Vai al contenuto

Pesaro, tutti i monumenti da visitare nella Capitale della cultura 2024

Pesaro, uno dei monumenti più caratteristici
Pesaro, uno dei monumenti più caratteristici. Source: Wikipedia, Palla di Arnaldo Pomodoro al Piazzale della Libertà di Pesaro. Photograph taken by Alan King on 25th October 2005. Minor alterations made in Photoshop by myself. Please credit Alan King when reproducing the image.

Pesaro, Capitale della cultura 2024

Pesaro è stata inaugurata oggi come Capitale della Cultura 2024, giornata significativa e anche di momenti particolari, coma la consegna della maglia della società di pallavolo pesarese. È lo sport più eseguito dal paese e anche un’eccellenza della città.

Una città artistica che si può visitare in estate ma anche nelle belle giornate autunnali o primaverili per passeggiare sul lungomare.

Dove si trova Pesaro e come si raggiungere?

È un comune marchigiano con più di novantamila abitanti, ed è co-capoluogo della provincia di Pesaro e Urbino. Pesaro è a nord delle Marche, non dista molto dall’Emilia Romagna, il primo confine che incrocia però è il piccolo Stato di San Marino. Si può partire da qui per programmare una vacanza.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Pesaro è attraversata dall’Autostrada A14 a tre corsie, l’accesso è il casello Pesaro-Urbino, è in progetto l’apertura di un secondo casello nella zona centro sud della città- Le altre strade importanti sono la Statale Adriatica SS16 che collega Pesaro e Urbino. Caratteristica di questa città, la presenza della lunga pista ciclabile della costa adriatica, la Ciclovia.

Pesaro è dotata di stazione ferroviaria non troppo lontana dal centro storico, il paese è attraversato dalla tratta Bologna Ancona, il che lo rende tappa di soste per le coincidenze. Sicuramente, c’è anche un trasporto locale utile per raggiungere i posti della città e anche frazioni o comuni confinanti.

Alcuni monumenti caratteristici di Pesaro: da Palazzo Mosca alla casa di Gioacchino Rossini

  • Cattedrale Metropolitana di Santa Maria Assunta. Il duomo principale di Pesaro, dalle origini antichissime, in stile romanico e gotico, con dei mosaici interni restauranti negli ultimi anni, ospita l’arcidiocesi locale.
  • Palazzo Mosca, musei civici. Il Palazzo Mosca deve il suo nome alle famiglie che nobili che l’abitarono, fino al 1844 fu residenza della marchesa Vittoria Mosca. Dal 1936, il comune ha ottenuto la proprietà di questo edificio storico che ha ancora testimonianze della vita delle famiglie che l’abitarono. Il comune decise di spostare qui i musei civici dal Palazzo Ducale.
  • Palazzo Ducale Malatesta, la prefettura. Il Palazzo Ducale è sede della prefettura ed è un edificio storico importante. Fu costruito nella seconda metà del XV secolo da Alessandro Sforza, un edificio ricco e articolato tra portici, grandi finestre e decori.
  • Museo Nazionale Rossini e la Casa Natale. Gioacchino Rossini è uno dei tanti compositori a cui si potrebbero dedicare dei contributi candlelight. Battezzato Giovacchino Antonio nacque il 29 febbraio 1792. Le sue opere più famose sono Il barbiere di Siviglia, L’italiana in Algeri, La gazza ladra, La Cenerentola, Il turco in Italia, Tancredi, Semiramide e Guglielmo Tell. E pensate che la prima opera venne scritta a soli quattordici anni.

Tra chiese e edifici storici, ci sono altre cose da poter visitare, ad esempio la Rocca Costanza, i tanti palazzi di umanisti, scrittori e intellettuale, diverse chiese piccole e grandi. Ci sono anche diversi siti archeologici, il sito ufficiale di Pesaro contiene l’elenco completo di tutte le cose da vedere.

Il lungomare di Pesaro: dalla sfera grande alla Baia Flaminia

Dedichiamo l’attenzione al lungomare di Pesaro, affacciato sull’Adriatico ospita un opera contemporanea caratteristica e non unica al mondo. La Sfera Grande di Arnaldo Pomodoro, l’opera è un omaggio alla città e al suo mare, di fatti la sfera costruita è adagiata sulla superficie dell’acqua e ammira il mare. Si trova in Piazzale della Libertà, la fusione in bronzo è avvenuta nel 1998, la realizzazione della sfera in polistirolo è del 1967 per l’Expo di Montreal, l’originale si trova a Roma.

800px Palla di Arnaldo Pomodoro 1 1

Un lungomare ricco, anche di ristoranti, panchine e spiazzi per il belvedere. Si consiglia di utilizzare la bicicletta, soprattutto per percorrere il lungomare dal Porto principale che ha anche tratti turistici fino a Baia Flaminia e successive tappe. La Baia Flaminia è un tratto di mare a spiaggia libera e con stabilimenti caratterizzato da acqua bassa, cristallina e sabbia bianchissima. Continuando il percorso costiero si raggiungono altre spiagge libere ma anche punti per escursioni come il Monte Castellaro.

Continua dopo gli annunci...


L

Autore

Mi chiamo Iole Di Cristofalo e mi piace scrivere, svolgo come lavoro quella del web content editor, ho aggiornato le mie competenze imparando a creare video e grafiche online. In rete mi occupo di attualità, cronaca, scienze, ambiente e cultura, fotografia e video. Ultimi corsi professionali seguiti: comunicazione multimediale, web copywriting, scrittura d'impresa.View Author posts

Lascia un commento