Vai al contenuto

L’ex della principessa Beatrice muore per overdose

principessa beatrice

Paolo Liuzzo, ex fidanzato della principessa Beatrice, è morto per overdose. Il suo corpo trovato in albergo.

La morte per overdose

Paolo Liuzzo, ex fidanzato della Principessa Beatrice, è deceduto all’età di 41 anni per una sospetta overdose. Il corpo dell’uomo è stato trovato senza vita in una stanza d’albergo a Miami, dove, secondo alcune fonti, stava lottando con problemi di droga e debiti di gioco.

Liuzzo era stato il fidanzato di Beatrice quando lei aveva 17 anni e lui 23, già al tempo considerato un cattivo ragazzo a causa dei suoi guai con la legge, tra cui un’accusa legata alla morte di uno studente e il possesso di cocaina.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Nonostante la causa ufficiale della morte non sia stata resa nota a causa delle leggi sulla privacy della Florida, la polizia ha sospettato la morte per overdose, sottolineando come le indagini siano ancora in corso.ù

principessa beatrice

Liuzzo lavorava come consulente nel settore dell’arte e non si era mai sposato. Un suo amico ha raccontato: “Paolo non stava andando benissimo a livello personale. Amava fare festa e giocare d’azzardo, e col tempo, quello che iniziò con l’uso di farmaci si trasformò in un consumo di cocaina e droghe più pesanti. Era uno stile di vita molto frenetico e tutti temevamo che prima o poi sarebbe morto.

Il primo amore della principessa Beatrice

Liuzzo aveva iniziato a frequentare Beatrice nel 2005 e la loro relazione divenne pubblica durante una vacanza sulla neve con la famiglia reale in Svizzera nel 2006. La madre di lei, Sarah Ferguson (ora in lotta contro un cancro alla pelle), ha sempre supportato la relazione nonostante i guai legali del ragazzo.

Abbiamo tutti i nostri viaggi e dobbiamo imparare a modo nostro, ma Beatrice è una ragazza sensibile, che presto avrà 18 anni, con molti amici tra cui Paolo“- queste le sue parole al tempo.

paolo liuzzi e la principessa beatrice

La situazione si complicò quando Liuzzo violò le condizioni della sua libertà vigilata recandosi all’estero per motivi non lavorativi, cosa che lo costrinse a tornare negli Stati Uniti e gli estese la libertà vigilata di ulteriori sei mesi. Di conseguenza, Beatrice decise di porre fine alla loro relazione.

Quando venne lasciato, Liuzzo rivelò che Beatrice ed Eugenie, allora quindicenni, avevano partecipato a una festa in Giamaica dove venivano consumati cannabis e funghi allucinogeni. Una sorta di pettegolezzo volto a rovinare l’apparenza pura e casta della principessa. La sua vita continuò a essere un ciclo di vicende giudiziarie causate da problemi alla guida, debiti e frodi, fino alla morte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *