Vai al contenuto

Senago, Renzi, il Giappone nelle nostre 7 pillole di sabato

senago

Senago, la madre di Alessandro Impagnatiello, “mio figlio è un mostro”

Alessandro Impagnatiello, il compagno di Giulia Tramontano, ha confessato di avere ucciso la sua compagna perché era “stressato”. Il giovane ha manifestato il suo pentimento con il desiderio di “farla finita”. Il gip Angela Minerva ha confermato il fermo e pertanto, l’uomo resterà in carcere a Milano. Tuttavia, la giudice non ha accettato per adesso la contestazione della premeditazione, così come richiesto dalla procura, né l’aggravante della crudeltà. Mentre non si placca il web, che continua a proporre raccolte di fondi, manifestazioni di Piazza e veglie, la madre di Impagnatiello parla in tv e chiede perdono: “Alessandro è un mostro, lo so“.

Giulia Tramontano e la vita che non c’è a 29 anni

Sciopero aerei domenica 4 giugno, disagi in vista

Lo sciopero era stato programmato per il messe di maggio, ma si è bloccato dovuto al maltempo in Emilia Romagna. Arrivato il momento, domani ci saranno molti disagi per i viaggiatori. Sul sito dell’Enac sono riportati i voli che saranno garantiti.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Nel dettaglio, ci sarà uno sciopero di 4 ore (13-17) del personale Enac Acc Milano e Roma, dei dipendenti della Società di handling aeroportuale (12-16) e si fermerà per quattro ore, dalle 12 alle 16, anche il personale di terra dell’American Airlines e dell’Emirates. Per 24 ore, invece, i lavoratori delle imprese servizi aeroportuali di handling, i lavoratori del comparto aereo, aeroportuale e indotto aeroporti, il personale dipendente delle aziende del trasporto aereo e indotto e il personale delle compagnie aeree Vueling, Air Dolomiti e Volotea (tutti questi da 00.01 alle 24.00)

Anche Renzi e moglie presenti al matrimonio reale in Giordania

Vi abbiamo raccontato ieri del Matrimonio tra il principe Hussein bin Abdullah II, erede al trono,e l’architetto Rajwa Alseif. Ai festeggiamenti erano presenti 1700 ospiti, dei quali 140 teste coronate. Tra essi, gli unici italiani presenti al matrimonio reale erano i coniugi Renzi, l’ex premier Matteo Renzi e la moglie, Agnese Landini. I due hanno reso nota la loro presenza tramite un post su Twitter. La coppia ha scelto come regalo di nozze per gli eredi al trono eleganti e preziose lenzuola di lino firmate Dea di Pistoia, con le iniziali dei novelli sposi ricamate a mano.

image 14

I coniugi Renzi a Petra prima della celebrazione delle nozze reali ad Amman

Giordania, matrimonio reale in presenza di 140 teste coronate, inclusi William e Kate

Giappone, maltempo, a rischio evacuazione 2 milioni di persone

Il maltempo in Giappone ha provocato per adesso una vittima; le precipitazioni record hanno comportato l’evacuazione di due milioni di persone nella zona centro-orientale del Paese (prefetture di Gifu, Shizuoka, Aichi e Mie); a quanto pare, la pioggia dovrebbe continuare durante tutta la giornata. Rischio di frane anche a Tokyo. I disagi ai trasporti sono stati inevitabili: sono stati cancellati treni ad alta velocità e voli in entrata e in uscita nell’area di Okinawa. A provocare il maltempo, l’aria calda e umida che arriva dall’ex tifone Mawar, in transito a Sud del Paese. L’innalzamento del livello dell’acqua dei fiumi ha messo in allerta i governi locali.

Migranti, nella notte 113 persone sono giunte a Lampedusa in tre sbarchi

Ancora altri migranti; il flusso non si ferma. Nella notte tra venerdì e sabato sono sbarcati sulle nostre coste 113 migranti, giunti a Lampedusa in tre diversi natanti. I barconi sono stati soccorsi dalla capitaneria e dalla guardia di finanza. Ieri, venerdì 2 maggio, erano sbarcate 450 persone in 10 diversi approdi. La provenienza dei migranti è molto varia. Hanno dichiarato di arrivare da Mali, Sierra Leone, Benin, Costa d’Avorio, Guinea, Sudan e Camerun e di essere partiti da Sfax, El Chebba e Mahdia in Tunisia. Ricordiamo il recente impegno assunto dalla Tunisia nei confronti dell’Italia nella lotta contro il traffico di migranti.

Tunisia, migranti formati per far crescere l’Italia, 10 milioni di euro che fanno il bis

Il Presidente della Turchia, Erdogan, giura per il suo terzo mandato

Il capo di Stato della Turchia, Recep Tayyip Erdogan, dopo il successo alle urne del 28 di maggio, oggi ha prestato giuramento davanti alla Grande assemblea nazionale, il Parlamento turco, per il suo terzo mandato presidenziale. Erdogan aveva vinto con il 52% delle preferenze il ballottaggio contro Kemal Kılıçdaroğlu. Il suo mandato è stato esteso per ulteriori cinque anni, dopo vent’anni al potere. Alla cerimonia hanno partecipato 21 capi di Stato, 13 primi ministri e anche rappresentanti parlamentari, ministeriali e di organizzazioni internazionali.

Alcuni nomi: il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg; il presidente venezuelano, Nicolas Maduro; il presidente dell’Azerbaigian, Ilham Aliyev, il vicepresidente dell’Iran, Mohammad Mokhber; il primo ministro ungherese Viktor Orban e il presidente della Camera bassa del Parlamento russo, Vyacheslav Volodin.

image 15

Recep Tayyip Erdogan

Madonnina di Trevigiano, si rinnova l’apparizione come ogni 3 del mese

Gisella Cardia, all’anagrafe Maria Giuseppa Scarpulla, si è presentata anche oggi al consueto appuntamento mensile nel campo di Trevignano. Come ogni 3 del mese, anche oggi era atteso l’incontro con la Madonna che non ha fatto aspettare né Gisella né tutti i suoi seguaci. Oggi il campo era gremito. Si stima che i fedeli presenti fossero circa 400, nonostante il vescovo avesse dissuaso le persone dal partecipare agli incontri. Oggi, rispetto alla precedente apparizione, c’erano pochi giornalisti perché invitati a presenziare a telecamere spente.

Trevignano, mentre il Vaticano indaga sulla Veggente Gisella Cardia, spunta una 2ª Veggente

Veggente di Trevignano, le lacrime della madonna sono sangue di maiale, statuina a 60 euro

image 16

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *