Vai al contenuto

Veggente di Trevignano, le lacrime della madonna sono sangue di maiale, statuina a 60 euro

veggente

Veggente siciliana scopre la statuina piangente

Questa settimana da Ultimedalweb vi abbiamo parlato della Pasqua dei cristiani nel mondo, e della fede. Oggi, giornata di “riposo” della Passione, continuiamo a parlarvi di fede perché le notizie che giungono in merito ai miracoli della Madonna di Trevignano meritano una riflessione. Facciamola assieme!!

I messaggi mariani

La custode veggente racconta la storia nel blog dedicato alla Madonna di Trevignano Romano, dove si può leggere l’ultimo messaggio mariano risalente al 3 di aprile. Lo riportiamo per completezza documentale

Figli miei, grazie per essere qui nella preghiera e per aver risposto alla mia chiamata nel vostro cuore (…) Vi chiedo da Madre Addolorata: scegliete Dio. I figli delle tenebre vi stanno attanagliando, ricordate che la sofferenza offerta sarà grazia. Abbiate il coraggio della Fede senza indietreggiare e come soldati di luce, armatevi del Santo Rosario e camminate. Io vi sono sempre accanto. La resurrezione è vicina. Non temete, non temete nulla. Figli siate sempre vicini ai sacramenti. Ora vi lascio con la Mia benedizione materna, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Il messaggio è uno dei tanti che si possono leggere visitando il blog e che compaiono ogni giorno 3 del mese. Sarebbero messaggi riportati dalla Madonna piangente lacrime di sangue che ha trovato la veggente Gisella Cardia in un suo pellegrinaggio a Medjugorje.

Il miracolo della statuina che piange e trasmette messaggi ai fedeli

La donna ha raccontato di aver cambiato vita nel 2016 dopo essersi messa in viaggio verso Medjugorje. In un pellegrinaggio alla cittadina bosniaca, Cardia, donna di fede, ha acquistato una statuetta della madonna. Niente di tale: era un pezzo dei tantissimi che si vendono ai turisti. Ma all’apparenza questo era destinato a cambiare la vita della “veggente” dopo che le ha trasmesso un messaggio molto chiaro. Mentre rientrava a casa, racconta la donna, la statua della Vergine che portava con sé ha iniziato a lacrimare sangue. Da allora, non ha mai smesso per 7 anni.

Il miracolo della pizza che si moltiplica

Per molti follower della madonnina si tratta di fenomeni incredibili, ma la diretta interessata non ha dubbi, all’apparenza, e racconta di essere protagonista di eventi prodigiosi. Ha affermato di vivere sul proprio corpo la passione di Cristo durante la Quaresima e, come riferito a una troupe di Mattino Cinque, di aver visto le fette di una pizza moltiplicarsi improvvisamente in casa propria: una teglia per 4 persone sarebbe bastata per 25.

Le lacrime ogni mese lo stesso giorno

Da sette anni, ogni tre del mese, la statua di legno della Madonna piangerebbe sangue e trasmetterebbe i messaggi i fedeli, sempre tramite la veggente Gisella Cardia. La statuetta originale è custodita dalla donna, che ha deciso di creare un luogo di culto in una collina a circa un’ora in Auto da Roma (Trevignano Romano) . La madonna custodita sulla collina non piange, perché è solo una copia. Piange solo la statuetta della madonna della veggente, che si presenta regolarmente una volta al mese davanti ai numerosi fedeli che accorrono con la speranza di esperimentare il “miracolo” delle lacrime.

Chi è Gisella Cardia, la “veggente”?

Gisella Cardia è nata Maria Giuseppa Scarpulla. Ha 53 anni e viene da Patti, in Sicilia. La donna, ex imprenditrice (o forse no?) dopo una bancarotta si è trasferita a Trevignano Romano. Ed è stata lei a portare lì la statua da Medjugorje, ora conservata in una teca di vetro. Anche se non è amata da tutti lei non si stanza mai di trasmettere il suo messaggio di fede e di raccontare la sua missione.

La denuncia, “sangue di maiale”

Ora, qualche giorno fa, un investigatore privato ha trasmesso un esposto contro la donna ai carabinieri di Trevignano. L’atto è ora in mano alla procura di Civitavecchia, che deciderà sul da farsi in tempi brevi. Secondo l’uomo, dietro i messaggi di fede della madonna ci sarebbe solo una grande truffa. Stanti le sue parole, il sangue delle lacrime sarebbe compatibile con sangue di maiale. Al momento né i ris dei carabinieri, né la curia hanno fatto indagini sul sangue.

Profumo di business o solo atti di fede?

La Onlus fondata dalla donna e il marito accetta donazioni spontanee e dal 2019 è possibile devolvere all’associazione anche il 5 per mille. Un messaggio sul portale informa che se si desidera acquistare la statua della Madonna di Trevignano ci si può rivolgere direttamente al fornitore Ceter cereria Ternana, con tanto di email e tre numeri di telefono. Il costo della statuetta? 60 euro per 40 cm di altezza. E’ tutto una questione di fede o di business?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *