Vai al contenuto

Come visitare Torre Astura di Nettuno a pochi chilometri da Roma?

Torre Astura, Nettuno

Riapertura di Torre Astura: solo 71 giorni, date

Torre Astura è una costruzione caratteristica nella città di mare di Nettuno, vicino a Roma. A differenza di altre torri laziali si può raggiungere solo in alcuni periodi dell’anno, per il 2024 la riapertura è prevista per 71 giorni estivi come riporta 7 colli.it.

Parliamo di un’area paesaggistica (vicino si trova una pineta mediterranea), archeologica e militare. La riapertura è prevista dal primo luglio 2024 al 31 agosto 2024. Da aggiungere a questi 62 giorni, i quattro weekend di settembre, totale 71. Raccontiamo la storia e l’importanza di questa costruzione medievale, gli anni di realizzazione si collocano tra il 1193 e il 496.

Nell’antichità, l’area ospitava ville romane, tra cui quella di Cicerone, ed era un importante approdo lungo la via Severiana. Nel Medioevo, Torre Astura fu fortificata dai Frangipane per proteggersi dai Saraceni. Nel 1268, Giovanni Frangipane consegnò Corradino di Svevia a Carlo d’Angiò, portando alla sua esecuzione.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Successivamente, Torre Astura passò ai Caetani, agli Orsini e ai Colonna, che la ristrutturarono. Nel 1594 fu venduta a Clemente VIII Aldobrandini e infine ai Borghese, che la cedettero al comune di Nettuno negli anni ’70 del XX secolo. Descritta da Gregorovius e D’Annunzio, è stata utilizzata come set cinematografico in numerosi film, tra cui “Cleopatra” con Elizabeth Taylor, “Brancaleone alle crociate” e “Le avventure acquatiche di Steve Zissou”.

Torre Astura è raggiungibile percorrendo la strada provinciale Acciarella da Nettuno a Latina. Dopo il bosco del Foglino, si prosegue per circa 5 km, girando a destra per Foceverde e arrivando a un parcheggio da cui parte una passeggiata verso Torre Astura. L’area, parte dell’UTTAT del Ministero della Difesa, è pianeggiante con macchia mediterranea, boschi misti e pinete secolari. La costa è sabbiosa, con dune botanicamente preziose.

Spiagge libere, campeggio, porto turistico e Anzio: raccontiamo Nettuno, città di mare.

Forte Sangallo1
Forte Sangallo, Nettuno, Roma.

Non solo Torre Astura, nel Lazio si possono ammirare altri fortificazioni medievali e non solo sul mare. Spesso i signori sfruttavano anche i punti più alti di colline, valli e montagne per costruire castelli e punti di vedetta.

Nettuno è un’incantevole città di mare, offre una varietà di attrazioni che la rendono una meta ideale per chi cerca relax e avventura. Le sue spiagge libere sono ampie e ben curate, perfette per chi desidera godersi il sole e il mare senza costi aggiuntivi. Il litorale di Nettuno è caratterizzato da sabbia fine e acque cristalline, che attirano turisti da ogni parte d’Italia e dall’estero. Per gli amanti della natura e della vita all’aria aperta, i campeggi presenti nella zona offrono un’esperienza unica, immersi nel verde e a pochi passi dal mare.

Il porto turistico di Nettuno è un punto di riferimento importante per i diportisti, con servizi moderni e un’accoglienza calorosa, rappresentando un porto sicuro per le imbarcazioni e un luogo di ritrovo per i visitatori. La vicina Anzio, con la sua storia millenaria e le sue tradizioni marinare, arricchisce ulteriormente l’offerta turistica della zona.

Qui, si possono visitare i resti archeologici e godere di una cucina locale deliziosa, con piatti a base di pesce fresco. Nettuno non è solo mare, ma anche cultura, storia e buona cucina, una destinazione perfetta per chi cerca una vacanza rilassante e emozionante.

Alternare mare e visite turistiche tra borghi, archeologia, riserve naturali: scopriamo il Lazio.

Campeggio a Nettuno, città che ospita Torre Astura

Torre Astura di Nettuno si inserisce bene in una giornata non troppo calda da dedicare all’arte, all’archeologia o al medioevo, alla visita di musei storici o cittadini. Il Lazio ne è pieno, vediamo qualche meta da aggiungere alla città di mare appena descritta.

A pochi chilometri da Nettuno, Anzio offre un’importante area archeologica con la Villa di Nerone e un suggestivo porto turistico. Spostandosi verso l’interno, si può visitare la cittadina di Palestrina, sede del maestoso Santuario della Fortuna Primigenia e del Museo Archeologico Nazionale. Non lontano, Tivoli accoglie i visitatori con Villa d’Este, famosa per i suoi giardini e le fontane, e Villa Adriana, un vasto complesso archeologico appartenuto all’imperatore Adriano.

Per gli amanti della natura, il Parco dei Castelli Romani offre itinerari tra laghi vulcanici, boschi e borghi pittoreschi come Nemi e Castel Gandolfo, residenza estiva dei papi. A nord di Roma, il Parco Regionale Valle del Treja, con le sue cascate e i sentieri escursionistici, è una meta perfetta per una gita all’aperto. Inoltre, Viterbo, con il suo centro storico medievale ben conservato e le terme naturali, offre un tuffo nel passato e nel relax. Il Lazio, con la sua varietà di paesaggi e ricchezze culturali, invita a un viaggio tra storia, arte e natura, alternando giornate di mare a visite indimenticabili.