Vai al contenuto

La dieta da 900 calorie di Heidi Klum è reale?

heidi klum

Heidi Klum a 50 anni è al massimo della sua bellezza, il suo corpo stratosferico non è cambiato di una virgola, nonostante abbia avuto 4 figli. Qual è il suo segreto?

Heidi Klum dice la sua sulla dieta da 900 calorie

In una sua story su Instagram, Heidi Klum ha svelato: «Smentisco categoricamente la voce che sta girando e che mi è stata segnalata da un amico. Non ho mai contato le calorie e no, non è vero che assumo 900 calorie al giorno. Si tratta di una storia completamente inventata, il che è piuttosto triste, perché la gente ormai crede a qualsiasi fake news».

Non c’è nessun conteggio delle calorie, pratica sconsigliata da tutti i nutrizionisti del mondo in quanto deleteria a lungo andare e completamente inutile dato che non contano le calorie, quanto la qualità e il giusto equilibrio a ogni pasto. Ma perché la modella ha parlato della sua dieta? Tutto è cominciato con la sua vacanza a Capri con famiglia e amici, proprio nell’isola campana ha mostrato spesso cibo e sfiziosità del luogo, incuriosendo i follower che hanno deciso di chiederle come facesse a restare così in forma e se stesse ancora seguendo la dieta delle 900 calorie.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Per tutta risposta lei ha smentito la notizia, si è pesata in diretta mostrando il numero di 62 chili (non sottopeso, quindi) e ha specificato “Prima di tutto, non credo di aver mai dovuto contare le calorie in vita mia. Mangio ciò che mi fa bene e faccio molta attività fisica. Limito i cibi troppo processati, ma adesso siamo in vacanza, possiamo concederci qualche sgarro!

L’equilibrio a tavola

Il dottore Sacha Sorrentino ha spiegato: “Quel che conta non sono tanto le calorie, quanto gli abbinamenti equilibrati di proteine, grassi e carboidrati all’interno di ogni pasto, dalla colazione sino alla cena. Riassumendo: non ha molto senso ossessionarsi con le calorie. Meglio concentrarsi sulla qualità dei prodotti che consumiamo, evitando ovviamente di esagerare con le porzioni e, allo stesso modo, evitando i doppioni di carboidrati e di proteine all’interno dello stesso pasto. Il che significa che se mangiate pasta per pranzo dovrete evitare l’aggiunta di pane o patate e se consumate pesce dovrete evitare l’abbinamento a carne, uova o latticini. Parola chiave: equilibrio“.

Insomma, il segreto è stare attenti, ma senza esagerare. Piuttosto è necessario imparare come mettere insieme gli alimenti all’interno di un piatto, ripartirli seguendo le giuste dosi e capire come scegliere cosa mangiare. In poche parole: la famosa “educazione alimentare“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *