Vai al contenuto

Tornano i Bastardi di Pizzofalcone su Rai 1: Lojacono picchiato e drogato

bastardi di pizzofalcone

Ci sono serie che terminano con un finale ansiogeno, capaci di farti venire un magone lungo mesi. I Bastardi di Pizzofalcone è tra queste, ma finalmente l’attesa della quarta stagione è finita. Cosa accadrà all’ispettore Lojacono?

bastardi di pizzofalcone

L’appuntamento è lunedì 23 ottobre

Dalle immagini in anteprima, vediamo l’ispettore Lojacono (interpretato da Alessandro Gassmann) torturato, tenuto prigioniero, insanguinato, picchiato e imbottito di droga. Il mafioso Squillace (Paolo Sassanelli) lo tiene in un bunker lontano dal mondo, nelle sue vene inietta dell’eroina per renderlo dipendente e distruggere la sua volontà. Non solo, demolisce la sua figura, facendolo accusare di corruzione.

Lojacono non può avvicinarsi a sua figlia Marinella o agli altri “bastardi”, altrimenti il boss la ucciderà. Nessuno sa dove sia, lo credono morto, piangendo la sua morte, ma Lojacono vaga per Napoli, in crisi di astinenza.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

I Bastardi di Pizzofalcone 4: cosa c’è da aspettarsi?

Tornano tutti i Bastardi (Massimiliano GalloTosca D’AquinoAntonio FollettoSimona TabascoGennaro Silvestro) che avviano un’indagine segreta, torna la magistrata Laura Piras (Carolina Crescentini) pronta a combattere la verità. Torna Romano che ha perso piccola Giorgina e si arrabbierà con in corpo un dolore disumano. Insomma, si prospetta una grande quarta stagione, con lo sfondo di una Napoli misteriosa e pronta a svelare le sue note più cupe.

Sono 4 gli episodi della quarta stagione, della durata di circa 100 minuti ciascuno. E ritroveremo anche quei personaggi che abbiamo imparato ad amare, come Ottavia. “Ottavia è un personaggio che rimane nel cuore delle persone” ha detto Tosca D’Aquino. “Dall’inizio della storia sono successe veramente tante cose. All’inizio era ingessata nel suo dolore, in un matrimonio che non funzionava, sempre seduta davanti a un computer. Pian piano si scioglie, prende coscienza che l’amore con il marito sta finendo, poi ci sono le problematiche che deve affrontare con il figlio. Nella quarta stagione ci sono tanti colpi di scena, e Ottavia diventerà un personaggio più strutturato. Ma certo rimane sempre lei, con la sua umanità”.

La regista Monica Vullo ha invece raccontato che la quarta stagione è ricca di avvenimento, con un intreccio di rapporti e nuovi amore. Rispetto al passato, i “bastardi” saranno più teneri e fragili, ritrovando la loro forza proprio in questa essenza delicata: “Ritrovano la gioia di essere squadra testuggine e compatta, come è accaduto a me e al secondo regista Riccardo Mosca, con cui ho condiviso la serie”.

Un rapido riassunto sui personaggi

  • Giuseppe Lojacono è il nuovo ispettore di Pizzofalcone. In passato un collaboratore di giustizia lo accusò ingiustamente di aver passato informazioni alla mafia che avevano portato all’evasione di un boss. Ciò distrusse la sua carriera e la sua vita privata, tanto da divorziare, essere allontanato dalla figlia. Ecco il motivo del suo trasferimento a Napoli, eppure la sua bravura porterà la squadra a risolvere moltissimi casi. Dimostrerà la sua innocenza, ma Squillace lo rapirà.
  • Laura Piras (Carolina Crescentini). È la PM che si dedica cuore e anima al lavoro. Si innamora di Lojacono, ma vivono una storia nascosta per evitare le malelingue.
  • Luigi Palma è vice questore di Pizzofalcone. All’inizio non gli starà simpatico l’ispettore Lojacono ma per fortuna c’è Ottavia con cui inizierà una storia d’amore. Quando verrà lasciato, ricadrà nel tunnel dell’alcolismo, ma riuscirà a riprendere in mano la sua vita.
  • Ottavia Calabrese è vice sovrintendente bella e premurosa, con un figlio autistico che gestisce con molta fatica e un matrimonio triste con Gaetano.
  • Giorgio Pisanelli è vice commissario vedovo e vicino alla pensione. Ama svolgere delle indagini parallele per quelle morti sospette che vengono chiuse frettolosamente. Quando scoppia la bomba, nella terza stagione, decide di andare in pensione, ma il richiamo della squadra di Pizzofalcone è troppo forte.
  • Marco Aragona è un agente scelto molto acerbo che crede di essere in un film americano, però riesce sempre a capire cosa fare per cui sarà una risorsa importante.
  • Alessandra “Alex” Di Nardo, giovane agente inesperta, nasconde la sua omosessualità ai genitori e ha una storia con Rosaria Martone, con la quale si sposa nella terza stagione.
  • Francesco Romano e un assistente capo dal carattere violento. Sposato con Giorgia, la schiaffeggia durante una lite e questo incrina il rapporto. Un giorno trova una neonata abbandonata a cui darà il nome della moglie e che diventa il centro della sua vita, tanto da chiederne l’affidamento. Ma la coppia continua a litigare per cui la bimba viene allontana dai servizi sociali, gettando l’uomo nella disperazione.
  • Elsa Martini è il nuovo commissario che sostituisce Pisanelli. Donna forte e caparbia, ha subito violenze da bambina dal suo pediatra e ciò l’ha portata a uccidere un medico pedofilo (venendo però scagionata per legittima difesa). Ha una figlia di nome Vittoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *