Vai al contenuto

Sciopero della fame per Alex Schwazer

alex schwazer

La questione Alex Schwazer diventa sempre più complicata, la proposta che arriva all’interno della casa del Grande Fratello è di uno sciopero della fame per dare il pieno supporto all’atleta. Cosa accade?

La lotta di Alex Schwazer per il suo sogno

Alex Schwazer è entrato nella casa del Grande Fratello con l’obiettivo di allenarsi e marciare alle prossime Olimpiadi. Ogni giorno si allena sul tapis roulant, con un programma alla mano che segue alla perfezione. Talmente concentrato che il suo personaggio non ha altre dinamiche, un contesto che in un’altra persona sarebbe ritenuto noioso, ma che nel suo caso risulta affascinante.

La sua lunga pausa a causa doping ha acceso in lui un senso di rivalsa che non lo ha mai fermato, nemmeno davanti agli ostacoli. Il problema che si presenta, però, non dipende da lui: le candidature per i giochi olimpici sarebbero scadute e Schwazer è ancora in attesa della sentenza sulla sua squalifica per doping. Candidature terminate, nessuna possibilità del corridore di partecipare. Alex Schwazer è fuori dai giochi, nonostante abbia scontato una seconda squalifica di 8 anni.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Il termine è luglio 2024 ma Schwazer e il suo allenatore speravano che la commissione scontasse qualche mese, giusto in tempo per la candidatura, specialmente perché l’Italia lo ha scagionato da qualsiasi accusa, al contrario dell’Agenzia Mondiale Antidoping e l’Organizzazione dei Giochi Olimpici che non hanno revocato la sua squalifica.

alex schwazer

Lo sciopero della fame

Gli inquilini della casa conoscono bene la storia e ne hanno parlato in svariate occasioni. Negli ultimi giorni, la delusione di Schwazer era talmente tanta che Massimiliano Varrese ha proposto un’idea: lo sciopero della fame. L’attore ha detto: “Se parte da noi, se facciamo un appello anche, potrebbe iniziare a fare il giro di tutta Italia e potrebbe muoversi un bordello di gente. Se parte da qui, fuori a livello mediatico esplode una bomba”. Un momento molto tenero e affettuoso che spiega alla perfezione quanto il corridore sia entrato nei cuori dei suoi compagni di avventura e non solo.

Al momento lo sciopero della fame è stata solo un’idea e nulla è stato ancora realizzato, ma cosa accadrebbe se avvenisse sul serio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *