono allettati, e invitano ad abbandonare la vecchia “polaroid”.

4) Le fotografie stampate

Quanti di voi guardate le fotografie stampate e quanti vi fate inviare le immagini via social (whatsapp, ad esempio) o create gli album per conservarle, bene strutturate, a lungo? Le stampe costano, non mantengono la loro qualità negli anni e sono difficili da portare “in giro”, mentre il telefono (con le possibilità di salvataggio in cloud) è una swcelta vincente!

5) Le chiavette USB, dischi rigidi e supporti di salvataggio

Appunto, come abbiamo indicato al punto precedente, il cloud imperversa. Sempre di più si utilizzano sistemi di salvataggio che possono essere consultati dall’esterno, in maniera da avere un’interazione h24. Pertanto, le chiavette USB, i dischi rigidi e gli altri supporti fisici informatici sono destinati a scomparire.

logitech g cloud

6) Le lettere e le cartoline

Chi di voi ricorda la gioia di tornare a casa e scoprire che nella posta c’era una cartolina della nonna o degli zii? Ricevevate gli auguri di Natale via posta? Qualcuno andava in viaggio e vi pensava? Oramai, il pensiero è immediato: se qualcuno vi pensa, ve lo dirà immediatamente. Una foto via whatsApp ed è fatta! Anche perché nelle varie città si riscontrano spesso problemi per la consegna delle lettere/cartoline, mentre il messaggio via smartphone è immediato.

Solo le raccomandate funzionano. Ma chi non teme una raccomandata? Oggi la speranza è quella di non trovare il bigliettino del tentativo di consegna. Spesso portano soltanto dimenticanze e avvisi di pagamento!

7) Il fax

Con la generalizzazione dell’email e, ancora di più, l’evoluzione della PEC, il fax è andato in disuso. Se avete l’apparecchio, noterete che non avete un grande bisogno di utilizzarlo. I sistemi telematici sono efficaci e poco costosi.

8) I denari in contanti

La moneta si usa poco, non c’è nulla da dire: carte, wallet e pagamenti elettronici imperversano. I contanti sono sempre di più un impiccio. Al supermercato spesso non hanno il r esto giusto; le monetine piccole non hanno valore e la comodità del “clic” ha una grande forza. In un futuro non molto lontano la moneta “liquida” non si userà più.

9) Il cinema

La diffusione di Netflix e di altre piattaforme in streaming poco costose (anche Prime) ha mandato in disuso i film al cinema. Certo che vedere le pellicole sul grande schermo è tutt’altro che il piccolo monitor del PC, ma… vuoi mettere stare a casa al calduccio e scegliere quando e come guardare un film?

film romantici su netflix
film romantici su netflix

10) Le cartine

Con il GPS dello smartphone le cartine hanno poco futuro. Certo è che in alcune zone (spesso in montagna), il cellulare non ha campo, e si rende necessario controllare la cartina stampata, ma succede di rado e, con il passo del tempo, sarà sempre più difficile rimanere senza copertura.

11) I contratti stampati

Se avete la PEC, non vi servirà mandare una raccomandata o firmare un contratto fisicamente per dare corso ad un rapporto professionale. Di fatto, i contratti stampati sono destinati a scomparire perché gli strumenti online sono sempre più efficaci e veloci. Anche l’utilizzo dello SPID o CIE ha contribuito a mandare “in pensione” gli strumenti formali che obbligavano le controparti a siglare gli impegni reciproci!

12) I CD

Vi ricordate i CD? Chi non usa Spotify oggi? E’ vero che ancora si pubblicano i dischi in forma di CD, ma si vendono sempre di meno. Le piattaforme online invitano a usare velocemente download e condivisioni molto più efficaci e moderne

spotify
epa08573688 The logo of music streaming company Spotify is pictured on a smartphone in Taipei, Taiwan, 30 July 2020. The Stockholm-based company released its second quarter revenue results on 29 July 2020. EPA/RITCHIE B. TONGO

13) Le calcolatrici

Avete a casa una calcolatrice? Vi confesso che io ne ho almeno 3, tutte scariche! Sì, perché per fare i conti utilizzo l’app del mio iphone! Chi utilizza più le calcolatrici fisiche che si scaricano e spesso sono complesse da capire? Sicuramente è uno strumento in disuso, ma è uno da conservare. Non si sa mai che il modernariato ripaghi!

14) La sveglia in tutte le sue forme

Avete ancora sveglie a casa? Le sintonizzate quando cambia l’ora? Vi rilassa ascoltare il loro “tic-toc” rassicurante del tempo che passa? Se le avete, tenetele al caldo perché sono destinata a scomparire, tenuto conto degli strumenti moderni che abbiamo a portata di mano nello smartphone e negli apparecchi elettronici moderni che si aggiornano da soli?

15) L’orologio analogico

Qualcuno vi ha regalato un orologio analogico a cui tenete molto? Forse un “Rolex” meccanico, che dura, in teoria, tutta la vita? Toglietevelo dalla testa! Un orologio meccanico non sarà mai tanto preciso quanto uno digitale, che si aggiorna regolarmente. Se vi piace il vostro orologio, conservatelo! Un domani sarà una rarità!

orologio batteri

16) I libri cartacei

Leggete ancora i libri cartacei? Se lo fate, siete figli della tradizione. Oramai, gli audiolibri vanno per la maggiore. Oppure gli ebook, che costano di meno e si possono conservare in uno spazio davvero ridotto. Ma sfogliare un libro e sentire la carta che scorre tra le dita è una sensazione unica: vedere quanto si ha letto e quanto resta è la vera sfida! I libri cartacei sono ancora una realtà che funziona!

17) Gli assegni

Niente più assegni! Siete andati a pagare l’amministratore del vostro condominio con un assegno e vi ha salutato con tanto di “ritorno al mittente”? Le banche hanno eliminato un po’ alla volta questo sistema di pagamento, che non è accettato nella maggiore parte dei negozi e attività. Meglio la carta elettronica, sicura e immediata!

18) Il telecomando

Usate il telecomando o chiedete ad Alexa (ad esempio) che vi cambi la programmazione? Sicuramente, il primo è destinato a scomparire. Sia per le batterie, che inquinano, che per la presenza dell’IA, che rende tutto molto più “intangibile”.

alexa
Alexa

19) Le stampanti

Oramai, la possibilità di inviare telematicamente fotografie, contratti, fatture e quant’altro, rende inutile la stampa dei moduli. Tutto si fa online, con la firma digitale: Spid, CIE, IT Wallet e altre identità digitali autorizzano firme e impegni. Altro che carte e cartucce!

it wallet

20) Le chiavi dell’auto

Ad esempio, la BMW ha proposto già un sistema per evitare che i proprietari delle sue vetture debbano utilizzare le chiavi per aprire la macchina. Sicuramente, il sistema delle chiavi ricaricabili (anche quello con le batterie costosissime) è destinato a scomparire.

Continua dopo gli annunci...

Autore

Ana nasce in Spagna, si laurea a 22 anni in Scienze Liguistiche e della Comunicazione. Dopo un'esperienza nel Regno Unito si trasferisce a Trieste, dove vive tuttora. Ha maturato esperienza come consulente aziendale e collaborato con diverse case editrici. Ha pubblicato cinque libri ed è copyrighter e Search Quality Rater.View Author posts

Lascia un commento