Vai al contenuto

Tennis, US Open, Medvedev batte Rublev 3-0 in condizioni estreme; e niente Coppa Davis per Sinner e Berrettini

tennis

Tennis, US Open, partite sofferte a causa delle condizioni climatiche

Decisamente fa ancora caldo. E non solo in Europa. Nell’US Open i giocatori e gli spettatori stanno patendo un caldo da record. Anche se i gradi sono “solo” 32°, l’afa fa peggiorare le condizioni sul capo e alcuni giocatori, come il russo Medvedev, hanno protestato per le condizioni in cui devono giocare per quasi tre ore. Queste le dichiarazioni del tennista russo: “Le condizioni erano brutali. Quanto possiamo andare avanti senza svenire in campo?“. Il commento del tennista ha preceduto di poco lo svenimento di uno spettatore durante il match tra Keys e Vondrousova.

Madison Keys
Madison Keys

Per approfondire:

Wimbledon, Alcaraz vince a 20 anni e batte un Djokovic commosso davanti al figlio

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Wimbledon, chi sono i 4 e le 4 semifinalisti? Al via nel pomeriggio le semifinali femminili

Medvedev batte Rublev tra le polemiche; ora lo attende Alcaraz

Ai quarti di finale degli Us Open Medvedev ha battuto il connazionale Rublev. A prescindere dal risultato della partita, che si è chiusa 3-0 con i parziali 6-4, 6-3, 6-4 , hanno fatto discutere alcune dichiarazioni del tennista russo, pronto a giocarsi la sua quarta semifinale negli ultimi cinque anni, contro Carlos AlcarazNon so davvero come ho fatto a vincere questa partita (…). Nel terzo set non riuscivo a respirare e quasi nemmeno a muovermi“.

Medvedev
Medvedev

Le parole del tennista hanno seguito una sua dichiarazione dopo le 2 ore e 40 minuti di gioco. Il tennista era stremato: Un giocatore morirà e lo vedrete in diretta“. Medvedev ha denunciato in questo modo le condizioni in cui lui e i suoi colleghi stanno giocando a Flushing Meadows.

Caldo insopportabile

Il caldo insopportabile è diventato un avversario da fronteggiare: “Alla fine del primo set non riuscivo a vedere la palla, cercavo di correre e colpire la palla. Rublev ha fatto lo stesso. Prima di ogni punto mi dicevo “non riesce più a correre”, quindi colpivo la palla e mi chiedevo quando sarebbe crollato. Eravamo stanchissimi. Non so se sia apparso chiaro a chi stava guardando la tv. Sudavamo come pazzi, abbiamo usato asciugamani su asciugamani. Non ho più pelle sul naso e non per il sole…“.

Svenuto uno spettatore nella partita Keys/Vondrousova

Le dichiarazioni del tennista russo Medvedev hanno preceduto un altro episodio che ha interrotto il quarto di finale tra l’americana Madison Keys e la ceca Marketa Vondrousova: uno spettatore si è sentito male ed è svenuto sugli spalti e il gioco è stato interrotto per circa otto minuti. I soccorsi hanno rianimato il giovane e poi lo hanno trasportato via dall’Arthur Ashe, a New York, nel distretto dei Queens, campo sul quale mercoledì si sono registrati 90 gradi Fahrenheit (sui 32 Celsius).

Anche Madison Keys si è subito attivata per provare ad aiutare quel ragazzo portando verso gli spalti i suoi asciugamani e la sua acqua.

La partita è stata vinta da Medison Keys, che ha centrato la sua terza semifinale allo US Open; l’ultima è stata nel 2018 contro Naomi Osaka; l’americana ha battuto in casa la ceca finalista di Wimbledon Marketa Vondrousova per 6-1 6-4 in 1 ora e 26′.

Coppa Davis, Sinner e Berrettini non parteciperanno

In seguito a quanto accaduto agli US Open, è cambiata la formazione dell’Italia di Coppa Davis in vista dell’impegno della fase a gironi delle Finali della massima competizione per nazioni di tennis. Alla Unipol Arena di Bolognadal 12 al 17 settembre, gli azzurri affronteranno Canada, Cile e Svezia e a rispondere alla convocazione saranno Lorenzo Musetti, Lorenzo Sonego, Matteo Arnaldi, Simone Bolelli e Andrea Vavassori.

Assenti, quindi, Jannik Sinner e Matteo Berrettini dopo quanto è accaduto negli US Open 2023. Di fatto, mentre Berrettini si è fatto male ad un piede nel torneo americano, Sinner ha annunciato via social di dovere rinunciare perché non si sente in forma. Le sue parole: “Sfortunatamente non ho avuto abbastanza tempo per recuperare dopo i tornei in America e purtroppo non potrò far parte della squadra a Bologna. E’ sempre un onore giocare per il nostro Paese e sono convinto di tornare in nazionale al più presto. Un grosso in bocca al lupo ai ragazzi, ci vediamo”

sinner
sinner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *