Vai al contenuto

500 migranti in mare, Geo Barents non riesce a salvarli

500 migranti a rischio naufragio

Questa mattina di martedì 4 di aprile del 2023, intorno alle ore 4, la Nave della ONG Msf Geo Barents ha raggiunto un barcone che si trovava in acque territoriali maltesi con 500 persone a bordo in pericolo di naufragio. Gli operatori hanno tentato di soccorrere i malcapitati, ma non ci sono riusciti a causa delle condizioni meteo, che non consentono di svolgere le operazioni di salvataggio in sicurezza. Per adesso il portavoce della Ong ha confermato di avere soccorso 230 persone, tra cui alcune donne e bambini. Secondo gli esperti, un salvataggio sbagliato potrebbe mettere a repentaglio la vita dei naufraghi.

In questo momento sono ancora in corso le operazioni di salvataggio. Le raffiche di vento raggiungono 40 nodi e le onde sono molto alte. Se i migranti cadessero in mare le operazioni di salvataggio sarebbero molto difficili. Almeno il barcone non è più sovraccarico. La Nave umanitaria monitora costantemente la situazione.

L’allarme partito da Alarm Phone

Alarm Phone è un progetto promosso da alcuni Paesi mediterranei (Tunisia e Marocco, principalmente) per favorire i salvataggi in mare. Vi partecipano volontari dell’Unione europea e di altri paesi magrebini e dell’area dell’Africa subsahariana. Alarm phone (nota anche come  Watch The Med Alarm Phone Project) collabora con le principali ONG che mandano le navi a salvare i migranti a rischio e con le guardie costiere e Autorità delle principali regioni del mediterraneo. Ieri notte è stata Alarm Phone a dare l’allarme alla Geo Barents. In questo twitter vi proponiamo le comunicazioni e aggiornamenti da parte degli operatori del progetto.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Alarm phone racconta di essersi rivolta alle Autorità italiane, che hanno riscontrato la richiesta immediatamente. Poiché il barcone si trovava in acque Sar Maltesi, a coordinare le operazioni di soccorso doveva essere La Valletta. E così è stato.

Il messaggio di Don Ciotti sui migranti

Don Ciotti si è recato ad Aosta su invito della Presidente dell’Associazione Libera Vda, Donatella Corti, e da lì a voluto spendere alcune parole sull’argomento della migrazione. Don Ciotti ha voluto sottolineare nel suo messaggio l’esigenza di aiutare chi soffre di più e di non colpevolizzare i poveri. Queste sono alcune delle sue parole:

Occorre non criminalizzare la povertà, occorre che l’Europa affronti seriamente il problema dell’immigrazione e che l’Italia continui a fare la sua parte nell’accogliere….Bisogna sentire che abbiamo il dovere di salvare le vite. E che ci vuole una volontà politica internazionale per affrontare questo problema dell’immigrazione…. aumenterà il numero delle persone che lasceranno la loro terra per eventi atmosferici ma anche per i conflitti e le guerre. Ci sono 59 guerre in atto sulla faccia del pianeta e milioni di persone che non sanno dove sbattere la testa. Fuggono dalla violenza, dalla povertà, dalle crisi ambientali, dai conflitti”

La Ocean Viking arriva a Salerno

Nel frattempo, un altro salvataggio è stato compiuto. Come vi avevamo annunciato domenica 2 di aprile, la nave umanitaria di SOS Mediterranee, Ocean Viking, è approdata oggi a Salerno con 92 migranti a bordo. Di essi, 47 sono minori non accompagnati e 9 sono donne. Il salvataggio è avvenuto in acque internazionali al largo della Libia. La destinazione era 880 chilometri lontano dall’area di SOS. Tuttavia, dopo due giornate di navigazione, la nave è riuscita ad attraccare al molo 22.

Altri salvataggi e sbarchi di migranti nelle ultime settimane

Noi, da ultimedalweb vi parliamo spesso di migrazione, perché è un argomento molto presente nella nostra quotidianità. chi di voi non ha mai incontrato migranti legali e illegali? Chi non ha mai provato un sentimento di “pietà” e anche uno di “rabbia” nei confronti di coloro che, lontano dal Paese che hanno abbandonato, tentano la sopravvivenza? Continueremo a tenervi informati sperando di potervi raccontare anche storie di migranti che ce l’hanno fatta e che hanno creato qualcosa di positivo per la comunità che li ha accolti e sostenuto.

Le nostre notizie sui migranti da approfondire:

Allarme Migranti: il sistema è al collasso

Migranti, Italia potrebbe accoglierne 100mila, ma ne servono il doppio

Crotone, tragedia in mare: almeno 40 migranti morti in un naufragio

La Ocean Viking, partita domenica, approderà a Salerno con 92 migranti

Migranti: protesta al Cpr Caltanissetta, appiccato incendio

Continua dopo gli annunci...

Lavoratori extraUE, domanda al via il 27/03

Autore

Ana nasce in Spagna, si laurea a 22 anni in Scienze Liguistiche e della Comunicazione. Dopo un'esperienza nel Regno Unito si trasferisce a Trieste, dove vive tuttora. Ha maturato esperienza come consulente aziendale e collaborato con diverse case editrici. Ha pubblicato cinque libri ed è copyrighter e Search Quality Rater.View Author posts

Lascia un commento