Vai al contenuto

Fecondazione in vitro, startup spagnola utilizza un robot guidato con il controller della PlayStation 5

fecondazione in vitro

Fecondazione in vitro, start up spagnola “gioca” con la maternità e “vince”

La Scienza non smette di sorprenderci. Da Ultimedalweb cerchiamo di tenervi informati sulle scoperte che la Scienza e la Tecnologia mettono a disposizione dell’uomo, non sempre a portata di mano di tutti. In questo contesto abbiamo pensato di raccontarvi la nuova scoperta di una start up spagnola, che opera nel settore delle biotecnologie (maternità “alternativa”) e che potrebbe rivoluzionare i metodi utilizzati per la fecondazione in vitro (IVF), rendendoli molto più a portata di tutti (in particolare di tutte le tasche).

Per approfondire:

Kourtney Kardashian e la fecondazione assistita: “Niente caffeina e rapporti intimi”

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Alex Belli e Delia Duran: “Avremo un figlio con la fecondazione assistita”

image 4

La startup denominata Overture Life ha costruito un robot per la fecondazione in vitro, che funziona guidato attraverso un joystick della PlayStation. Il team lo ha impiegato con successo per fecondare ovuli umani, che hanno fatto nascere due bimbi sani. Come riportato dal MIT Technology Review, Eduard Alba, studente d’ingegneria, lavorava sul progetto per creare il primo robot per la fecondazione in vitro, ma non era molto pratico in ambito medico. Ed è stato allora che, con l’aiuto dei colleghi americani, è entrato in gioco il joystick della Sony PlayStation 5, utilizzato per guidare un ago meccanizzato per la fecondazione in vitro per depositare i singoli spermatozoi negli ovuli umani.

Costi ridotti e tanti investimenti importanti

Overture è riuscita ad ottenere finora circa 37 milioni di dollari da alcuni investitori molto importanti, come Khosla Ventures e Susan Wojcicki, cofondatrice di Google e vecchia CEO di YouTube. Il sistema è innovativo e rivoluzionario e, una volta affermato, potrebbe risolvere molti problemi legati alla procreazione. I costi ridotti dei trattamenti di fertilità (che potrebbero essere applicati in ambito ambulatoriale) potrebbero attirare molti potenziali genitori che oggi non possono permettersi di diventarlo a causa di problemi economici. Negli USA i trattamenti di fertilità possono costare anche 20.000 dollari a ciclo. Non per tutti.

image 5

Susan Wojcicki

Il progresso della robotizzazione

La tecnica utilizzata dalla Overture non è molto diversa da quella adoperata tradizionalmente. La differenza è che l’inseminazione non è stata guidata da una mano umana, ma da un ago presente nel robot comandato mediante il controller della Playstation. Tuttavia, la procedura non è completamente robotizzata, perché lo staff ha dovuto “caricare manualmente gli spermatozoi sugli aghi dell’iniettore“. Ciononostante, il risultato è un primo passo giudicato dagli esperti molto importante per riuscire a rendere completamente automatica la tecnica della IVF. A noi colpisce che uno strumento così ordinario come un joystick della Playstation sia bastato per guidare l’ago nella fecondazione in vitro.

image 6

Joystick della Sony PlayStation 5

Il futuro della IVF

MIT Technology Review ha identificato mezza dozzina di start-up con lo stesso obiettivo di Overture Life. Si trovano sotto il nome di AutoIVF, IVF 2.0, Conceivable Life Sciences, e Fertilis. Alcune collaborano con le Università e utilizzano i laboratori interni per condurre i loro esperimenti altamente tecnologici. Senz’altro hanno intuito il “business” che si potrebbe generare semplificando le procedure per la fertilità avvalendosi dalle scoperte scientifiche che compiono passi da gigante e rivoluzionano la Tecnologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *