Vai al contenuto

La mega villa di Elvis potrebbe essere venduta per saldare i debiti!

villa di elvis

Il re del rock continua a far parlare di sé anche dopo anni dalla sua morte. A rischio la villa di Elvis a causa dei debiti, usata come garanzia a fronte di un debito di sua figlia!

Graceland, la villa di Elvis, in vendita

Oggi, la storica residenza di Elvis Presley, Graceland, potrebbe essere venduta a causa di un debito di 3 milioni di sterline lasciato dalla figlia del Re del Rock ‘n’ Roll, Lisa Marie Presley. La nipote di Elvis, Riley Keough, è l’unica erede della proprietà e si trova al centro di complesse battaglie legali per cercare di mantenere Graceland nella famiglia.

Graceland, situata su una collina appartata a Memphis, Tennessee, è stata il rifugio di Elvis per vent’anni. La casa non è solo un punto di riferimento per i fan di tutto il mondo, ma anche il luogo di sepoltura di Elvis e di molti membri della sua famiglia. Con i suoi 485622 metri quadri, Graceland è la seconda casa più visitata degli Stati Uniti dopo la Casa Bianca.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Un fondo di investimento ha messo la proprietà sul mercato, sostenendo che Lisa Marie aveva usato Graceland come garanzia per un prestito. La casa è valutata mezzo miliardo di dollari e Riley sta tentando di impedire la vendita con un’azione legale dell’ultimo minuto. Riley, un’attrice di Hollywood conosciuta per film come “Mad Max: Fury Road”, sostiene che la società di investimento non ha il diritto di vendere Graceland e ha definito i documenti presentati come “falsi”, affermando che le firme di Lisa Marie sono state “falsificate”.

Dalla morte improvvisa di Lisa Marie all’età di 54 anni, Riley ha dovuto affrontare numerose controversie legali, compresa una disputa con sua nonna Priscilla Presley per la gestione della fortuna lasciata da Elvis. Lisa Marie, durante la sua vita, ha accumulato enormi debiti a causa del suo stile di vita lussuoso. Spesso, è stato il reddito generato da Graceland, con tour VIP che costano 220 euro a biglietto, a salvarla dalle difficoltà finanziarie.

Le origini di Graceland

Elvis acquistò Graceland nel 1957 per 93.824€ con i proventi di un nuovo contratto discografico, segnando il suo passaggio dalla povertà alla ricchezza. Nato in una baracca a Tupelo, Mississippi, Elvis aveva trasformato Graceland in una dimora sontuosa, aggiungendo tocchi lussuosi come lampadari di cristallo e un tavolo di marmo. Tra le aggiunte più famose c’è la Jungle Room, con un tappeto verde lussureggiante e una cascata di pietra, dove Elvis passava il tempo libero guardando la TV.

elvis 2

Graceland non era solo un simbolo di successo per Elvis, ma anche un rifugio dove poteva nascondere i suoi problemi. Spesso non si alzava dal letto prima delle 16:00 e faceva uso di farmaci stimolanti e calmanti per regolare il suo umore. Morì il 16 agosto 1977, all’età di 42 anni, dopo aver consumato un mix di 14 sostanze diverse. Sua figlia Lisa Marie, allora nove anni, ereditò Graceland, trasformandola in un’attrazione turistica e fondando Elvis Presley Enterprises per monetizzare l’immagine del padre.

graceland

Nonostante fosse uno degli artisti più famosi del mondo, Elvis aveva lasciato meno di 4 milioni di dollari in banca. Lisa Marie vendette l’85% di Elvis Presley Enterprises nel 2005 per pagare più di 15 milioni di debiti. Anni dopo, documenti legali rivelarono che era in rosso di 13 milioni di dollari e aveva inadempiuto su un mutuo per la sua casa in East Sussex.

La diatriba con Naussany Investements

Nel 2018, Naussany Investments sostenne che Lisa Marie aveva preso in prestito 3 milioni di dollari dalla società, ma i problemi finanziari continuarono a peggiorare, aggravati da una lunga battaglia legale con il suo quarto marito, Michael Lockwood. La coppia, che ha due gemelle di 15 anni, si separò nel 2016, ma la questione del denaro fu risolta solo nel 2021. Prima di morire, Lisa Marie spendeva circa 82.103€ al mese, con debiti tra cui un prestito per una Maserati sportiva e 938.320€ di tasse non pagate.

La madre di quattro figli era in profonda crisi negli ultimi mesi della sua vita, soprattutto dopo la morte del figlio Benjamin Keough nel 2020. Nonostante ciò, il denaro generato da Graceland avrebbe dovuto essere sufficiente a coprire le sue spese. Lisa Marie morì per un arresto cardiaco, non legato all’uso di droghe, come confermato dal medico legale. Fu sepolta nel Giardino della Meditazione dietro Graceland, accanto a suo padre e a suo figlio Benjamin.

Il corpo di Elvis fu originariamente sepolto nel Forest Hill Cemetery a Memphis, ma fu trasferito a Graceland dopo un tentativo di furto della bara. Riley ha dovuto affrontare numerose complicazioni legali per districare le finanze della famiglia Presley, inclusa una disputa con sua nonna Priscilla su come dividere l’eredità.

Riley raramente parla della sua famosa famiglia, ma ha descritto il caos che ha seguito la morte di sua madre. Ha dichiarato che, nonostante siano una famiglia, esiste anche un lato commerciale molto rilevante. Lo scorso giugno è stato raggiunto un accordo che prevedeva un pagamento di 900.000€ a Priscilla e la nomina di Riley come unica fiduciaria dell’eredità di Lisa Marie.

Ora, Riley sta sfidando Naussany Investments in tribunale, sostenendo che Lisa Marie non ha mai preso in prestito denaro dalla società e mettendo in dubbio la legittimità dell’entità. Domenica, un avviso pubblicato nei giornali di Memphis annunciava che Graceland sarebbe stata messa all’asta presso il tribunale della contea di Shelby. Tuttavia, un giudice ha concesso un’ingiunzione temporanea per bloccare la vendita, con un’udienza prevista per oggi per risolvere la questione.

Elvis Presley Enterprises ha dichiarato che le affermazioni di Naussany sono fraudolente e che non vi sarà alcuna vendita di preclusione. La contro-causa è stata presentata per fermare quella che considerano una frode. In questo contesto complesso, Riley sta cercando di mantenere intatta l’eredità di Elvis e di preservare Graceland come simbolo della straordinaria vita e carriera del Re del Rock ‘n’ Roll.