Vai al contenuto

Rogo infernale in casa di riposo a Milano, 6 morti e 81 feriti

rogo infernale

Rogo infernale in casa di riposo, a fuoco “Casa per Coniugi

Nella notte tra giovedì 6 e venerdì 7 luglio è divampato un rogo nella struttura “Casa per Coniugi” di via dei Cinquecento, a Milano: si tratta di una RSA molto nota nella città meneghina, già al centro delle cronache durante il Covid-19. L’allarme è stato diramato intorno all’1.20 di notte. Alcuni testimoni che abitano di fronte alla Rsa hanno raccontato di aver sentito le sirene e di aver visto gli anziani affacciati alla finestre con stracci e lenzuola a coprire la bocca per ripararsi dal fumo.

image 71

Per approfondire:

Spagna, incendio in un ristorante italiano di Madrid, 2 morti e 10 feriti

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Marsiglia, crolla condominio di 4 piani. Incendio aggrava situazione

Milano, maxi incendio al Parco delle Groane, 10 squadre dei vigili del fuoco al lavoro

Roma, incendio in Via Ostiense, pista anarchica

Le cause del rogo sembrano accidentali

L’incendio sarebbe divampato all’interno di una stanza per cause accidentali. Al momento sono ancora in corso le verifiche del Nucleo investigativo dei vigili del fuoco, insieme alla polizia e alla squadra di polizia giudiziaria del Dipartimento tutela salute della procura, coordinato dal procuratore aggiunto, Tiziana Siciliano, per capire le cause che hanno scatenato l’incendio. A quanto è stato fatto sapere, non ci sarebbero dubbi sull’ipotesi accidentale. Non si esclude una sigaretta accesa da una delle due pazienti che si trovavano nella stanza che ha innescato il rogo.

Le verifiche delle forze dell’ordine riguardano anche il sistema elettrico di funzionamento dei letti. L’inchiesta della procura dovrà accertare se i materiali utilizzati (lenzuola, materassi e altre componenti interni), fossero ignifughi, resistenti alle fiamme e a norma, dato che il fumo che si è sprigionato era molto denso e corposo.

image 73

Il procuratore che coordina l’indagine, Tiziana Siciliano

Le vittime del rogo sono 6 anziani morti e 81 feriti

Due vittime, le occupanti del della stanza in cui è partito il rogo, due donne di 56 e 87 anni, sono morte carbonizzate. Le altre vittime, un uomo di 73 anni e tre donne di 75, 85 e 84, sarebbero morte a causa dell’inalazione del fumo. Complessivamente sono state portate in ospedale 81 persone: due in codice rosso, 14 in giallo e il resto in codice verde.

Sul posto è arrivato il sindaco di Milano, Beppe Sala. Secondo i primi accertamenti, le fiamme si sarebbero estese soltanto al primo piano. Molte finestre del primo piano dell’edificio hanno i vetri infranti, esplosi probabilmente durante l’incendio. Di fatto, questa è stata l’unica zona evacuata dai vigili del fuoco. Al momento dell’incendio nella Rsa si trovavano 173 ospiti.

Le indagini sono affidate alla polizia e al nucleo investigativo dei vigili del fuoco di Milano. La strada risulta ancora chiusa al traffico in entrambe le direzioni. Dopo avere concluso le operazioni di salvataggio, le forze dell’ordine hanno provveduto a mettere in sicurezza la zona.

image 74

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala

Dove si trova la Rsa Casa per Coniugi

La Rsa si trova in via dei Cinquecento, vicino a piazzale Corvetto, un quartiere popolare a sud-est di Milano. E’ una residenza sanitaria assistenziale di proprietà del Comune di Milano gestita dalla cooperativa Proges, che controlla 300 strutture in 11 regioni. È dedicata ad accogliere anziani con vari livelli di non autosufficienza, che non hanno bisogno di prestazioni ospedaliere. È suddivisa in 12 nuclei di cui due dedicati a malati di Alzheimer. La struttura è situata in un edificio di tre piani del 1920 e ha 210 posti letto convenzinati per la maggior parte con il Comune. La struttura è stata adibita a casa di riposto nel 1955.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *