Vai al contenuto

“Ti lavi male!”- 10 errori nella doccia che non conoscevi

doccia

La doccia è un rito quotidiano per molti, ma anche le azioni più semplici possono nascondere insidie. Ecco dieci errori comuni che possiamo commettere quando ci laviamo e come evitarli per mantenere la pelle sana e il corpo pulito.

I 10 sbagli quando fai la doccia

Momento giusto per la doccia

Fare la doccia subito prima di andare a dormire non è l’ideale per migliorare la qualità del sonno. Gli studi suggeriscono che fare la doccia circa 90 minuti prima di coricarsi può aiutare a raffreddare la temperatura corporea, migliorando la qualità del sonno. L’acqua calda stimola la circolazione del sangue verso mani e piedi, favorendo una diminuzione della temperatura corporea centrale, che facilita l’addormentamento e migliora la qualità del sonno.

docci

Frequenza della doccia

Lavarsi troppo spesso può fare più male che bene. Sebbene fare la doccia ogni giorno sembri una buona abitudine, potrebbe non essere necessario per tutti. Se non svolgi attività fisiche intense o lavori che richiedono sforzi fisici elevati, potresti non aver bisogno di fare la doccia più di 2-3 volte alla settimana. Lavarsi troppo frequentemente rimuove gli oli naturali e i batteri buoni dalla pelle, causando secchezza, prurito e aumentando il rischio di infezioni cutanee. Esporre il corpo a una certa quantità di sporco e batteri aiuta a rafforzare il sistema immunitario.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Temperatura dell’acqua

Una doccia troppo calda può sembrare piacevole, soprattutto in inverno, ma l’acqua troppo calda può rimuovere gli oli naturali dalla pelle, lasciandola secca e irritata. Per mantenere la pelle sana, usa acqua tiepida e limita la durata della doccia a 5-10 minuti. Questo aiuterà a mantenere l’equilibrio idrico della pelle senza privarla dei suoi oli protettivi.

Uso di saponi antibatterici e aggressivi

I saponi antibatterici sono progettati per eliminare i batteri, ma non distinguono tra quelli buoni e quelli cattivi. Questo può portare a uno squilibrio microbiologico della pelle, favorendo la crescita di batteri resistenti. Inoltre, i saponi troppo aggressivi possono seccare e irritare la pelle. È preferibile utilizzare saponi delicati, arricchiti con oli o gel doccia idratanti. Chi ha la pelle sensibile o soffre di eczema dovrebbe evitare i detergenti profumati, che possono essere particolarmente irritanti.

Pulizia del soffione della doccia

soffione della doccia

Il soffione della doccia può accumulare batteri nel tempo. Quando l’acqua scorre, questi batteri possono essere rilasciati nell’aria e inalati. Per ridurre questo rischio, fai scorrere l’acqua calda per un minuto prima di entrare nella doccia. Inoltre, pulisci regolarmente il soffione per prevenire l’accumulo di batteri.

Utilizzo di asciugamani sporchi o umidi

Gli asciugamani umidi sono un ambiente ideale per la crescita di batteri, lieviti, muffe e virus. Usare asciugamani sporchi può causare infezioni fungine, prurito, piede d’atleta e verruche. Per evitare questi problemi, cambia gli asciugamani almeno una volta alla settimana e assicurati che si asciughino completamente tra un uso e l’altro. È particolarmente importante lavarli più spesso quando si è malati o si vive in un ambiente umido.

Cura delle spugne e delle luffe

Le spugne e le luffe sono strumenti utili per esfoliare la pelle, ma possono accumulare germi e batteri. Pulire la spugna settimanalmente e appenderla in un luogo ben ventilato per farla asciugare rapidamente può ridurre la proliferazione di batteri. Le luffe naturali dovrebbero essere sostituite ogni 3-4 settimane, mentre quelle di plastica ogni 2 mesi.

Uso del sapone nelle aree sensibili

Non tutte le parti del corpo necessitano di sapone per essere pulite. L’uso eccessivo di sapone può seccare la pelle. È sufficiente insaponare ascelle, inguine, piedi, mani e viso, mentre per il resto del corpo è sufficiente l’acqua calda. Questo aiuta a mantenere l’integrità della barriera cutanea, evitando secchezza e irritazione.

Frequenza dello shampoo

Non è necessario lavare i capelli ogni giorno, a meno che il cuoio capelluto non sia particolarmente grasso o si sudi molto. Lavare troppo spesso i capelli può rimuovere gli oli naturali, lasciandoli secchi e fragili. Con l’età, il cuoio capelluto produce meno olio, quindi non è necessario fare lo shampoo tanto spesso. Due o tre volte alla settimana è generalmente sufficiente per mantenere i capelli puliti e sani.

Idratazione della pelle

docc

Applicare una lozione o una crema idratante subito dopo la doccia aiuta a intrappolare l’umidità nella pelle. Il momento migliore per applicare l’idratante è entro pochi minuti dall’asciugatura, quando la pelle è ancora leggermente umida. Questo aiuta a mantenere la pelle morbida e idratata, prevenendo secchezza e irritazione.

Seguendo questi consigli, potrai trasformare la tua routine di doccia in un momento di cura del corpo davvero benefico, evitando errori comuni e mantenendo la pelle e il sistema immunitario in salute.