Vai al contenuto

Violenze Pisa, Matterella chiama Meloni: attesa risposta nel pomeriggio

Ultime reazioni e news sulle violenze di Pisa

Fatti di Pisa, il Colle richiama non solo il Ministro Piantedosi ma la polizia stessa e il governo, alcune risposte sono arrivate, Giorgia Meloni invece risulta silente. Tra le ultime notizie riguardo a questi tragici episodi, fa ancora eco la reazione di Roberto Vecchioni durante la trasmissione In Altre Parole di La7.

“Non sono cose da vere queste, anzi si devono vedere ma non sono cose che possono succedere. Non devono succedere, noi non siamo così”. Il pianto del cantautore e professore accanto anche a Sigfrido Ranucci che è stato ospite domenicale della trasmissione. E, intanto, si apre un’inchiesta sulle manganellate agli studenti.

Violenze Pisa
Cortei e proteste (immagine d’archivio – pixabay)

Le ultime notizie riportano anche che almeno quindici poliziotti del reparto mobile finiscono sotto indagini, tra questi capo squadra e uno dei responsabili dell’ordine pubblico. Il fascicolo d’indagine è aperto ma senza ipotesi di reato, sono già arrivate le prime iscrizioni verranno analizzate dalla polizia scientifica le immagini girate durante la manifestazione degli studenti.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Sotto osservazione l’intera catena della Questura, accertamento richiesto anche dal Ministro dell’Interno richiamato dal Colle sull’accaduto e anche il capo della polizia Vittorio Pisane. Le famiglie degli studenti stanno valutando una causa collettiva contro il Viminale.

Le manganellate sugli studenti sono un fallimento, il Colle richiama la politica. Chi ha risposto?

Giorgia Meloni non si è ancora espressa sulle manganellate dei poliziotti sugli studenti di una scuola a Pisa. Da quanto si apprende, il Capo dello Stato ha informato Giorgia Meloni dell’accaduto tanto a Pisa quanto a Firenze. Matterella ha informato la premier della telefonata al ministro Piantedosi che ha scatenato con le dichiarazioni delle reazioni a favore della polizia, Matteo Salvini in testa.

OIG3 1 1

L’intervento di Giorgia Meloni comunque arriverà. La premier potrebbe rilasciare dichiarazione dopo i risultati dei primi accertamenti del Viminale. Incontro atteso con premier e governo oggi pomeriggio alle 15.30 per la prima volta dopo i cortei. Il silenzio della premier potrebbe essere stato voluto anche dalla Presidenza della Repubblica, visto l’incontro importante tenutosi a Kiev, però rimane che Sergio Mattarella ha comunque avvisato Giorgia Meloni, che è la cosa più importante.

Le altre reazioni della politica

Il dibattito politico si infiamma dopo l’intervento del Presidente Mattarella sulle forze dell’ordine, evidenziando una frattura tra governo e Colle. Salvini respinge i commenti, difendendo le forze dell’ordine e criticando chi le attacca. Il PD suggerisce che la Premier Meloni riferisca sull’evento in Aula. Il centrodestra critica la sinistra per delegittimare le forze dell’ordine.

Anche Forza Italia e Fratelli d’Italia difendono le forze dell’ordine ma sottolineano la libertà di manifestazione. L’opposizione critica il governo per prendere le distanze dal Presidente. Alcuni chiedono scuse a Salvini. Altri, come il ministro Piantedosi, invitano a discussioni costruttive. La destra è accusata di attaccare persino il Presidente. Conte si unisce agli studenti contro la presunta repressione.

Salvini 4
Matteo Salvini

Le parole di Matteo Salvini. “Fare il poliziotto, il carabiniere, il vigile del fuoco è sempre un mestiere delicato dove chiunque può sbagliare. Quello che non accetto è la messa all’indice della Polizia italiana come biechi torturatori. Anche perché se si va in piazza con i dovuti permessi, senza insultare, aggredire, minacciare, spintonare o sputare non ha nessun problema. Detto questo bene ha fatto il ministro Piantedosi a dire che faremo tutti gli approfondimenti del caso. Spero la sinistra non sbatta sul tavolo della politica i nostri uomini e donne in divisa”.

download 1 5

Dal partito democratico. Elly Schlein, “sta dimostrando di non avere alcun senso delle istituzioni. La smetta di nascondersi dietro i suoi ministri e venga a riferire su quanto é accaduto direttamente in Parlamento”. E Sandro Ruotolo, responsabile comunicazione, “non era mai successo che esponenti della maggioranza di governo prendessero così platealmente le distanze dal presidente della Repubblica”.

Aggiornamento pomeriggio

Si apprende dall’Ansa e altri giornali quanto segue.

A presidente del Consiglio Giorgia Meloni e i due vicepremier, Matteo Salvini e Antonio Tajani, a quanto si apprende, si sono incontrati per un pranzo di lavoro a Palazzo Chigi. Si tratterebbe di un appuntamento per fare il punto sull’azione di governo, concordato dai leader del centrodestra dopo il comizio di Cagliari a cui hanno partecipato mercoledì scorso. A Palazzo Chigi è prevista la riunione del Consiglio dei ministri (slittata di mezz’ora alle 16) e nelle prossime ore è atteso l’esito delle elezioni regionali in Sardegna“.

I punti di discussione di oggi: schema decreto legge (Pnrr, presidenza – affari europei, sud, politiche di coesione). Leggi Regionali, Informativa del Ministro dell’Interno sulle manifestazioni con incidenti a Pisa e Firenze, varie ed eventuali”.

Continua dopo gli annunci...

Autore

Mi chiamo Iole Di Cristofalo e mi piace scrivere, svolgo come lavoro quella del web content editor, ho aggiornato le mie competenze imparando a creare video e grafiche online. In rete mi occupo di attualità, cronaca, scienze, ambiente e cultura, fotografia e video. Ultimi corsi professionali seguiti: comunicazione multimediale, web copywriting, scrittura d'impresa.View Author posts

Lascia un commento