Vai al contenuto

25 aprile, giornata “a spasso” e Musei aperti, iniziativa Sangiuliano

25 aprile

25 aprile, a spasso per i musei, free entrance

Come vi abbiamo raccontato ieri nelle nostre pillole, a Roma oggi è stato possibile visitare gratuitamente, su iniziativa della Soprintendenza speciale le Terme di Caracalla, l’Arco di Malborghetto, Villa di Livia e il Drugstore Museum, oltre a tanti altri Musei. In realtà, l’accesso gratuito è stato consentito a TUTTI I VISITATORI dei musei e dei siti Archeologici in Italia, alcuni dei quali hanno registrato code chilometriche e tempi di attesa lunghissimi. In particolare, le città d’arte erano gremite di turisti con voglia d’arte e molti hanno dovuto rinunciare ad accedere ai musei. Una gran parte dei visitatori è rimasta sorpresa da questa iniziativa che non conosceva. E che sarà replicata il 2 di giugno e il 4 di novembre.

L’idea è stata proposta quest’anno dal Ministro della cultura Gennaro Sangiuliano per la prima volta nella storia repubblicana: “Il 25 aprile sarà la prima di 3 nuove giornate gratuite da me fortemente volute per associare a ricorrenze altamente simboliche per la nostra Nazione un momento di condivisione del nostro patrimonio culturale, fattore determinante di identità in cui tutti gli italiani possono riconoscersi. Invito cittadini e turisti a godere di questa opportunità nel giorno della Liberazione”,

Gli spostamenti del ponte di aprile

Certamente, molti degli italiani che si sono spostati questo lungo weekend primaverile (9 milioni) sono andati anche in montagna, al mare, a fare passeggiate in campagna e a visitare borghi antichi come quelli che hanno partecipato al concorso del “Borgo dei borghi“. Ve lo ricordate? Ha vinto Ronciglione, nel Lazio. Durante la “due giorni” i cronisti hanno fatto vedere video e foto dei turisti in giro per tutta l’Italia, senza risparmiarsi nulla. Tuttavia, la parte del leone l’hanno fatta le città d’arte.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Questi sono i numeri elaborati da Federalberghi sul ponte di aprile?

image 157

Le visite ai musei e ai siti archeologici

Sul sito dedicato appositamente a questa iniziativa https://cultura.gov.it/evento/25aprile2023 possiamo vedere tutti i luoghi d’interesse che sono rimasti aperti gratuitamente nella giornata odierna. Se non siete riusciti a visitare qualche museo o sito archeologico di vostro interesse, ricordate che potete farlo ancora nelle giornate del 2 giugno e del 4 novembre.

Ora siamo in grado di fornirvi i dati relativi alle visite programmate ed effettuate nella gironata di ieri, dato che il biglietto era ancora a pagamento. Rendono l’idea dei siti preferiti dai turisti e delle località che attirano la folla. Per sapere com’è andata oggi, dovrete attendere a domani. Saremo molto lieti di raccontarvi com’è andata, se non in un articolo specifico, almeno nelle nostre pillole.

Più di 20.000 visite / prenotazioni

Parco archeologico del Colosseo – Anfiteatro Flavio 27.527; Parco archeologico di Pompei – Area archeologica di Pompei 21.004.

image 158

Colosseo

Tra 10.000 e 20.000 visite

Parco archeologico del Colosseo – Foro Romano e Palatino 16.971; Reggia di Caserta 11.346; Gallerie degli Uffizi – Gli Uffizi 11.052.

image 159

Uffizi

Tra 5.000 e 10.000 visite

Villa Adriana e Villa d’Este a Tivoli, 7.974; Galleria dell’Accademia di Firenze 7.297; Musei Reali di Torino 6.082; Museo e Real Bosco di Capodimonte 5.276.

image 160

Villa Adriana

Tra 1.000 e 5.000 visite

Parco archeologico di Ercolano 3.688; Parco archeologico di Paestum e Velia – Museo e area archeologica di Paestum 3.436; Museo Archeologico Nazionale di Napoli 2.600; Palazzo Reale di Napoli 2.461; Castel Sant’Elmo e Museo del Novecento a Napoli 2.029; Galleria Nazionale delle Marche 1.807; Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia 1.648; Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria 1.465; MuNDA – Museo nazionale d’Abruzzo 1.105; Certosa e Museo di San Martino 1.031.

image 161

Palazzo Reale di Napoli

Dati forniti dal Ministero dei beni culturali non definitivi.

E voi? Dove siete andati? cosa avete visto? vorreste che scrivessimo un articolo su un luogo di vostro particolare gradimento? Vivete in un borgo meraviglioso e vorreste avere un pò di promozione? mandateci i dati e raccontateci tutte le particolarità, se vi va.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *