Vai al contenuto

Perù, il Clima, la Giustizia protagoniste delle nostre 7 pillole di martedì

Perù, emergenza sanitaria per la sindrome di Guillain-Barré

Il governo peruviano ha dichiarato un’emergenza sanitaria nazionale per un periodo di 90 giorni a causa dell’inaspettato aumento dei casi di sindrome di Guillain-Barré (Gbs). Il bilancio delle vittime della sindrome è salito a quattro. I casi hanno superato i 180 tra gennaio e luglio, secondo un nuovo bilancio del ministero della Salute.

La sindrome di Guillain-Barré è una malattia che danneggia i nervi periferici, cioè, quelli che connettono il sistema nervoso con il resto dell’organismo. Più della metà dei soggetti colpiti da questa patologia presenta debolezza muscolare a livello facciale e orofaringeo e circa il 20% deve essere intubato a causa dell’insufficienza respiratoria.

Il Ministro Nordio: “basta inchini alle toghe”

Il ministro della Giustizia, Carlo Nordio, dice che la politica deve smetterla di inchinarsi ai magistrati. E la giustizia deve essere equa e rapida. In un’intervista a Libero il Guardasigilli attacca le toghe dopo i casi La Russa, Delmastro e Santanchè.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

image 119

In un’intervista, il Ministro ha dichiarato: “Per 25 anni il Parlamento ha rinunciato al suo ruolo. Giusto ascoltare le opinioni delle toghe ma poi decidiamo noi. Siamo stati scelti dal popolo”. Il ministro, fortemente contestato dai magistrati e “punzecchiato” dall’Associazione Nazionale Magistrati, non ha alcun timore. “La colpa è della politica che ha rinunciato al suo ruolo prominente. E che si è chinata davanti alle critiche dei giudici“. E va avanti sula sua riforma della giustizia con convinzione. “Il governo è unito“. Questa ultima dichiarazione dovrà essere confermata nel tempo.

Trento, 17enne rimane infilzato mentre scavalca il cancello dell’acquapark

Ad Arco (TN), un 17enne di Riva del Garda è rimasto infilzato nella recinzione del nuovo acquapark. Il minorenne aveva tentato di scavalcare la barriera per fare il bagno (non autorizzato). Mentre saltava si è ferito a un braccio, rimanendo bloccato sulla recinzione. Arrivati i soccorritori, hanno trasportato il 17enne in ospedale, dove è stato medicato con una prognosi di 30 giorni. La dinamica dell’incidente deve essere ancora vagliata dai carabinieri.

image 120

Clima, la prima settimana di luglio la più calda di sempre

La situazione del clima nel mondo preoccupa non poco: la prima settimana di luglio, secondo i dati dellOrganizzazione meteorologica mondiale (OMM) dell’Onu, è stata la più calda mai registrata. Un record arrivato dopo le temperature sopra la media del mese di giugno. A fare i conti più esosi con ila calura, la Spagna, la Cina e gli stati Uniti. Temperature record anche in Canda e in Australia. Secondo l’Omm, i picchi di caldo stanno avendo “impatti potenzialmente devastanti sugli ecosistemi e sull’ambiente“.

Da segnalare in questo argomento che la prestigiosa rivista scientifica “Nature” ha pubblicato una ricerca che dimostra che 61.672 persone sono morte in Europa nel 2022 (tra giugno e settembre) a causa delle temperature torride. Due decessi su tre erano di donne.

Per approfondire:

Cambiamento climatico, 5 scienziate che cambieranno il Pianeta

Nel 2022 l’Europa più calda di 2,3 gradi rispetto all’era preindustriale

GeoResQ, l’app per il soccorso in montagna, diventa gratuita per tutti

GeoResQ, l’app per il soccorso in montagna, funziona dal 2013. Ora diventa gratuita, grazie ai fondi straordinari che il Ministero del Turismo ha stanziato a favore del Club Alpino Italiano. L’allarme che giunge alla centrale viene preso in carico e inoltrato al Soccorso Alpino e Speleologico locale e, attraverso il Numero Unico di Emergenza 112, dove attivo, o le centrali dell’Emergenza Urgenza Sanitaria, viene avviata la gestione dell’emergenza. È in fase di studio l’integrazione con i sistemi NUE112 regionali e presto ci saranno novità sulla comunicazione satellitare. 

Wimbledon, Berrettini lotta ma non ce la fa, mentre Alcaraz vola. Sinner gioca oggi

Carlos Alcaraz ha battuto Matteo Berrettini negli ottavi di finale di Wimbledon 2023, nella terza prova del Grande Slam disputato a Londra sui campi in erba dell’All England Lawn Tennis and Croquet Club. Anche se Matteo ha lottato con coraggio, non ci sono state storie. Il numero uno del mondo ha vinto dopo una partenza lenta, forse per spiazzare il suo rivale. Senz’altro era il favorito, ma il coraggio di Berrettini ha fatto sognare gli appassionati. Dopo l’eliminazione, rimane un solo italiano in tabellone a Wimbledon: Jannik Sinner.  L’altoatesino va a caccia di quella che sarebbe la prima semifinale a livello Major della carriera.

image 121

Berrettini (sinistra) e Alcaraz (destra), immagini Rainews

Continua dopo gli annunci...

Trapani, fugge dagli arresti domiciliari perché preferisce il carcere a sua moglie

Un 40enne residente ad Alcamo (Tp) ma originario di Castelvetrano, indagato per evasione fiscale, è evaso dagli arresti domiciliari perché non riusciva a sopportare l’idea di trascorrere il fermo con sua moglie. Interrogato dai carabinieri, il fuggiasco avrebbe spiegato che non ce la fa a stare in casa con “quella donna”. Per lui la situazione sarebbe diventata invivibile. L’uomo è stato rintracciato grazie al braccialetto elettronico. Tuttavia, il suo tentativo di tornare in carcere è stato vano: dopo l’udienza di convalida della custodia cautelare, è stato sottoposto nuovamente agli arresti domiciliari.

Autore

Ana nasce in Spagna, si laurea a 22 anni in Scienze Liguistiche e della Comunicazione. Dopo un'esperienza nel Regno Unito si trasferisce a Trieste, dove vive tuttora. Ha maturato esperienza come consulente aziendale e collaborato con diverse case editrici. Ha pubblicato cinque libri ed è copyrighter e Search Quality Rater.View Author posts

Lascia un commento