Vai al contenuto

Katy Perry ha venduto i diritti delle sue canzoni. Non guadagnerà più un euro…

katy perry

C’è chi difende le proprie canzoni con le unghie e con i denti, leggasi Taylor Swift, e chi le vende al miglior offerente. È accaduto con Katy Perry. Scopri cosa è successo.

Un accordo milionario per Katy Perry

Katy Perry da oggi non è più proprietaria dei suoi lavori. L’artista ha deciso di vendere i diritti di tutta la sua discografia (dal 2008 al 2020). L’accordo è stato raggiunto con la Litmus Music, per una cifra record di 225 milioni di euro. Più di quanto raggiunto con Justin Bibier che si è “accontentato” di 200 milioni di dollari.

Gli album ceduti sono One of the BoysTeenage DreamPRISMWitness e Smile. Cosa comporta questa scelta? In poche parole le quote SIAE, le monetizzazioni, gli accordi pubblicitari e tutto ciò che comporta un guadagno, incluse le vendite su iTunes, non entreranno nelle tasche di Katy Perry ma della società a cui ha venduto tutto.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Certo, dopo quell’accordo milionario, difficilmente la cantante finirà sul lastrico, però in tante hanno deciso di non fare come lei. Un esempio? A Madonna è stata fatta un’offerta incredibile ma l’artista ha rifiutato. Se solo pensiamo all’impatto dei dischi di Madonna e il quantitativo (parliamo di 14 album registrati in studio), possiamo solo immaginare la cifra folle che avrebbe guadagnato. Eppure ha rifiutato.

C’è la questione di Taylor Swift, che è ben peggiore.

Taylor Swift e la lotta per i diritti della sua musica

Taylor Swift ha registrato tutti i brani composti dal 2006 al 2017 perché la sua etichetta discografica non le ha permesso di comprarne i diritti. Il risultato è stata una mala gestione dei suoi brani, cosa che ha scatenato un aperto dibattito tra gli addetti al settore.

Si è trattato quindi di una grande rivincita nei confronti del super-manager Scooter Braun che ha acquistato tutti i diritti sugli album e rifiutandosi di rivenderglieli. 

«Erano pezzi che avevo scritto da ragazza con dei video registrati pagandoli con i soldi dei miei ingaggi nei locali», ha detto lei. Sembra quindi che per Taylor Swift la sua musica sia più importante dei soldi, un qualcosa che le appartiene visto che scrive da sola musica e testi. Inoltre è ancora un fenomeno pop capace di svettare nelle chart di tutto il mondo. Che sia questa la differenza con Katy Perry?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *