Come usare il latte scaduto e non buttarlo: 4 soluzioni a cui non avresti mai pensato

latte scaduto

In un’epoca in cui si parla tanto di riciclo, anche gli alimenti scaduti trovano un loro posto in questo ciclo continuo. Per quanto possa dispiacere che una confezione di latte sia scaduta, sarebbe bene non gettarla ma riutilizzarla in altro modo. Vediamo come.

Maschera per il viso

Il latte scaduto può essere usato come maschera e scrub per il viso. Ha, infatti, molte proprietà idratanti e nutrienti, migliorando il tono della pelle e agendo contro il gonfiore. Le civiltà antiche utilizzavano il latte come un vero e proprio ingrediente segreto quindi perché non continuare questa tradizione? Il procedimento è semplice: far bollire il latte aggiungendo del limone, tamponando la pelle con un batuffolo e lasciandolo in posa per 10 minuti. Al termine risciacquare con acqua fredda. Per una maschera fai da te, frullare il latte con diversi frutti di stagione e applicare sul viso per 15 minuti. La pelle apparirà rigenerata.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Creare la pasta lavamani

La pasta lavamani è un detergente utilissimo per pulire le mani dallo sporco più difficile, spesso sono gli operai a usarla dopo essere tornati a casa, ma è ottimale anche per chi fa lavori in giardino. Basterà unire il latte con della farina di ceci o avena, ottenendo un composto denso e pastoso con cui strofinare le mani e togliere anche lo sporco più ostinato. Al termine, può essere riciclato come fertilizzante naturale per l’orto.

Da leggere: La classifica aggiornata del latte migliore 2023. Spoiler: lo trovi al supermercato

Pulire l’argenteria

Pulire l’argenteria è un compito lungo e difficile, a volte dispendioso se si utilizzano i vari detergenti chimici in commercio. Eppure il latte rientra tra i metodi naturali con cui ripristinare la lucentezza dell’argento. Per il procedimento è importante aggiungere aceto e succo di limone in una bacinella contenente il latte scaduto. Una volta miscelato, il composto finale sarà ben acidificato e pronto per la pulizia: immergere l’argenteria e strofinare fino al ripristino delle condizioni originali. Al termine, asciugare con un panno di lana.

Addio macchie

In pochi sanno che il latte è uno smacchiatore naturale efficace, è necessario bagnare la macchia con il latte e tamponarlo delicatamente per un pre-trattamento. In caso di una macchia particolarmente forte, è bene riscaldare il latte e immergervi la stoffa macchiata. Una volta assorbito il liquido, procedere con il normale lavaggio. E in caso di inchiostro? Riempire una bacinella e immergere il capo per tutta la notte, al mattino sciacquare con acqua fredda, per poi procedere con un lavaggio a mano o in lavatrice.

Da leggere: Latte e latticini: davvero fanno male alla nostra salute?
Condividi con i tuoi amici…

Lascia un commento