Vai al contenuto

Un oggetto che usi fa male al cervello. E non è l’unico

Non tutto ciò che abbiamo in casa è innocuo e alcuni fanno addirittura male al cervello, ora uno studio rivela che moltissimi oggetti potrebbero nascondere delle insidie. Ecco quali sono!

Cervello a rischio con alcuni oggetti domestici


Le sostanze chimiche presenti in molti oggetti che usiamo tutti i giorni, come i mobili e i prodotti per la cura dei capelli, potrebbero essere dannose per il nostro cervello, aumentando il rischio di malattie neurologiche come la sclerosi multipla e i disturbi dello spettro autistico. Questa scoperta proviene da uno studio condotto da ricercatori della Case Western Reserve University School of Medicine, pubblicato su Nature Neuroscience.

cervello

I problemi neurologici colpiscono milioni di persone e, mentre alcuni possono essere attribuiti alla genetica, molti casi potrebbero essere influenzati da fattori ambientali ancora poco conosciuti. Questo nuovo studio ha individuato un particolare tipo di cellula cerebrale, gli oligodendrociti, come bersaglio di alcune sostanze chimiche comuni presenti nei nostri oggetti di uso quotidiano. Gli oligodendrociti sono importanti perché creano un rivestimento protettivo intorno ai nervi nel cervello.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

I dati e lo studio universitario

Paul Tesar, un professore coinvolto nello studio, ha sottolineato che la perdita di questi oligodendrociti è legata a malattie neurologiche come la sclerosi multipla. Quello che questo studio ha dimostrato è che alcune sostanze chimiche presenti nei prodotti di uso quotidiano possono danneggiare direttamente queste cellule cerebrali, aumentando così il rischio di malattie neurologiche.

Per capire meglio l’impatto di queste sostanze chimiche, i ricercatori hanno esaminato oltre 1.800 di esse. Hanno scoperto che due classi di sostanze, i ritardanti di fiamma organofosfati e i composti di ammonio quaternario, sono particolarmente dannosi per gli oligodendrociti. Gli ammoni quaternari sono presenti in molti prodotti per la cura personale e disinfettanti, mentre i ritardanti di fiamma sono spesso usati nei mobili e negli elettronici.

metodi per il mal di testa
metodi per il mal di testa

Usando modelli di laboratorio, i ricercatori hanno dimostrato che queste sostanze chimiche possono causare la morte degli oligodendrociti o impedirne la maturazione, danneggiando così il cervello. Inoltre, hanno collegato l’esposizione a queste sostanze chimiche con problemi neurologici nei bambini.

Tuttavia, gli esperti avvertono che c’è ancora molto da scoprire. È necessario condurre ulteriori ricerche per comprendere meglio come queste sostanze chimiche influenzino la salute del cervello umano. Questo potrebbe includere monitorare i livelli di queste sostanze chimiche nel cervello di adulti e bambini per vedere quanto tempo e quantità di esposizione sono necessari per causare danni.

Continua dopo gli annunci...

Paul Tesar ha concluso dicendo che è importante esaminare più approfonditamente l’impatto di queste sostanze chimiche per proteggere la salute umana. Spera che il loro lavoro possa contribuire a prendere decisioni per ridurre l’esposizione a queste sostanze chimiche nocive e proteggere così la salute del cervello delle persone.

Autore

Copywriter per passione dal 2014, amo l'arte in tutte le sue forme e potrei perdermi nei corridoi di un museo per ore. Laureata in infermieristica, ho finito con l'aprire uno studio fotografico. La coerenza? In fondo, non è tutto nella vita.View Author posts

Lascia un commento