Vai al contenuto

Ristrutturazione del bagno: paga solo il 25% del suo prezzo!

La ristrutturazione del bagno: incentivi e agevolazioni

Spesso di parliamo di bonus e agevolazioni da ultimedalweb. Anche oggi vi vogliamo parlare dell’opportunità (qualora non ci aveste pensato) di ristrutturare il bagno pagando appena un quarto del prezzo dei lavori. Un’idea allettante, no? Allora, se avete un bagno vecchiotto, o state finendo un progetto di ristrutturazione, fateci un pensierino. L’occasione è golosa, non credete? Scoprite con noi come fare!

ristrutturazione bagno

Per approfondire:

Nuovi bonus 2023: bollette, carburanti, università e mutui; l’elenco di tutti i bonus 2023 e in arrivo nel 2024

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Le agevolazioni previste per il rifacimento dei bagni

Se volete ristrutturare il vostro bagno e pagare solo il 25% del suo prezzo, dovete approfittare delle agevolazioni fiscali previste per gli interventi di manutenzione straordinaria. Si tratta della detrazione dall’IRPEF del 50% del costo sostenuto, fino a un massimo di 96.000 euro, e dell’applicazione dell’IVA al 10%.  La detrazione fa riferimento al più generale bonus ristrutturazioni, proposto dallo stato per l’edilizia. Queste agevolazioni sono valide fino al 31 dicembre 2024.

Inoltre, potete anche usufruire del bonus mobili, che vi consente di detrarre il 50% delle spese per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici per il bagno, fino a un massimo di 10.000 euro.

Questo sostegno non va confuso con il bonus idrico, che permette di cambiare i rubinetti e i sanitari, per ridurre il consumo dell’acqua, con una agevolazione di 1.000 euro.

Le fasi della ristrutturazione di un bagno

In generale, la ristrutturazione del bagno comprende sei fasi: demolizione e tracce a parete; posa degli impianti idraulici ed elettrici; getto del massetto; posa dei pavimenti e dei rivestimenti; montaggio dei sanitari, dei complementi e degli accessori; tinteggiatura finale. La durata dei lavori dipende dalla metratura del locale, dalla complessità dell’intervento e dall’organizzazione dell’impresa. Solitamente, è previsto negli accordi contrattuali. Ricordate di stabilire una data di inizio e fine lavori e una penale per eventuali ritardi.

Quali sono le regole per usufruire delle agevolazioni?

Per usufruire delle agevolazioni, bisogna rispettare alcune regole, come il pagamento con strumenti tracciabili, la conservazione delle fatture, il rispetto delle normative edilizie e sulla sicurezza, e la presentazione della CILA (Comunicazione Inizio Lavori Asseverata). Inoltre, l’intervento deve rientrare nella categoria di manutenzione straordinaria, ovvero deve comportare il rinnovo o la sostituzione di parti anche strutturali del bagno, senza alterare i volumi e le superfici delle singole unità immobiliari e senza modificare le destinazioni di uso. Ad esempio, lavori come: sostituzione di sanitari, rifacimento delle piastrelle, installazione di nuovi impianti idraulici o elettrici e così via.

Che cosa cambia se si acquista un immobile già ristrutturato?

Se invece acquistate un immobile già ristrutturato, è possibile detrarre l’acquisto nel 730, ma solo sul 25% del prezzo e con una detrazione del 36%, per una spesa massima detraibile di 48.000 euro. Se siete interessati a ristrutturare il vostro bagno con queste condizioni vantaggiose, potete contattare una ditta specializzata che vi offra un preventivo gratuito e personalizzato.

Come trovare una ditta specializzata nella ristrutturazione del bagno

Per trovare una ditta specializzata nella ristrutturazione del bagno, vi conviene avvalervi del passaparola, ma se non conoscete nessuno che ha ristrutturato il bagno recentemente o la ditta di riferimento non è disponibile, potete usare il web come fonte di informazione e di confronto. Ci sono diversi siti che vi permettono di richiedere preventivi gratuiti e personalizzati da aziende della vostra zona, come Edilnet, o Habitissimo.

Continua dopo gli annunci...

Valutate le offerte e le recensioni di altri utenti, e scegliete la soluzione più adatta alle vostre esigenze e al vostro budget. Potete anche consultare le pagine gialle o i motori di ricerca per trovare le ditte più vicine a voi, e contattarle direttamente per avere maggiori informazioni. Alcuni esempi di aziende che si occupano di ristrutturazione bagno sono: Ristrutturazioni Edili Srl, Bagno Design Snc, Edilizia Moderna Srl.

Autore

Ana nasce in Spagna, si laurea a 22 anni in Scienze Liguistiche e della Comunicazione. Dopo un'esperienza nel Regno Unito si trasferisce a Trieste, dove vive tuttora. Ha maturato esperienza come consulente aziendale e collaborato con diverse case editrici. Ha pubblicato cinque libri ed è copyrighter e Search Quality Rater.View Author posts

Lascia un commento